Copa del Rey, SF: Gran Canaria e Real Madrid volano in finale

Copa del Rey, SF: Gran Canaria e Real Madrid volano in finale

Sarà Gran Canaria-Real Madrid l’atto finale della Coppa del Re, dopo che le due squadre, in semifinale, hanno rispettivamente eliminato Bilbao e Laboral Kutxa.

Commenta per primo!
acb.com

Semifinali agli archivi a La Coruna, con Gran Canaria e Real Madrid che andranno a contendersi il trofeo nella finalissima di questa sera alle 19.

Che cuore questo Gran Canaria! Sotto di 19 punti (55-36) dopo 26 minuti, trova coraggio ed attributi per rimontare e andare a prendersi questa finale, la prima nella sua storia.
Albert Oliver, con la sua esperienza e il suo carisma, si carica i suoi sulle spalle (18 punti in 21 minuti), larghissime a dispetto del fisico apparentemente minuto, Aguilar è l’uomo dei canestri pesanti, Sasu Salin ferisce dai 6.75 metri, Baez è eroico, con la difesa arcigna di Rabaseda e Savanè a completare tutto, miracolo isaolano, partita rimessa in piedi e vinta, addirittura, largamente, col Bilbao che, nel finale, abbandona mentalmente la sfida.
Il parziale degli ultimi 14 minuti è eloquente: 16-45. Traete voi le conclusioni.

Bilbao – Gran Canaria 71-81

Bilbao: Slezas, Ruoff, Borg n.e., Bertans 13, Mendìa, C. Hannah 20, Bogris 8, Mumbrù 17, Hervelle 6, Todorovic 2, R. Lopez 5, Suarez.

Gran Canaria: Pangos 9, Oliver 18, Savanè 1, Newley 4, Salin 12, Seeley 6, Baez 10, Pasecniks n.e., Paulì, Rabaseda 4, Omic 9, Aguilar 8.

Il Laboral Kutxa sogna il ritorno in finale (che manca dal 2008) fino a 100 secondi dal termine della partita.
Ma c’è una persona a non essere d’accordo, ovvero Sergio Llull. Il 23 “blanco” scava il solco decisivo, nelle batutte finali, segnando 6 (pesantissimi) dei suoi 15 punti totali, che permettono alle “merengues” di centrare la 6° finale negli ultimi 7 anni e, soprattutto, la possibilità di riscrivere la storia, visto che, in caso di successo, il Real metterebbe in bacheca la terza Coppa del Re consecutiva (oltre alla 4° negli ultimi 5 anni e alla 26° complessiva), cosa mai riuscita a nessuno in Spagna.
Deve mangiarsi le mani il Laboral Kutxa, davvero ad un passo dall’impresa, ma si sa, le partite durano sempre 40 minuti, soprattutto contro avversari del genere.

Laboral Kutxa – Real Madrid 80-86

Laboral Kutxa: James 4, M. Diop n.e., Causeur 14, Hanga 12, Bourousis 16, Blazic 5, I. Diop 3, Tillie 8, Adams 15, Corbacho n.e, Bertans 1.

Real Madrid: Rivers 5, Nocioni 11, Doncic n.e., Maciulis 8, Reyes 8, S. Rodriguez 13, Ayon 14, Carroll 8, Lima 2, Llull 15, Hernangomez 2, Taylor.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy