Descubriendo la Liga Endesa: Real Madrid – Barcellona 78-65

Descubriendo la Liga Endesa: Real Madrid – Barcellona 78-65

Commenta per primo!

Il Real scaccia l’incubo “Clasico” e batte il Barcellona nel terzo atto stagionale, nonché gustoso antipasto della semifinale di Eurolega del 10 Maggio a Londra. Ne esce una partita decisamente meno spettacolare delle prime due (con il quarto di Copa del Rey chiuso al secondo supplementare) e che consente alla squadra di Pablo Laso di conquistare matematicamente il primo posto in stagione regolare. Vincono le merengues, quindi, al termine di una gara dove solo nell’ultimo quarto, però, l’mvp Reyes (nella foto) e compagni prendono il largo, segnando ventotto punti e fronteggiando bene la difesa a zona catalana che tanti grattacapi aveva creato al Pana nel quarto di finale appena concluso. Prevale il Real grazie ad una migliore distribuzione offensiva ed un Reyes sontuoso dalla panchina, mentre il Barca rinuncia a Navarro ed ha, però, buone cose da Ingles e da un ritrovato Lorbek, mentre sono discrete le prove di Tomic e Jawai.
La cronaca- L’inizio è tutto di marca catalana con Ingles che segna cinque punti in quaranta secondi, mentre Begic con due canestri di seguito ricuce il primo strappo (4-5) approfittando di un Jawai (al posto di un fischiatissimo Tomic, alla prima da ex a Madrid) troppo morbido in difesa mentre il jumper di Llull vale il primo vantaggio della capolista. I ritmi sono alti e senza pause, ma le difese cominciano ad avere la meglio anche perché funzionano bene i raddoppi in mezzo all’area, Lorbek però segna quattro punti in fila ed Ingles mette il suo settimo personale (6-11 5′). L’alternanza delle difese premia Pascual ma il Real fa in tempo a piazzare un 7-0 dopo 4′ di digiuno con una tripla di Llull ed un canestro di Mirotic che vale il minimo vantaggio alla prima sirena (13-12). L’inizio di seconda frazione è invece segnato da sei punti in un amen di Reyes (21-14) il cui 2+1 successivo varrà anche il +7 (26-19) mentre Tomic pasticcia dalla lunetta (1/4) e Begic con quattro in fila domina Jaai (30-24) ma è la seconda bomba di Llull a scavare un solco interessante (33-24) prima che una tabellata un po’ fortunosa, oltre i 6.75, di Huertas riporta i blaugrana al -4 all’intervallo lungo.
Mirotic segna cinque punti in un amen dominando a rimbalzo d’attacco (38-31) in un’apertura di secondo tempo dove Lorbek interrompe due minuti di rottura prolungata del Barca e la tripla di Rudy Fernandez batte la zona ospite (41-33), ma al ungo andare la scelta di Pascual pagherà i suoi dividendi sporcando tutte le azioni offensive madridiste mentre Ingles con un personale 4-0 dimezza lo scarto (41-37 25′) e la tripla di Oleson vale il -1 (43-42 a -3.44) costringendo al timeout Laso. Il finale di quarto è invece un bellissimo botta e risposta tra Slaughter e Jawai, con in mezzo un accenno di rissa per un fallo duro di Carroll sul pivot catalano ed un tecnico a Huertas, con il lungo di casa che vincerà 6-5 il duello citato sopra per il 50-47 con cui si va, in estremo equilibrio, all’ultima sirena. Il momento è di quelli decisivi e non può non essere quelle di Re Sarunas che si iscrive alla partita con due arresto e tiro consecutivi dal cuore dell’area che valgono il sorpasso, mentre il botta e risposta tra Reyes e Tomic (quattro punti a testa) ma è di Rodriguez da due il canestro del +3 (56-53 a 6.30 dal termine). Il playmaker delle merengues ha ufficialmente iniziato la sua partita e segnerà nove punti in un amen, cui però risponde Ingles da tre per la momentanea parità a 58 a metà ultimo quarto ma mentre il Barca sbaglia due volte da tre, sono di Reyes, a rimbalzo d’attacco, i due liberi che valgono il +7 (67-60). Jawai segna col fallo ma poi frano addosso a Mirotic sulla zona catalana e l’ala di casa non si fa pregare con un 3/3 ai liberi che fissa di nuovo il +7 e sulla successiva rimessa in gioco, Rudy ruba palla e segna il +9 (72-63 a 90” dal termine) che chiude ogni di scorso. Lo stesso Fernandez schiaccia per il +11 mentre sarà di Rodriguez il canestro finale che varrà anche il massimo vantaggio finale di un Real quindi anche matematicamente primo in questa Liga.

Real Madrid-Barcellona 78-65 (13-12, 33-29, 50-47)
Real: Carroll 5, Reyes 19 Suarez, Rodriguez 9, Darden, Draper ne, Llull 8, Mirotic 10, Begic 8, Fernandez 11, Slaughter 8, Hettsheimer. All. Laso
Barcellona: Tomic 10, Jasikevicius 4, Huertas 3, Jawai 10, Ingles 18, Lorbek 10, Rabaseda, Todorovic 2, Abrines, Sada, Oleson 8, Mbaye ne. All. Pascual

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy