Dopo una partita tirata, il Club Gran Canaria vola in finale di Supercopa Endesa

I canarini conducono per tutto il match e portano a casa una meritata finale nella Supercopa.

Commenta per primo!

La Supercopa Endesa 2016 apre i battenti con la semifinale tra i padroni di casa del Saski Baskonia e l’Herbalife Gran Canaria. La prima delle due semifinali è fin da subito una partita molto equilibrata in cui le squadre si equivalgono a lungo nel match. Il Baskonia incomincia schierando in quintetto Cooney, Hanga, Diop, Tillie e Luz; Gran Canaria risponde a sua volta con vecchie conoscenze italiane Hendrix e McCaleb insieme a Salez, Baez e Rabaseda. Il primo quarto vede un continuo cambio di leadership tra l’Herbalife e il Saski. I baschi dopo aver toccato il massimo vantaggio sull’ 11-5 cadono in quattro minuti di black out e si fanno rimontare andando addirittura sotto alla prima sirena sul 13-17. Il protagonista di questa prima frazione è soprattutto il collettivo degli isolani. Ben sette sono gli uomini che infatti vanno a referto per i Canarini in cui “spiccano” i 4 punti del domenicano Baez; mentre il Saski rimane soprattutto grazie alle giocate individuali di Hanga e Cooney autori di ben 9 punti. Il secondo quarto sembrerebbe portare ad un cambio di ritmo da parte dei baschi che in un amen trovano il pareggio grazie ai canestri della giovane stella georgiana Shengelia, ma risulta essere solo un fuoco di paglia. Gran Canaria però non si fa intimidire e sospinta dalle triple della sua guardia Kyle (12 punti con 4/8 dalla lunga distanza al riposo), arriva a toccare le 8 lunghezze di margine sul 19-27 prima di una timida reazione dei padroni di casa guidati da Hanga e Shengelia che si riportano sotto nel punteggio. Il secondo quarto si chiude con le due squadre andare al riposo lungo sul 25-32 per gli isolani. Il terzo quarto si apre con un break di 9-0 dei baschi che ritrovano la testa della partita sul 34-32, da qui in poi le due formazioni incominciano a rispondersi canestro su canestro senza che ci siano vantaggi superiori al singolo possesso. La partita diventa perciò molto tattica e i contatti incominciano ad aumentare come anche i viaggi verso la linea della carità. Il Gran Canaria continua a mantenere la sua leadership grazie ad una maggiore precisione ai liberi, ma vede il vantaggio assottigliarsi notevolmente. Prima dell’ultima e decisiva sirena il punteggio sul 51-53 per i canarini. L’ultimo quarto parrebbe quello decisivo per la rimonta dei padroni di casa, ma il Gran Canaria, guidata dai canestri di Bo McCalebb, riesce a rispondere alle folate offensive dei baschi per poi chiudere il match grazie ad una precisione micidiale dai liberi.

Saski Baskonia 80-84 Gran Canaria

Saski Baskonia: Cooney 15, Hanga 16, Voigtmann 6, Sedekerskis 0, Blazic 3, Diop 6, Tillie 2, Kurucs n.e., Macura n.e., Shengelia 16, Luz 5, Lerkin 12, all. Sito

Gran Canaria Herbalife: McCalebb 11, Hendrix 7, Oliver 9, Planinic 9, Salin 12, Baez 8, Pasecniks 2, O’Neale 0, Pauli 2, Rabaseda 0, Kuric 24, Aguilar n.e. all. Casemiro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy