È una pazza Sidigas! Utena travolta in un ultimo quarto clamoroso

È una pazza Sidigas! Utena travolta in un ultimo quarto clamoroso

I biancoverdi espugnano Utena grazie ad una prova incredibile negli ultimi 6′ di gioco. Lituani ora acciuffati al primo posto nel Gruppo D.

Commenta per primo!

Dopo la sconfitta di mercoledì scorso in casa contro Tenerife, torna immediatamente alla vittoria la Scandone Avellino (5-2), e lo fa sul campo della capolista del girone di Basketball Champions League, lo Juventus Utena (5-2), battuto in casa 75-85. Partita incredibile quella andata in scena sul parquet lituano della Utenos Arena, che ha visto i padroni di casa stare avanti per ben 35′, prima di essere letteralmente travolti dagli uomini di Sacripanti. Ultimo quarto dal punteggio eloquente, 10-27 per la Sidigas, trascinata dal miglior Fesenko della stagione: per l’ucraino 25 punti, 13 rimbalzi e 35 di valutazione, ben coadiuvato dal solito Ragland, autore di 21 punti, e da un ritrovato Obasohan, che ha chiuso con 14 punti e tanto carattere. Per Utena non sono bastate le prove di Vasylius (15 punti e 7 rimbalzi) e Sirutavicius (16 punti). Vittoria fondamentale per i biancoverdi, che salgono così in testa al Gruppo D, in attesa dell’esito della gara di Tenerife di domani sera.

STARTING FIVE
Juventus: Diggs, Sulskis, Parker, Vasylius, Galdikas.
Sidigas: Ragland, Randolph, Thomas, Leunen, Fesenko.

PRIMO TEMPO: Parte forte Sulskis per la squadra di casa che, grazie a lui, Diggs e Vasylius si porta sull’11-7 al 3′ contro una Sidigas nella quale Fesenko segna i primi 7 punti. Dopo la prima tripla biancoverde firmata da Zerini, lo Juventus, con i canestri di parker e Vasylius (gioco da tre punti), tocca il +7 al 7′: timeout per Sacripanti sul 19-12. La reazione della Scandone è nelle mani dei neo entrati Cusin e Obasohan, che fanno riavvicinare gli ospiti sul -3 e, dopo la prima sirena, è 24-21. In avvio di periodo parziale di 6-0 per Utena tutto firmato da Diggs che vale il 30-21 al 12′; prova a reagire la Sidigas con Ragland e Leunen, ma lo Juventus li ricaccia indietro, addirittura sul -10, dopo un layup di Galdikas (36-26 al 14′). Avellino si affida al trio Ragland-Thomas-Obasohan che la trascina sul -4 al 16′ (38-34), costringendo Sireika al primo timeout. All’uscita da quest’ultimo arriva un contro break di 5-0 Juventus, firmato da Sirutavicius e Jakstas, che riporta il divario a 9 lunghezze al 18′ (43-34); la partita vive di parziali e questa volta è il turno della Sidigas, che riesce a tornare a -4: un gioco da tre punti realizzato da Fesenko manda le squadre negli spogliatoi sul 43-39.
SECONDO TEMPO: La Scandone ritorna prima a -3 grazie alla tripla di Randolph al 23′ (47-44), poi impatta con i canestri Fesenko e Thomas sul 50-50 al 25′. Con Sirutavicius e Jakstas lo Juventus ritorna avanti di 6 al 27′ (60-54), per poi allungare sul +7 con un’altra gita in lunetta di Sirutavicius, prima che la sirena suoni per la terza volta: al 30′ è 65-58 per i locali, con Avellino che ha sprecato molte occasioni per rimanere sul pezzo. Dopo altri due liberi messi a segno da Sulskis per il +9 Utena, Fesenko e Ragland riportano la Scandone sul -5 al 32′ (67-62). Continua la pressione biancoverde: lo Juventus non riesce a segnare in attacco e Obasohan lo punisce con la tripla del -2, con conseguente timeout obbligato per i lituani (69-67 al 35′). Il break della Sidigas produce addirittura il primo sorpasso firmato da un super Ragland: sette punti consecutivi del numero 1 biancoverde e una grande schiacciata di Obasohan danno il +7 agli ospiti (69-76 al 37′). Diggs chiude l’incredibile parziale avellinese di 0-14 con un canestro dalla media, ma dall’altra parte Fesenko con un altro gioco da tre punti fa volare i suoi sul +8 al 38′ (71-79); dopo il +10 firmato da altri due liberi dello straripante pivot ucraino, prova a reagire Utena con un canestro di Vasylius, ma la Scandone trova comunque il modo di tenere a distanza gli avversari: con un altro giro in lunetta di Obasohan è 75-83 al 39′. Ragland non si accontenta e, nell’ultima azione, mette da sotto il +10 che potrà essere fondamentale in ottica differenza canestri: finisce 75-85.

MVP basketinside.com: Kyrylo FESENKO – 25 punti, 13 rimbalzi e 35 di valutazione

JUVENTUS Utena 75-85 SIDIGAS Avellino
Parziali: 24-21; 43-39; 65-58

UTENA: Diggs 12, Parker 5, Bickauskis 2, Sirutavicius 16, Best 2, Jakstas 10, Nikitinas n.e., Vasylius 15, Galdikas 2, Sulskis 11. Coach: Sireika.

AVELLINO: Zerini 3, Ragland 21, Green, Esposito n.e., Leunen 5, Cusin 6, Severini, Randolph 5, Obasohan 14, Fesenko 25, Thomas 6, Parlato n.e. Coach: Sacripanti.

Arbitri: Bulto, Suslov, Horozov.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy