EL Playoff G2: il Real gioca col fuoco e alla fine il Darussafaka realizza il colpaccio

EL Playoff G2: il Real gioca col fuoco e alla fine il Darussafaka realizza il colpaccio

Incredibile vittoria esterna del Darussafaka sul campo del Real Madrid.

Il Darussafaka coglie un fondamentale successo sul campo del Real Madrid grazie a una partita giocata con solidità dalla palla a due fino alla sirena finale. La formazione di Pablo Laso, soprattutto grazie a Llull e Ayon, ha avuto vari momenti in cui sembrava voler dare una svolta alla sua partita, ma non è riuscita mai a chiuderla e il finale ha premiato i turchi che tornano a casa sull’1-1 nella serie.

LA CRONACA –  Come nella sfida di due giorni fa, il Darussafaka parte subito con grande intensità e, grazie a un grande Clyburn, si porta rapidamente sull’8-2 in suo favore. Il Real non si fa intimorire di certo e, dopo aver aumentato il numero di giri in difesa, grazie alle giocate di Llull e Ayon ricuce lo strappo. Nella fase finale del quarto le squadre iniziano ad accelerare, ma nessuna delle due riesce a prendere il sopravvento sull’altra. Alla fine dei primi dieci minuti di gioco il Darussafaka conduce per 22-19.

L’avvio di secondo quarto vede gli attacchi soccombere nei confronti delle difese, ma il Darussafaka, nonostante le difficoltà, riesce a confezionare un parziale di 4-0 che permette ai turchi di ampliare il loro vantaggio. Il Darussafaka accarezza l’idea della doppia cifra di vantaggio portandosi a +9 sul 34-25, ma il Real, nonostante una prestazione un po’ opaca rispetto ai suoi standard, tiene botta e con un Hunter dominante sotto le plance resta attaccato senza però ricucire mai completamente. Un canestro rocambolesco di Llull e la tripla di tabella di Wilbekin fissano il parziale alla fine del primo tempo sul 44-38 Darussafaka.

L’avvio di secondo tempo del Real Madrid, come prevedibile, è davvero fenomenale: infatti, i blancos e Llull in particolare tornano a essere la squadra che ha dominato la regular season e si riportano avanti sul 49-47. È una tripla folle di Llull a costringere David Blatt a chiedere una immediata sospensione per evitare il peggio. La fuga degli spagnoli si interrompe, ma inizia una fase di partita davvero molto interessante: infatti, si segna da una parte e dall’altra e l’intensità è molto alta. Il Darussafaka a fine terzo quarto può ancora sperare perché sono solamente due i punti a separarlo dal Real che conduce per 68-66.

La formazione ospite apre il quarto finale con un parziale di 6-0 che la riporta in vantaggio ed alimenta le sue speranze. Ayon interrompe il parziale avversario e l’ennesima scorribanda di Llull nell’area avversaria riporta il punteggio in parità sul 72-72. Il Real da l’impressione di non riuscire a trovare il modo di chiudere il match e il Darussafaka, grazie anche alla sua spensieratezza, grazie ai punti di Wanamaker e Zizic trova il +4 sul 78-74. Dopo il timeout voluto da Pablo Laso, il Real recupera ed entra nell’ultimo minuto sul 78-78. Wilbekin realizza un difficile canestro e spinge il Real nuovamente al timeout. Carroll sbaglia la tripla del sorpasso mentre Fernandez deve uscire per un colpo subito. Il Real manda in lunetta Clyburn che fa 2/2, i madrileni riescono a tirare per ben tre volte nel possesso successivo e alla fine realizza Randolph da sotto portando il Real a -2 (82-80) quando mancano 7’’ alla sirena. Dopo un timeout, viene mandato in lunetta Wanamaker che fa 2/2 e di fatto chiude il match. Alla fine vince il Darussafaka per 84-80.

 

REAL MADRID 80–84 DARUSSAFAKA DOGUS (19-22; 38-44; 68-66)

Real Madrid: Randolph 7, Draper, Fernandez, Doncic, Maciulis 5, Reyes, Ayon 16, Carroll 5, Hunter 7, Llull 22, Thompkins 9, Taylor 9. All. Pablo Laso

Darussafaka Dogus: Wilbekin 17, Yagmur, Batuk 2, Wanamaker 21, Clyburn 13, Moerman. Aldemir 1, Anderson 4, Zizic 17, Slaughter, Bertans 1, Harangody 8. All. David Blatt

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy