EuroCup 6a Giornata – Brescia fa jackpot nel Principato, batte Monaco e si rilancia

EuroCup 6a Giornata – Brescia fa jackpot nel Principato, batte Monaco e si rilancia

Sontuosa prova della Germani nella prima vittoria europea in trasferta della storia del basket bresciano. Decisivo l’ultimo periodo al termine di un inseguimento durato oltre 30′ e il cambio di passo impresso da Vitali.

di Fabio Rusconi

Insegue, insegue e vince. Ecco servita la prima vittoria europea esterna del basket bresciano. Il Roca Team Monaco cade al Salle Gaston Medecin al cospetto della miglior Germani di questa stagione. E se la sconfitta per i monegaschi è pressoché indolore, l’importanza del successo per Brescia è gigantesca, permettendo alla Leonessa di rimanere in corsa per un posto nelle top-16. Sempre sotto la Germani, rientra più volte da svantaggi in doppia cifra senza mai condurre la sfida, ma trova in Vitali un’ancora di salvezza nel momento decisivo. La Germani soffre a rimbalzo nel primo tempo, concedendo buone percentuali agli avversari, ma cambia pelle nella ripresa, subendo soltanto 30 punti e aggiudicandosi il match con quattro giocatori in doppia cifra realizzativa, a testimonianza dell’ottima prova corale nella metà campo offensiva della squadra di Diana. Qualche forzatura rimane, ma Hamilton e Allen sono più disciplinati e combinano 33 punti (22+11) più che mai pesanti. Bene anche Abass e Beverly, apparsi più aggressivi nella ripresa, così come tutti gli uomini di Diana. A Filipovski non basta la prova della coppa Lazeric-Jarrod Jones e di Outtara, trovando un Kikanovic appena sufficiente e un Robinson evanescente. La vittoria di Ulm con Belgrado non aiuta, ma la classifica del gruppo A è corta e Brescia, con tre partite in casa su quattro da disputare, ha tutto per potersi giocare le sue carte in chiave qualificazione.

Avvio di buona energia bresciana con il Roca Team che va a +5 a metà primo quarto (12-7). Kikanovic però domina a rimbalzo, Outtara è chirurgico al tiro (11 per lui nel primo tempino), mentre Brescia non riesce a arginare le penetrazioni avversarie e va a -10 qualche istante più tardi (19-9 al 6′): Diana preferisce fermare l’inerzia con un timeout. Brescia passa un periodo di 3′ senza segnare, scivola a -11 ma, trascinata da Moss Sacchetti, rientra a -7 a fine primo periodo (26-19). Secondo periodo dalle poche emozioni in apertura, nel quale il Monaco amministra il vantaggio accumulato, anche senza tirare così bene come in precedenza. I ragazzi di Filipovski toccano nuovamente la doppia cifra (34-24 al 15′) ma la Leonessa risponde prontamente con un break di 8-2 ispirato dalle triple di Abass Ceron per riportarsi a -4. La serata al tiro dalla lunga distanza di Brescia è molto positiva (6-11 a metà match) e la Leonessa resta a galla toccando anche il -3 nonostante la disastrosa serata sotto le plance (-5 nel computo dei rimbalzi con 7 carambole offensive concesse al Monaco da Brescia). Filipovski corre ai ripari facendo rientrare L. Jones e Kikanovic, che conducono i propri compagni nuovamente in doppia cifra di vantaggio alla pausa lunga (50-39).

Solo 2 punti per i biancorossi locali nei primi 3′ abbondanti di terzo quarto. La Germani, nonostante sprechi qualche buona opportunità, riesce, con questa registrata difensiva, a riportarsi a -6 (52-46 al 24′). Brescia continua a giocare una terza frazione di qualità: 18-8 il parziale biancoblù nei primi 7′ per riportarsi a una sola lunghezza di distanza (58-57 al 28′). Outtara si risveglia, il Monaco tiene il comando della contesa e torna a +6 a fine terzo quarto (66-60). E’ l’inizio di un parziale 15-4 a cavallo dei due quarti finali che riporta i locali di nuovo a +10 (72-62 al 32′). Allungo ispirato dalla coppia dei Jones: Lazeric è bravissimo a scardinare la difesa bresciana dal palleggio mentre Jarrod trova punti pesanti nel pitturato portando a scuola di post basso Hamilton e Sacchetti. Diana ferma il gioco e ottiene un sorprendente break dei suoi, ispirato proprio dall’ala losangelina: 13-3 fulmineo e Brescia che ritrova la parità per la prima volta dai primi secondi della sfida (75-75 al 35′). Vitali porta i suoi a +4 ma la partita è lunga: Monaco rimane agganciata al match ma il bolognese è scatenato anche in versione assistman, passando palloni pesanti ai compagni per i canestriche sono decisivi. Brescia vince, Brescia è ancora viva: 86-80 il verdetto finale.

AS MONACO VS GERMANI BRESCIA LEONESSA 80-86 (26-19; 59-39; 66-60)

MONACO: L. Jones 13, Robinson 7, Outtara 19, Hummer 6, Kikanovic 11 (Needham 2, Barry 0, Lacombe 3, J.Jones 17, Joseph 2, Loubaki n.e.). All: Filipovski

BRESCIA: Vitali 17, Allen 22, Abass 13, Hamilton 11, Beverly 4 (Mika 7, Sacchetti 5, Moss 3, Laquintana 1, Ceron 3, Zerini 0, Caroli n.e.). All: Diana

MVP BASKETINSIDE: Luca Vitali

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy