EUROCUP: a Ulm non c’è storia, il Ratiopharm ha vita facile contro la Reyer

EUROCUP: a Ulm non c’è storia, il Ratiopharm ha vita facile contro la Reyer

Commenta per primo!

 

 

ULM – Doveva essere un giorno storico per la Reyer, tornata in Europa dopo quasi 34 anni, e invece il debutto in Eurocup si è trasformato in un incubo: mai in partita gli uomini di Recalcati, scesi in campo sin dalla palla a due con un atteggiamento rivedibile e timoroso. La vera festa è andata avanti prima, durante e dopo la partita sugli spalti della Ratiopharm Arena dove un centinaio di tifosi giunti dalla laguna ha accompagnato a suon di cori e canti i propri beniamini.

Con Green rimasto a Mestre per curare un fastidio muscolare agli adduttori e Viggiano a mezzo servizio, Venezia ha perso le (poche) sicurezze che già aveva in attacco con il regista di Philadelphia. Ruzzier, con molti minuti a disposizione, non ha sfruttato la ghiotta occasione e la Reyer è andata completamente allo sbando: Goss – gravemente insufficiente – è apparso confusionario in molte scelte d’attacco e in ritardo di condizione, stesso discorso vale pure per Peric e Ress, nulli in attacco ed opachi anche in fase difensiva. Gli unici a salvarsi dalla disfatta odierna sono risultati Bramos (top scorer con 17 punti) ed Ortner, il solo in grado di lottare adeguatamente nell’area colorata con i pariruolo avversari, ormai diventata terra di conquista per tutte le squadre che stanno affrontando Venezia in questo avvio di stagione: 41-31 il conteggio dei rimbalzi, oltre al 65% da 2 concesso al Ratiopharm (in prevalenza ai lunghi arancioneri).

La Reyer ha sofferto in modo disarmante l’atletismo dei padroni di casa: Morgan, mvp dell’incontro, ha dominato contro un impalpabile Owens mentre Neumann dalla panchina ha offerto un contributo molto importante nelle fasi centrali del match. Gli esterni statunitensi Kane e Rubit hanno dal canto loro contribuito in modo determinante ad allargare la forbice già nei primi 20′ (45-28) consentendo ad Ulm di mettere in ghiaccio la partita già all’intervallo lungo. All’inizio del 3* quarto Venezia ha trovato un Bramos ‘on fire’ dall’arco ma l’intensità difensiva è rimasta la medesima delle prime due frazioni di gioco, vanificando così quanto di buono combinato dall’ex Pana in attacco. Nell’ultimo periodo i tedeschi hanno consolidato il gap, continuando a bucare con estrema facilità la retina orogranata e chiudendo la pratica sull’87-68 finale.

Venezia scenderà in campo domenica all’ora di pranzo contro Torino: per gli uomini di Recalcati l’occasione del riscatto in campionato, ma i segnali restano davvero preoccupanti.

 

RATIOPHARM ULM 87-68 UMANA REYER VENEZIA (22-14, 45-28, 66-52)

Ratiopharm Ulm: Guenther 3, Ferner 5, Morgan 22, Arco 9, Neumann 10, Butler 6, Rubit 12, Rohwer, Brembly 5, Kramer 3, Kane 12.
Umana Reyer Venezia: Peric 4, Goss 7, Bramos 17, Tonut 7, Jackson 8, Ruzzier 7, Owens 4, Ress, Ortner 14, Viggiano.

MVP BASKETINSIDE.COM: Raymar Morgan (22 punti, 10 rimbalzi, 5 assist, 4 falli subiti, 3 recuperi, 1 stoppata, 41 di valutazione in 24′).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy