EUROCUP: Brindisi perde ma abbandona a testa alta la competizione

EUROCUP: Brindisi perde ma abbandona a testa alta la competizione

Commenta per primo!

ALBA BERLINO 80-79 ENEL BRINDISI (18-28; 42-41; 62-63)

Era una partita che poteva avere un senso solamente in caso di sconfitta di Le Mans, cosa che non è avvenuta e pertanto lo spettacolo a cui ha assistito il pubblico della Mercedes Benz Arena non ha cambiato in alcun modo il destino europeo delle due squadre. Alla fine l’hanno spuntata i padroni di casa grazie al canestro quasi a fil di sirena Loncar che nega anche l’ultima gioia europea all’Enel Brindisi.

LA CRONACA – L’avvio di partita dell’ultima partita di Brindisi in Eurocup non è straordinario dal punto di vista dello spettacolo, ma l’Enel parte bene con un 4-0 di parziale. L’Alba Berlino si sblocca con il gioco da tre punti di Cherry dopo quasi tre minuti di gioco, ma le palle perse penalizzano molto la compagine di casa che trova punti solamente dal suo numero 22 che trascina i suoi al sorpasso sul 5-4. Adrian Banks, con la sua reattività, riporta in un amen i pugliesi a +5 (11-6) che spinge Obradovic a chiedere timeout. Al ritorno in campo l’Enel riesce a toccare la doppia cifra di vantaggio chiudendo i primi dieci minuti in vantaggio per 28-18.

Il secondo quarto è quello che vede l’Alba Berlino entrare in partita e recuperare lo scarto accumulato nella prima frazione di gara. Come nel primo quarto, anche l’avvio di secondo quarto non è caratterizzato da grandissima prolificità da parte degli attacchi e ciò permette alla squadra che insegue di rientrare e trovare addirittura il vantaggio sul 31-30. Brindisi tiene botta e non consente ai tedeschi di prendere il largo. Alla fine del primo tempo i padroni di casa conducono per 42-41.

Il terzo quarto si apre con un 7-0 di parziale da parte dell’Alba Berlino che regala ai berlinesi il loro massimo vantaggio fino a quel momento sul 49-41. Kadji interrompe il parziale avversario e da il via ad un contro parziale di 11-0 propiziato da Adrian Banks. Dopo un botta e risposta tra le due formazioni, l’Enel prova ancora una volta la fuga con Banks che trascina i suoi fino al +5 sul 59-54. Jordan Taylor spinge i suoi al nuovo rientro, ma i pugliesi riescono a chiudere il terzo quarto di gioco in vantaggio per 63-62.

In avvio di quarto quarto Cherry riporta avanti nel punteggio l’Alba, ma la partita resta sui binari dell’equilibrio. Il botta e risposta tra le due squadre dura parecchi minuti, minuti in cui sostanzialmente si segna a tutti i possessi. In seguito al quinto fallo di Gagic Cherry ha la possibilità dalla lunetta di portare i padroni di casa a +3 (76-73), ma Brindisi, con una bellissima tripla di Reynolds, risponde immediatamente. Loncar fa 2/2 dalla lunetta portando i suoi in vantaggio di un punto sul 78-77, ma Kadji risponde immediatamente. Dopo il timeout l’Alba Berlino ha 22’’ per cercare il canestro della vittoria che arriva dalle mani di Loncar che raccoglie il rimbalzo dopo un tiro sbagliato da Milosavljevic. Alla fine vince l’Alba Berlino per 80-79.

ALBA BERLINO: Taylor 18, Milosavljevic 14, Loncar 13

ENEL BRINDISI: Banks 27, Reynolds 21, Kadji 13

CLASSIFICA

Gran Canaria 7-2
Ludwigsburg 7-3
Reggio Emilia 6-3
Alba Berlino 5-5
Le Mans 3-7
Brindisi 1-9

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy