EUROCUP: Esordio casalingo amaro per Brindisi, uno scatenato McKee affonda l’Enel

EUROCUP: Esordio casalingo amaro per Brindisi, uno scatenato McKee affonda l’Enel

Commenta per primo!

Un’Enel Brindisi priva del suo play titolare, Reynolds, perde la seconda partita di Eurocup all’esordio nel PalaPentassuglia. In fase di regia la sua assenza si è sicuramente fatta sentire, escluso il terzo quarto, dove Brindisi è riuscita a trovare la giusta quadratura in attacco e una buona intensità difensiva, per il resto del match l’Enel ha decisamente sofferto la supremazia fisica dei suoi avversari, concedendo anche troppi rimbalzi.

Il primo quarto ha visto la squadra francese sicuramente superiore a Brindisi, in difesa un’ottima zona che l’Enel ha tanto faticato ad attaccare, in avanti è riuscita ad attaccare spesso con isolamenti la difesa avversaria con ottimi risultati e tiri ad alta percentuale. Nel secondo quarto Le Mans cambia la difesa ma la storia non cambia, la grande intensità, forse anche eccessiva e lo strapotere fisico dei francesi si sente su tutti i lati del campo, in difesa, in attacco e anche al rimbalzo, per Brindisi poche idee in avanti e tanti tiri sbagliati. Il terzo quarto una Brindisi rinvigorita da un Kadji che inizia a suonare la carica dei suoi che aumentano l’intensità difensiva e concedono pochi punti a LeMans (solo 10), in avanti prendono fiducia e con ottima circolazione di palla riescono a trovare la via del canestro. Nell’ultimo quarto probabilmente sono risultate decisive le triple messe a segno da Lofton ma sopratutto dall’MVP McKee, che ha letteralmente tagliato le gambe alla squadra pugliese che pian piano si è spenta e ha perso lo smalto soprattutto difensivo che l’aveva contraddistinta nel terzo quarto. Oltre all’assenza di Reynolds a Brindisi è mancato l’apporto di Kadji un pò sottotono quest’oggi, ma è mancato anche lo smalto di Banks. Positiva invece la prestazione di Gagic, ancora indietro con la condizione ma in ripresa, i suoi 5 punti nel terzo quarto avevano riacceso le speranze dell’Enel.

STARTING FIVE

ENEL BRINDISI: Cournooh, Banks, Scott, Zerini, Milosevic

LE MANS SARTHE BASKET: McKee, Amagou, Gelabale, Cornelie, Yarou

CRONACA

Primo quarto: Pick & roll Cournooh Zerini, che scarica fuori all’isolato Banks, ringrazia e mette dentro la tripla, buon arresto e tiro sempre di Banks, dall’altra parte Gelabale fa la differenza e i suoi compagni cercano spesso l’uno contro uno spalle a canestro, 9-9 a 4’28”. Brindisi non riesce a contenere gli avversari a cui troppo spesso concede facili tiri, in avanti soffre la zona e non riesce ad attaccarla nel migliore dei modi, la mancanza di Reynolds in cabina di regia si sente. Dopo una tripla di Amagou Bucchi richiama i suoi, 9-18 a 7’48”. Entra Harris e con una tripla e un ottimo arresto e tiro riesce a bucare la zona avversaria, nell’ultima azione cerca di entrare ma la difesa chiude bene e il tiro non entra, 17-22.

Secondo quarto: Le Mans inizia con la difesa a uomo e con un’ottima pressione e intensità, forse anche eccessiva, la differenza fisica si sente. Cournooh con una tripla cerca di tenere a galla i suoi, ma ci pensa subito il neo acquisto di Le Mans Lofton con due triple a portare gli ospiti il vantaggio a 12 punti, 22-34 a 15’10”. Brindisi continua a sbagliare tanto, e dall’altra parte James e McKee segnano con continuità, bell’assist di Gagic per Milosevic che lasciato colpevolmente solo schiaccia e mette dentro due punti preziosi, 26-39 a 19′. Il quarto termina con un canestro dei francesi e un errore al tiro sulla sirena da metà campo di Harris, 26-41.

Terzo quarto: Ottimo gioco Kadji Cournooh Zerini che sotto canestro da solo appoggia a canestro, dall’altra parte però un buon Gelabale e una tripla di Cornelie portano i francesi sul 32-47 a 24′. Le due squadre sbagliano tanto e Brindisi si sblocca grazie a un tiro libero di Banks, al rimbalzo è sempre la stessa storia. Kadji in uno contro uno tira in sospensione in allontanamento e segna altri due punti, sempre lui con una tripla sveglia il PalaPentassuglia e a suonare la carica 38-47 a 27′, Brindisi ora c’è e ci crede. Gagic si sveglia negli ultimi minuti segnando 5 punti importantissimi, l’ultimo tiro del quarto è di Lofton che sbaglia, 45-51, solo due punti da recuperare per un’Enel che ora sembra crederci.

Quarto quarto: Una tripla di Lofton risveglia i francesi, Harris risponde prontamente, ma è ancora Le Mans, con McKee, a mettere dentro due triple, 53-62 a 34′, timeout chiamato da Bucchi. La squadra pugliese sembra essersi di nuovo spenta, l’aggressività difensiva è calata, dopo due falli un pò ingenui è Bonus e tiri liberi regalati, ma anche le idee e la freschezza in attacco sembra essere sparita, dopo un canestro di James 57-67 a 37′. Negli ultimi minuti tanti falli e tiri dalla lunetta per entrambi le squadre, una palla persa di Cournooh spegne le speranze di rimonta del Brindisi che perde la sua seconda partita in Eurocup, 65-72 il punteggio a fine partita.

MVP Basketinside.com: McKee (24punti)

BRINDISI – LE MANS 65 – 72

Parziali: 17-22, 26-41. 45-51, 65-72

Brindisi: Banks 8, Scott 7, Cournooh 8, Harris 17, Cardillo, Milosevic 6, Pacifico, Gagic 6, Zerini 4, Marzaioli, Kadji 9. All. Bucchi

Le Mans: McKee 24, Bengaber, Lofton 6, Konate 4, James 10, Dally, Cornelie 5, Yarou 7, Gelabale 11, Amagou 5, Fall. Coach E. Kunter

Fotogallery a cura di Vito Massagli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy