EuroCup, Gruppo D – Trento apre con la vittoria in casa contro l’Asvel

EuroCup, Gruppo D – Trento apre con la vittoria in casa contro l’Asvel

L’Aquila fa il suo ritorno nella seconda competizione continentale con una vittoria al PalaTrento contro l’Asvel Villeurbanne. Ottima prova di squadra per i padroni di casa

Commenta per primo!

Gran prova corale della Dolomiti Energia Trentino che ottiene il primo successo stagionale in EuroCup sul campo di casa, contro i 18 volte campioni di Francia dell’Asvel Villeurbanne. La squadra di Tony Parker non è mai riuscita a prendere in mano la partita, che è stata controllata nel primo tempo da Sutton e Behanan, autori di 28 punti in due nei primi 20′ di gara, e nel secondo tempo dal duo Flaccadori-Shields.

Dolomiti Energia Trentino 85-75 Asvel Villeurbanne

Parziali: 25-18; 46-41; 64-54

Trento parte male, andando subito sotto, con la tripla di Noua che vale il 2-8 per gli ospiti. La scossa arriva con le schiacciate di Behanan prima e Sutton, assoluto protagonista del primo quarto, poi. Il pubblico di casa si accende e arriva subito il pareggio, proprio grazie a due liberi dell’ala americana. Da questo momento gli aquilotti si accendono, cominciando a trovare ritmo in attacco e andando spesso a concludere sopra al ferro. Behanan segna il 16-12 e subito Silins ruba sulla rimessa, segna il +6 e induce coach Jackson a chiamare il primo timeout. I francesi riducono il gap, ma il coast to coast di Sutton e i liberi di Gomes e Flaccadori valgono il 25-18 che chiude il primo quarto.

L’inizio del secondo parziale è caratterizzato dalla tanta fretta di entrambe le squadre, che causa dei pessimi attacchi e una serie di tiri rivedibili. Sblocca il risultato Flaccadori andando a subire fallo: realizza un solo tiro libero, che vale però il massimo vantaggio (26-18 al 12′). L’Asvel rientra subito con l’arresto e tiro di Harper e i due liberi realizzati da Roberson, causati da un ingenuo fallo antisportivo di Franke. L’olandese si rifà con un tiro dalla distanza, ma gli ospiti accorciano ancora con Watkins e Roberson (28-26), costringendo Buscaglia a spendere un timeout. Trento soffre mentre Forray riposa, vista l’assenza di Gutierrez, ma con il ritorno del messicano si presume che il problema sarà risolto. Nel frattempo ci pensa Sutton a condurre il contropiede, servendo Behanan che chiude con una schiacciata. Subito dopo Franke sblocca anche il tiro dalla distanza, Trento va avanti 33-27 e Jackson chiama il secondo timeout della sua partita. Dopo il minuto di sospensione la musica non cambia, Shields penetra e segna col fallo, Flaccadori e Forray rubano due palloni facendo inchiodare Behanan in contropiede e la Dolomiti Energia ottiene il massimo vantaggio a quota 40-28, arriva però immediato il controparziale firmato da David Lighty, grande ex della partita, che accorcia le distanze (42-35 al 18′). Behanan continua a segnare in ogni modo, anche da tre, e ridà ai suoi la doppia cifra di vantaggio, ma nell’ultimo minuto e mezzo Trento cala di attenzione e gli ospiti rimontano e una tripla all’ultimo secondo di Harper porta le squadre negli spogliatoi sul punteggio di 46-41.

L’approccio dei padroni di casa al rientro in campo è dei migliori, Forray e Flaccadori siglano in fretta il +9, ma è immediato il mini-break francese, con Kahudi e Nelson che accorciano 50-45. La Dolomiti Energia non lascia però le redini della partita e, trovando in Franke e Baldi Rossi due importanti interpreti, torna quattro volte sul +10, l’ultima con il passo e tiro dell’esterno olandese sul finale della terza frazione.

A 10′ dalla fine i trentini sono avanti 64-54, ma bastano due minuti per vedere l’Asvel rientrare: Lange, Nelson e Kahudi riportano la gara in equilibrio, sul 64-62. Forray si guadagna un tecnico e Flaccadori segna due liberi importanti. Buscaglia mette la zona, che viene subito battuta dall’arresto e tiro di Lighty, salvo poi dare i suoi effetti. Behanan segna in fadeaway e poi serve un grande assist per Flaccadori, Shields subisce fallo e fa 2/2, mentre Villeurbanne non riesce a trovare la via del canestro: è di nuovo +10 per i padroni di casa che sfruttano il supporto dei tifosi continuando a trovare soluzioni semplici. Shields segna altri due canestri facili per il 79-76, dimostrando di avere ottime doti per giocare lontano dalla palla. Lighty e Slaughter accorciano a -8 con due minuti sul cronometro, ma Trento gestisce bene il pallone e Flaccadori penetra sul fondo e inchioda, chiudendo virtualmente la partita. I canestri di Lighty e Sutton servono solo per sistemare la differenza punti, importante per la fase a gironi e Trento la porta a casa con il punteggio di 85-75.

TRENTO 85 VILLEURBANNE 75

Dolomiti Energia Trentino: Franke 9, Sutton 13, Silins 2, Baldi Rossi 8, Forray 5, Flaccadori 11, Gutierrez ne, Gomes 5, Behanan 19, Lechtaler, Shields 13. / All. Maurizio Buscaglia.

Asvel Villeurbanne: Kahudi 7, Slaughter 5, Kaba 1, Lang 2, Noua 10, Nelson 11, Roberson 4, Watkins 6, Lighty 17, Harper 12. / All. John David Jackson.

Arbitri: R. Vyklicky, M. Vojinovic, N. Van Den Broeck.

Fotogallery a cura di Guido Pavoni

Behanan

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy