EUROCUP: la Dinamo cade in Ungheria, vince Szolnoki Olaj

EUROCUP: la Dinamo cade in Ungheria, vince Szolnoki Olaj

Commenta per primo!

Inizia malissimo l’avventura in Eurocup della Dinamo Banco di Sardegna Sassari che cade a sorpresa sul capo degli ungheresi del Szolnoki Olaj. La squadra campione d’Italia si inchina per 86-75 contro la squadra forse meno attrezzata del girone proseguendo la serie nera in Europa dopo la disastrosa partecipazione di Eurolega. I sardi provano fino alla fine a tenere botta ai campioni di Ungheria, ma senza mai troppo impensierire la squadra di casa sospinta da un ottimo apporto di squadra con Burrell (15pt), Vojvoda (20pt) e Milosevic (19pt) assoluti protagonisti. Troppi gli errori della squadra allenata da Calvani che vede in Eyenga (23) Formenti e Haynes i massimi terminali offensivi con Logan e in particolar modo Petway incappati in un’altra serata “No”. Ora la sfida casalinga della prossima settimana con il Galatasaray diventerà già uno spareggio.

1° QUARTO:

Partono bene i padroni di casa campioni d’Ungheria che con Kelle e Burrel provano a scappare sull’11-5, Sassari prova una reazione con Eyenga, ma Milosevi con due canestri di fila prova lo strappo lanciando i suoi sul primo vantaggio in doppia cifra (18-8). La Dinamo con 1/7 da 3 e un 2/8 da 2 delude ancora in attacco con Milosevic e Wittmann che non perdonano chiudendo il tempo 23-8 per il Szolnoki.

2° QUARTO:

Eyenga trova il primo canestro del tempo, Sacchetti ricuce ancora lo strappo (25-12), ma lo scatenato Vojvoca e Gregory mantengono agevolmente avanti gli ungheresi. Per Sassari c’è solo Eyenga con Logan bloccato su uno 0/4 da 3 e Stipcevic impreciso dai 6.75, è proprio l’americano a riportare a -9 Sassari che si carica, ma viene subito rispedita indietro da Kovaks e Milosevic, letali da 3, che rilanciano Szolnoki sul nuovo +15 (37-22). Nel finale Logan trova finalmente la bomba e Hynes il canestro allo scadere che tengono acceso il match con il 41-30 finale.

3° QUARTO:

Parte alla grande la compagine campione d’Italia che ritrova in Formenti, Haynes e Logan i punti decisivi che valgono il 46-41, con Eyenga (0/3) che sbaglia il libero del -4. Sassari però si spegne nuovamente quando sembra poter fare la voce grossa: Lypovyy, Wittmann, Gregory e Milosevic piazzano un nuovo parziale di 10-2 che vale il 56-43. Il finale ritrova un protagonista fino a quel momento spento MarQuez Haynes che con 7 punti personali riavvicina i sardi fino al -7, dopo che gli ungheresi erano tornati anche sul +15, chiudendo il tempo sul 61-54.

4° QUARTO:

Nell’ultimo quarto ogni tentativo sassarese viene reso vano da un Szolnoki sublime capace di rispedire al mittente ogni tentativo di rimonta. Vojvoda, Burrell e Milosevic mettono in ginocchio una Dinamo a tratti capace di rientrare, ma troppo disattenta in attacco. Haynes, ultimo a mollare prova a riavvicinare i sardi sul -7, ma Kovac e Burrell la chiudono definitivamente. Nel finale Sassari prova a ricucire qualche punto, per ridurre la differenza canestri, ma l’impeto ungherese non si placa: finisce 87-75.

 

Szolnoki Olaj 86 – 75 Dinamo Sassari

Szolnoki Olaj: Burrell 15, Keller 4, Wittmann 11, Vojvoda 20, Lypovyy 2, Somogyi, Borisov 3, Peringer, Zsiros, Milosevic 19, Kovacs 5, Gregory 7
Coach Peter Port
Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Haynes 18, Petway 2, Logan 7, Formenti 12, Devecchi, Alexander, D’Ercole, Marconato, Sacchetti 3, Stipcevic, Eyenga 23, Varnado 10.
Coach Marco Calvani

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy