EUROCUP: Ludwigsburg in rimonta spegne Venezia

EUROCUP: Ludwigsburg in rimonta spegne Venezia

Commenta per primo!
https://c1.staticflickr.com/

MHP Riesen Ludwigsburg – Umana Reyer Venezia  94-84  (18-23; 44-45; 66-64)

Nel terzo turno delle Last 32 di Eurocup, il Ludwisburg trova la prima vittoria mentre Venezia subisce la seconda sconfitta.  Quando sembrava tutto facile per i ragazzi di Recalcati, quelli di Jackson non si sono abbattuti. Con tanta pazienza hanno mantenuto la calma e hanno ribaltato una partita che sembrava già compromessa. Venezia butta via il buon lavoro svolto nei primi due quarti.

CRONACA – Buona partenza per entrambe le squadre, ben presto però Venezia prende il sopravvento. Bramos trova la prima tripla ad appena un minuto e mezzo dall’inizio della partita. Poco dopo Ress, subendo fallo, segna un canestro complicato, ma sbaglia il tiro libero (7-6). Bramos infila un’altra bomba da tre e lancia i suoi sul 8-10. Sempre il veneziano ruba palla e si dirige in contropiede in solitaria verso il canestro avversario (11-16). Con i suoi ragazzi in difficoltà, coach Patrick é costretto a chiamare un timeout. Ad un minuto dalla fine  Brockman segna il 13-21. Cotton trova altri due punti fondamentali per accorciare le distanze proprio in chiusura della frazione (18-23).

La reazione dei tedeschi non si fa attendere ed iniziano a tirare soprattutto dalla lunga distanza, scelta vincente, in quanto le tante triple segnate gli hanno consentito di rimanere in scia degli ospiti. Venezia non rimane a guardare  e ci pensa Ruzzier a ristabilire il distacco (20-26). Malekowski firma  il  -1 (25-26), ma i numerosi errori di palleggio dei padroni di casa compromettono tante azioni. Dall’altra parte Venezia rischia molto a causa delle tante palle perse. Owens, servito magistralmente da Tonut, è autore di una bella schiacciata che vale il 39-45. Quando manca poco meno di un minuto all’intervallo lungo,  il finlandese Huff mette a referto una tripla riportando così i suoi compagni di nuovo sotto solo di una lunghezza (44-45).

I primi punti del terzo quarto portano la firma di Ress (44-48). Goss sale in cattedra, scalda il braccio,  e mette a segno tre triple personali consecutive 54-59. I tifosi veneti iniziano a farsi sentire nonostante siano in netta minoranza. Il Ludwisburg è in evidente difficoltà, ciononostante riesce comunque a rimanere in scia  ai veneziani. Per i casalinghi, si mette in evidenza Boone che prima segna il -2 (58-60) e poi  con una schiacciata è autore del sorpasso sugli ospiti (66-64).

I tedeschi rientrano così in gara e colgono di sorpresa gli italiani, in totale confusione. Sotto 68-64, Recalcati chiama un timeout per smorzare il ritmo ai padroni di casa. È ancora Boone  a siglare altri punti trovando il massimo vantaggio (70-64).  Nella formazione veneta, Owens  è l’ultimo a non mollare, sfoga la sua rabbia con una violenta schiacciata (70-66), e poco dopo recupera un rimbalzo e mette a referto un altro canestro (74-73). Con tre triple di fila,  prima Cotton, poi Huff e di nuovo Cotton, i giocatori di Jackson spezzano le gambe e il morale ai veneti (89-79), quando macano poco più di due minuti alla fine dell’incontro. È Walekowski a chiudere definitivamente i conti con l’ennesima bomba da tre che spegne le speranze di rimonta di Venezia, fermando il tabellone sul 94-84.

BASKETINSIDE MVP: Tekele Cotton

TABELLINI:

LUDWIGSBURG: McGray, Loesing 14, Trice 4, Walekowski 9, Brockman 16, Cotton 17, Johnson 14, Munoz 3, Boone 11, O’Neale 4, Huff 8, McNaughton. Coach: John Patrick

VENEZIA: Goss 11, Bramos 13, Tonut, Jackson, Green 16, Ruzzier 5, Owens 17, Ress 15, Ortner 7, Viggiano. Coach: Carlo Recalcati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy