EUROCUP: Milano lotta 25′ poi si sfalda, l’Alba scappa via

EUROCUP: Milano lotta 25′ poi si sfalda, l’Alba scappa via

Commenta per primo!

ALBA BERLINO – EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 83 – 67 (25-21, 41-40, 60-52)

Milano prova a battersi alla pari con l’Alba Berlino, ma ci riesce solo per 25′, prima che i gialloblu scappino via e si assicurino la prima gara della seconda fase di Eurocup. Finisce 83-67 una sfida molto fisica e tosta, che ha visto l’Olimpia allontanarsi dopo 7′, prima di rialzarsi e tornare a contatto ed anche in vantaggio, grazie ad un ottimo McLean ed una difesa arcigna. Nella ripresa, però, maglie troppo larghe dietro e pessimi attacchi, con gli uomini di S.Obradovic che hanno preso in mano la gara, guidati da un sublime Dragan Milosavljevic, cecchino dalla lunga e concreto in ogni aspetto.

QUINTETTO BASE: Cherry, Vargas, Milosavljevic, Loncar, Kikanovic
QUINTETTO BASE: Cinciarini, Lafayette, Jenkins, Macvan, Barac

CRONACA – Bell’inizio di gara a Berlino, con mani caldissime fin da subito: è 7-8 dopo 2′ e mezzo di gioco. Milano inizia con Gentile in panchina, mentre l’Alba sfrutta la maggiore fisicità sotto canestro e con i punti di Loncar e Cherry prova a scappare via (16-8 al 5′, time-out Repesa). Chiuso il break 9-0, l’EA7 prova a rientrare in partita, ma viene tenuta a distanza da Akpinar. L’attacco biancorosso resta inceppato ed è quindi la difesa a salire di livello: l’Alba arriva sì a +12 (25-13), ma si ferma a quota 25, mentre l’Olimpia rosicchia sempre più e chiude a -4 la prima frazione (25-21 al 10′).

La difesa di Milano continua ad essere di spessore anche ad inizio secondo quarto: ottimi scivolamenti, gran presenza di McLean a rimbalzo e punti nelle mani dello stesso n° 1, di Barac e di Simon, con il sorpasso completato al 13′ sul 29-30. Una volta rientrata in corsa l’EA7 resta a contatto senza fatica, dando vita ad una serie di sorpassi e contro-sorpassi. Punteggio equilibrato, sul 38-38 al 18′, con ancora note liete soprattutto dalla difesa, dal grande ex della gara, McLean (MVP degli scorsi playoff di Bundesliga) ma anche da Macvan e dall’ancora convalescente Gentile. Al 20′ è 41-40.

Tinte gialle a colorare l’inizi di ripresa: è Cherry a trovare 5 punti per il +6 Alba contro l’immobilismo milanese. A peggiorare le cose arriva anche il 4° fallo di Macvan già al 24′, con i tedeschi che chiudono bene l’area e l’Olimpia che non trova il canestro dalla lunga (48-43 al 24′). Time-out Repesa, ma Akpinar affonda ancor di più il colpo e riporta in doppia cifra il vantaggio Alba (53-43 al 25′). La fortuna biancorossa è quella di avere in ottima forma McLean: mini-break e Olimpia a -6. Resta comunque in saldo controllo la squadra di S.Obradovic, con la tripla di Milosavljevic a fine periodo a fissare il punteggio sul 60-52 al 30′.

Kikanovic e Milosavljevic vorrebbero ammazzare subito la partita, ma ancora lui, McLean, non è d’accordo: Olimpia a -7, ma è un perfetto Milosavljevic a spingerla a –12 (70-58 al 33′). In un girone così corto e con 3 squadre che partono “alla pari” diventa fondamentale anche lo scarto nel doppio confronto: McLean e Macvan, con sprazzi di Lafayette, provano a ricucire lo strappo, ma Cherry e Milosavljevic sono pressochè infallibili (78-65 al 37′). L’EA7 si sfalda totalmente in difesa e sparacchia a caso in attacco: ci va a nozze l’Alba, che arrotonda pesantemente il punteggio, infliggendo un –16 a Milano. Il finale è 83-67.

BASKETINSIDE MVP: DRAGAN MILOSAVLJEVIC

TABELLINI:
BERLINO: King 0, Akpinar 11, Kikanovic 16, Loncar 4, Vargas 6, Liyanage n.e., Wohlfarth 0, Milosavljevic 23, Cherry 15, Zylka n.e., Turudic n.e., Watt 8. Coach: S.Obradovic.

MILANO: McLean 18, Lafayette 5, Gentile 9, Amato n.e., Cerella n.e., Macvan 13, Magro n.e., Cinciarini 5, Jenkins 3, Barac 6, Simon 8. Coach: Repesa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy