EuroCup, QF G1 – Non sbagliano le favorite, decisivo il fattore campo

EuroCup, QF G1 – Non sbagliano le favorite, decisivo il fattore campo

Vediamo cosa è successo nelle gare 1 dei quarti di finale ricordando che si gioca al meglio delle tre partite.

di Simone Franco

Grande equilibrio e punteggio finale molto basso a Istanbul dove il Darussafaka supera con sole tre lunghezze di vantaggio il Buducnost Podgorica. Dopo un primo tempo punto a punto chiuso sul 27-26, i padroni di casa sono riusciti a piazzare un break di 19-9 nel terzo periodo fino a portarsi sul +11 ma i montenegrini sono stati bravi a reagire fino a tornare in parità sul 52 a poco più di un minuto dalla fine. Una tripla di Wilbekin e due tiri liberi di Johnson insieme agli errori di Ivanovic e Popovic hanno fissato il punteggio sul 57-54 conclusivo consentendo al Darussafaka di portarsi in vantaggio nella serie.

Continua la marcia trionfale del Lokomotiv Kuban di Krasnodar che mantiene l’imbattibilità stagionale in Eurocup battendo sul proprio parquet Gran Canaria al termine di una gara anche questa molto equilibrata. Il primo tempo è stato giocato molto meglio dagli spagnoli i quali hanno segnato ben 47 punti e sono andati al riposo lungo con otto lunghezze di vantaggio. Nel terzo periodo le cose non sembrano cambiare poi però negli ultimi 2’30” il Lokomotiv con un parziale di 8-1 riesce a raggiungere gli avversari sul 59-59. Gran Canaria non si lascia intimorire e torna avanti di 7 sul 63-70 a 4’39” dalla sirena conclusiva ma a questo punto i russi, trascinati da Kulagin e soprattutto da Ragland, con un break di 10-0 si portano sul +3. Gran Canaria non ci sta e trova di nuovo la parità con una tripla di Radicevic ma nel finale il Lokomotiv è molto più cinico e preciso e chiude sul 79-74.

Anche il Bayern Monaco fa valere il fattore campo superando l’Unics Kazan al termine di una gara molto equilibrata nella prima metà chiusasi sul 33-32. Nel terzo periodo i tedeschi sono riusciti ad allungare sul +10 al 25′ ma nel finale di quarto la situazione è tornata in bilico (55-52). Decisivi allora sono stati i primi minuti dell’ultimo tempino nei quali il Bayern ha piazzato un parziale di 9-2 che ha creato un distacco mai più colmato dalla formazione russa la quale alla fine ha dovuto cedere di 8 lunghezze sull’83-75.

Infine la Grissin Bon Reggio Emilia supera con pieno merito e piuttosto nettamente lo Zenit San Pietroburgo.
Venerdì si disputeranno le gare 2 a campi invertiti e potremmo forse già sapere il nome di qualche semifinalista.

Risultati:

Lokomotiv Kuban Krasnodar-Herbalife Gran Canaria 79-74
Lokomotiv Kuban: Kulagin 20, Collins 17, Qvale 12 (4/4 da due)
Gran Canaria: Rabaseda 11 (3/4 da tre), Radicevic 11 , Mekel 10

Darussafaka Istanbul-Buducnost Podgorica 57-54
Darussafaka: Johnson 17, Wilbekin 16, Bell 10
Buducnost: Ivanovic 12, Nikolic 12+10r, Gordic 10

Bayern Monaco-Unics Kazan 83-75
Bayern: Booker 16 (6/6 da due), Cunningham 14, Lucic 14 (5/6 dal campo)
Unics Kazan: Colom 22 (5/7 da tre), Lasme 13, Smith 13

Grissin Bon Reggio Emilia-Zenit San Pietroburgo 75-61
Reggio Emilia: Reynolds 19+11r (9/10 da due), Della Valle 15, Wright 12
Zenit: Karasev 19, Gordon 12, Griffin 10

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy