EUROCUP, SF, A: cuore Trento, Strasburgo espugnata di 6 lunghezze!

EUROCUP, SF, A: cuore Trento, Strasburgo espugnata di 6 lunghezze!

Non finisce di stupire la Dolomiti Energia Trento, che producendo una prestazione solida e coraggiosa riesce a sbancare la Rhenus Sport di Strasburgo di 6 lunghezze, bottino da cui si ripartirà Mercoledì 6 nella semifinale di ritorno.

STRASBURGO 68–74 DOLOMITI ENERGIA TRENTO (16-31, 21-9, 14-19, 17-15)

Non finisce di stupire la Dolomiti Energia Trento, che producendo una prestazione solida e coraggiosa riesce a sbancare la Rhenus Sport di Strasburgo di 6 lunghezze, bottino da cui si ripartirà Mercoledì 6 nella semifinale di ritorno. Trento riesce a passare lì dove erano cadute corazzate come il Real Madrid e il Fenerbahçe, rubando subito l’inerzia del match grazie a un primo quarto di impressionante intensità, iniziato con un 10-2 di parziale e chiuso sul 16-31, in cui l’impatto rovente di Forray (subito 3\3 dall’arco) è dinamite sui piani di Collet, che riesce a rientrare nel match cavalcando l’atletismo di Fofana (doppia doppia con 15 punti e 10 rimbalzi) più del talento funambolico della stella Beaubois (9 punti con 3\9 dal campo), e con un parziale di 17-0 guadagna l’intervallo sotto di 3 lunghezze, elastico di distanza che si riproporrà più volte nel corso degli ultimi 2 quarti, assai più equilibrati. Nel finale punto a punto decide la scarsa lucidità dei francesi, che gestendo male qualche possesso regalano dei liberi a Lockett e sono puniti negli ultimi possessi da Poeta e Pascolo, che consentono a Buscaglia di preparare la semifinale di ritorno partendo da 6 punti di vantaggio sui francesi.

La cronaca: Trento è lucida in avvio, e con le bombe di Forray e Wright produce subito un break 10-2 al 3’, costringendo Collet a rifugiarsi in un timeout. Il refrain dei primi minuti non subisce mutazioni, con Trento che sfrutta la mano calda di Forray (3\3 dall’arco) e Strasburgo che con Campbell e Lacombe risponde con la stessa moneta, con il punteggio sul 13-19 al 7’. L’ingresso di Poeta aumenta ancora l’energia di Trento, che sfruttando qualche errore in transizione dei francesi scrive un parziale di 8-0 che la fa volare sul 13-28 del 9’. Wright converte con spazio dalla media, dall’altra parte Beaubois danza nell’area trentina trovando il -15 sul 21-36 del 13’, con Buscaglia che vede i suoi meno lucidi e chiede il timeout. Cavalcando l’atletismo di Fofana e la tripla di Weems, Strasburgo produce un parziale, ancora aperto, di 13-0 che costringe di nuovo Buscaglia al timeout: è un momento delicato per Trento, ora avanti 29-36. La penetrazione di Flaccadori spezza il super parziale di Strasburgo (fermato sul 17-0) dando ai suoi il +5 sul 33-38, con la zona 3-2 di Trento che riesce a rallentare il ritmo forsennato di Strasburgo, meno efficace in attacco, e guadagna l’intervallo avanti di 3 punti, sul 37-40. La grande fiducia oltre l’arco di Weems è l’arma che porta Strasburgo sul 42-44 al 22’, poi 4 punti in serie di Lockett portano ossigeno a Trento che, nonostante grossi problemi nel governare i rimbalzi, guida ancora il match sul 42-48 al 24’. Campbell sfrutta il blocco di Fafana e piazza la bomba del 47-50 al 27’, preludio al salvifico “minuto Poeta”, con il 3 che scrive 5 punti in fila, utili a consentire a Trento di entrare nell’ultimo quarto sul più rassicurante 51-59. Strasburgo lentamente rosicchia parte dello svantaggio grazie alle realizzazioni di Beaubois e Collins, mentre corre il 36’ e il punteggio è sul 60-63. Wright corregge il lay-up corto di Lockett, poi i liberi di Lacombe riaffermano l’elastico dei 3 punti di distanza tra le due compagini, con il 37’ in agguato e Buscaglia che chiama il timeout sul 62-65. Lockett e Fofana convertono parzialmente dalla lunetta, mentre a 1’ dalla sirena è decisivo il recupero di Wright su Collins, che porta i suoi nell’ultimo minuto avanti 66-70. Beaubois costringe Forray al 5° fallo e scrive il 68-70 a 37’’ dalla sirena, con il possesso per Trento. Poeta sfrutta tutti i secondi a disposizione e con un floater in penetrazione segna il +4, dall’altra parte Campbell sbaglia e consente a Trento di giocare l’ultimo possesso, che Pascolo capitalizza consentendo a Trento di mettere 6 punti tra sé e lo Strasburgo. Nel ritorno di Mercoledì prossimo la Dolomiti Energia avrà 6 punti di vantaggio da cui poter ripartire.

STRASBURGO: Collins 4, Beaubois 9, Lacombe 5, Leloup 5, Campbell 11, Ntilikina, Fofana 15, Weems 15, Dupont 4.

DOLOMITI ENERGIA TRENTO: Poeta 7, Pascolo 13, Forray 11, Flaccadori 9, Sutton 2, Lockett 14, Lechtaler 2, Wright 16.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy