EUROCUP: Trento, Buscaglia commenta l’impresa di Saragozza: “Qualcosa di grandioso”

EUROCUP: Trento, Buscaglia commenta l’impresa di Saragozza: “Qualcosa di grandioso”

I bianconeri, guidati dalle sontuose prove di Wright (21), Pascolo (16) e Forray (11) ribaltano il meno due dell’andata e si qualificano per i quarti di finale di Eurocup.

Commenta per primo!

 

I bianconeri, guidati dalle sontuose prove di Wright (21), Pascolo (16) e Forray (11) ribaltano il meno due dell’andata e si qualificano per i quarti di finale di Eurocup.

Una Dolomiti Energia consistente, generosa e mai doma riesce ancora una volta a sorprendere i propri tifosi, infiammandoli d’entusiasmo con un rotondo 79-65 che permette ai ragazzi allenati da Maurizio Buscaglia di ribaltare il meno due subito nel match d’andata degli ottavi di finale di Eurocup al Pabellon Principe Felice, guadagnandosi davanti a un PalaTrento arroventato dal tifo di 2.426 mastini la qualificazione ai quarti di finale della seconda competizione continentale a spese dei CAI Zaragoza.

Così commenta la vittoria coach Maurizio BUSCAGLIA: “Prima di analizzare la gara, lasciatemi dire che abbiamo fatto qualcosa di grandioso, siamo tra le migliori otto squadre d’Europa e dobbiamo goderci quest’incredibile momento. La Dolomiti Energia Trentino stasera ha scritto una grande pagina della sua giovane storia, facendo qualcosa di straordinario per tutto il basket italiano. La squadra ha lavorato con intensità fisica incredibile, difendendo in maniera lodevole in particolare sulla loro linea dei tre punti, riuscendo a farli tirare solamente al 20%. La chiave della partita è stata riuscire a sfruttare l’unica grande differenza statistica tra la Dolomiti Energia Trentino e il CAI Zaragoza, quella relativa alle palle rubate. Con un’aggressività pazzesca, soprattutto sul perimetro siamo riusciti a recuperarne ben nove. Questo ci ha permesso di lavorare meglio nel post-basso, soffrendo magari nel primo tempo, ma costringendo anche il CAI Zaragoza a non avere vita facile nel pitturato. In particolare nel secondo tempo, siamo riusciti a cambiare lato più di una volta facendo tirare sistematicamente chi volevamo: così facendo abbiamo aperto il campo e dato la possibilità a Sanders e agli altri esterni di esprimersi al meglio e dare una grande mano. C’è stato qualche errore di troppo, tra lunetta e perimetro, ma sicuramente almeno per stasera possiamo trascurarli e pensare alla straordinaria impresa che abbiamo compiuto”.

Andreu CASADEVALL (Coach CAI ZARAGOZA): “Il primo tempo è stato molto fisico e duro e entrambe le squadre hanno avuto la possibilità di mettere la testa davanti e fare il break. Sapevamo che la Dolomiti Energia Trentino avrebbe cambiato marcia nel secondo tempo, ma non siamo riusciti ad adottare le giuste contromisure e a giocare la nostra pallacanestro. Abbiamo sofferto troppo le loro penetrazioni e alla fine la Dolomiti Energia Trentino ha meritato di passare il turno”.

FONTE: Uff. Stampa Aquila Basket Trento

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy