EUROCUP: Venezia batte Charleroi e conquista la 2° vittoria in Eurocup

EUROCUP: Venezia batte Charleroi e conquista la 2° vittoria in Eurocup

Commenta per primo!

MESTRE (VE) – Al termine di un’autentica battaglia di nervi alla fine è riuscita a spuntarla l’Umana Reyer: 73-69 il risultato finale a favore della squadra di coach Recalcati ed importante passo verso la qualificazione alle Last32. Non è stata, come detto, una passeggiata: per larga parte dell’incontro costretta a rincorrere, Venezia ha trovato il primo vantaggio al 24′ ed è riuscita poi, seppure in sofferenza, a portare a casa l’intera posta in palio. Spiccano le prestazioni di Bramos, Ortner e di Mike Green, autore quest’ultimo della tripla fondamentale che a 16″ dal termine ha dato un margine di sicurezza ai suoi per affrontare il ricorso al fallo tattico dei belgi nei secondi finali. Per Charleroi, troppo fratelli Baron-dipendenti (40 punti in due), si tratta della 3° sconfitta consecutiva nel Girone C di Eurocup.

Venezia si presenta alla sfida ancora senza Peric (influenza intestinale). Partenza shock per i padroni di casa, subito costretti ad inseguire (0-7 al 3’); il primo canestro degli orogranata porta la firma di Owens. Recalcati inserisce Bramos ed Ortner abbassando così il quintetto: a trarne beneficio è soprattutto Jeff Viggiano, autore di 12 punti (4/6 da 3 punti) nella sola prima frazione di gioco. Ciò non basta per terminare il periodo in vantaggio: Charleroi, grazie alla buona verve dei fratelli Baron (13 punti in due), al 10’ conduce 18-21.

Tripla di Lambot in apertura di secondo quarto, risponde subito Jackson per il nuovo -3 (21-24 al 13’). Gli ospiti continuano a macinare buona pallacanestro e al 16’, dopo un 3/3 dalla lunetta di Lambot (fallo ingenuo di Bramos), toccano il nuovo massimo vantaggio (23-31). Venezia torna a contatto con 5 punti consecutivi di Ortner, poi è Goss a firmare la parità a quota 31. Ma l’ultimo canestro della frazione è di Jimmy Baron: al 20’ Charleroi è avanti 31-33 (Viggiano 12, J.Baron 10).

L’Umana entra con un piglio diverso nel 3° quarto e al 24’ trova il primo vantaggio con una tripla di Bramos (39-37). Un fallo tecnico fischiato a Goss non scompone i ragazzi di Recalcati: Willy Baron impatta sul 43-43 al 26’, poi Bramos ed Ortner combinano un break di 8-0 che permette a Venezia di volare addirittura sul +8 sul finale della frazione (51-43 al 30’).

Subito una tripla di W.Baron ad infuocare gli ultimi 10 minuti di gioco. Tonut è egregio in difesa con due recuperi, poi nell’altra metà campo segna e subisce fallo per il nuovo +8 orogranata (54-46 al 32’). Buono anche l’apporto dell’altro ex triestino Ruzzier che infila la tripla dall’angolo che costringe coach Stas al timeout (57-49 al 33’). I belgi non alzano bandiera bianca, sorretti dai soliti fratelli Baron: a 4’ dalla fine Venezia avanti 61-54. Fallo tecnico per flopping sanzionato a Tonut e gli ospiti ritrovano ulteriore coraggio: Willy Baron fa porta i suoi sul -3 (62-59 al 39’). Fondamentale entrata vincente di Mike Green per il +5 veneziano a 1’38” dalla conclusione (64-59, timeout Charleroi). Ancora W.Baron, in uscita dal minuto di sospensione, a ridurre il gap (64-61 al 39’). Ortner fa ½ ai liberi, dall’altra parte Pumprla con un gioco da 3 punti ricuce fino al -1 (65-64 a 40”). Nel momento più difficile ci pensa Mike Green a togliere le castagne dal fuoco: tripla del play di Philadelphia a 16” per il 68-64. Ma non è finita: un’altra bomba di W.Baron a dare a Charleroi il -1 a 12” dal termine (68-67), i belgi ricorrono al fallo tattico e Goss fa ½ (69-67 a 10”). J. Baron corre prova un tiro veloce ma viene fermato da Goss: l’ex Roma converte solo il secondo libero a disposizione (69-68 a 4”). Green subisce subito fallo e la sua mano non trema (71-68 a 3”). Si torna nell’altra metà campo e tocca ancora a J.Baron: il primo va a segno, il secondo viene sbagliato appositamente ma Tumba entra ingenuamente prima nel pitturato. Palla consegnata a Venezia con Bramos che chiude i conti con un preciso 2/2. Termina 73-69.

UMANA REYER VENEZIA 73–69 PROXIMOS SPIROU CHARLEROI (18-21, 31-33, 51-43)

Umana Reyer Venezia: Goss 5, Bramos 13, Tonut 3, Jackson 4, Green 11, Ruzzier 3, Owens 4, Ress 1, Ortner 14, Viggiano 15. All.: Recalcati

Proximos Spirou Charleroi: Hamilton 2, Lambot 6, Gaudoux 1, B.Baron 23, Heath, Massot, Pumprla 7, J.Baron 17, Fusek 2, Boxley 4, Schwartz, Tumba 7. All.: Stas

MVP BASKETINSIDE.COM: Michael Bramos (Umana Reyer Venezia)

Arbitri: Dragojevic, Kartal, Juras

Note: 2536 spettatori

Fotogallery a cura di Giacomo Martines

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy