EuroDinamo da applausi: asfaltato Chalon

EuroDinamo da applausi: asfaltato Chalon

Commenta per primo!

Dopo la grande prova di domenica contro Pistoia, la Dinamo si conferma ancora una volta tra le mura amiche del PalaSerradimigni battendo i francesi del Chalon per 102-87. Questa Dinamo formato europeo piace davvero tanto e dopo aver annichilito i tedeschi dell’Olbemburg e portato al supplementare, perdendo, gli spagnoli del Bilbao si sbarazza facilmente anche della compagnie francese. Trascinati da una pioggia di triple, ben 17 totali, dal solito Drake Diener autore di 23 punti, da un Marques Green ancora una volta spettacolare in campo europeo, e un immenso Travis, autore di 13 assist, gli uomini di Sacchetti hanno preso in mano il match già nel terzo periodo regalando al pubblico, non troppo numeroso di oggi, una prova convincente. La vittoria proietta la Dinamo in una posizione privilegiata nel girone B, con la possibilità di centrare il passaggio del turno sempre più concreta. Dopo quattro partite casalinghe consecutive, di cui 3 vinte, i sardi ora dovranno volare a Cremona, dove domenica affronteranno la Vanoli, mentre mercoledì prossimo se la vedranno contro i croati di Zagabria in una sfida che vale già una fetta di qualificazione.

1° QUARTO:

Sblocca il risultato Capela che segna agevolmente da sotto, Caleb Green ribalta tutto con un gioco da 3 punti, ma la partenza sprint dei francesi mette in difficoltà i sardi che vanno subito sotto e non riescono più a riprendere gli ospiti. Slaughter e Evtimov battono la disattenta difesa sarda che concede 3 facili contropiedi che lanciano la squadra francese sul 5-12. Sassari tenta di rientrare grazie alle triple di Drake e il gioco da 3 punti di Johnson, ma Chalon è letale con un Toure ispirato e riesce a portarsi sul 20-27 chiudendo il quarto meritatamente in vantaggio.

 

2° QUARTO:

Marque Green infiamma il palazzetto al rientro in campo con una bomba dall’angolo che ridà speranza a Sassari, sul capovolgimento di fronte la Dinamo recupera palla e piazza con Drake Diener la seconda tripla di fila, che vale il -1 (26-27), e costringe il tecnico Chenaud ad un immediato timeout. Al rientro sul parquet Sassari trova due bombe di fila firmate Marques Green e Drake Diener che proiettano la Dinamo sul 34-29 (11/20 il totale dei sardi nei primi due periodi).

Il Chalon non molla e riesce a rientrare grazie alla bomba di Evtimov, quasi inarrestabile dai 6,75, ma Marques Green rilancia Sassari nuovamente sul +4 con un pregevole canestro dall’area. A metà del tempo la partita diventa bellissima con le due squadre che rispondo colpo su colpo agli attacchi avversari: Slaughter e Sacchetti si sfidano dai 6,75, con l’americano che segna indisturbato il canestro del -2. Il risultato premia i sardi che chiudono in vantaggio il secondo periodo con il risultato 58-54 complice il canestro allo scadere del nuovo entrato Sacchetti.

3° QUARTO:

Dopo l’intervallo lungo il rientro sul parquet non è dei migliori, volano via due minuti senza che le due squadre riescano a segnare nemmeno un canestro, ci pensa Mandrake Diener, in contropiede, e poco dopo con una bomba, a sbloccare il risultato e rilanciare la squadra sarda sul 63-54. Gli ospiti tramortiti dall’inizio sprint dei sardi concedono un altro facile canestro a Thomas che vale il +11; quando tutto lascia presagire ad una partita in discesa per la Dinamo ecco che il Chalon si rifà sotto e con parziale di 5-0, firmato Capela e Evtimov, si riporta sul -6. Sacchetti chiama timeout infuriato con la sua difesa e Thomas rimedia con 4 punti dalla lunetta che valgono il 69-61. Nel finale Sassari rimane sempre davanti e trova con Sacchetti 5 punti di fila che tengono lontano i francesi. Finisce 74-65.

4° QUARTO:

L’ultimo periodo viene inaugurato da uno splendido canestro in alley oop di Aboudou che riceve gli applausi anche dal pubblico sardo. Johnson risponde con un canestro e un fallo subito, ma non concretizza la giocata da 3 punti fallendo il libero supplementare. Il risultato resta sempre bloccato sul +6 di Sassari (78-72). La Dinamo tenta l’allungo decisivo a 6′ dalla fine con 3 canestri consecutivi firmati dai due Green (5pt del solo folletto di Philadelphia) che valgono l’86-72. Nuovamente Marques Green si scatena a metà del tempo e segna ancora una bomba decisiva che vale il 91-74 e il 21esimo punto personale. Il vantaggio sardo diventa sempre più corposo quando Travis Diener decide di regalare assist e Thomas di concludere al meglio l’azione, i punti di vantaggio diventano 19 e chiudono sostanzialmente i giochi. Il finale è ordinaria amministrazione per i sardi che concludono al meglio la pratica francese con il risultato finale di 102-87.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: M.Green 21, Fernandez 0, C. Green 21, Reinholt 23, Devecchi n.e., T. Diener 6, Johnson 7, Sacchetti 10, D. Diener 23, Vanuzzo 0, Tessitori n.e., Thomas 14. Coach Romeo Sacchetti Elan Chalon sur Saone: Tchicamboud 8, Outtara 2, Slaughter 22, Bostic 2, Evitmov 17, Capela 12, Aboudou 10, Jurevicius 5, Michineau n.e., Toure 7, Brockman 2. Coach Romain Chenaud

Arbitri: Robert Vyklicky (CZE), Miguel Angel Perez Niz (SPA) e Milo Koljensic

Fotogallery a cura di Claudio Atzori

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy