Euroleague Final Four, il terzo posto e’ del CSKA

Euroleague Final Four, il terzo posto e’ del CSKA

Commenta per primo!

Non basta una ripresa da 17 punti di Juan Carlos Navarro al Barcellona che cede 74-73 al CSKA Mosca di Ettore Messina, alla prima finale di consolazione nella massima competizione continentale. Partita orgogliosa per i russi, cosí come aveva chiesto il coach veneto alla vigilia: buona prestazione corale, con Jackson e il solito Khryapa in evidenza. Tra i catalani buone le prestazioni di Todorovic (11) e Abrines (8 nel primo tempo), 41 anni in coppia.

Barcellona senza Jawai e Sada, Vorontsevich in quintetto per aumentare la fisicita’ dei vicecampioni in carica: costruisce molto dal post basso la squadra russa in avvio, che con Khryapa scava subito un buon margine (11-2 ). La partenza del Barça e’ soporifera: il primo canestro dal campo e’ una tripla di Rabaseda dopo 6′, 5 perse nel primo quarto testimoniano le difficoltà iniziali dei catalani. Il CSKA pero’ non trova alternative al gioco in post basso e Jasikevicius riporta a contatto i suoi a fine primo quarto (15-12). Weems accende la partita concedendo allo spettacolo una stoppata con recupero e inchiodata ad una mano. Si sveglia pero’ solo il Barça, che fa circolare molto meglio la palla con Jasi in regia: Abrines segna la tripla del pareggio, Ingles firma il primo vantaggio blaugrana a 4′ dall’intervallo lungo (23-25). La reazione degli uomini di Messina arriva negli ultimi 2′ del primo tempo, Micov e Khryapa realizzano due triple consecutive dopo i primi 6 tentativi sbagliati dal CSKA. Il Barça resta agganciato dalla lunetta (16 liberi tentati nei primi 20′): alla pausa lunga e’ 35-35.

Il CSKA alza il ritmo in avvio di ripresa: Messina alza il pressing e i primi 2′ di buona regia della Final Four di Teodosic fruttano un break di 13-0 per i russi (48-35). Pascual si affida a Jasikevicius (5 assist in 8′) e Navarro: il capitano catalano regala al pubblico londinese sprazzi della sua classe (8 nel quarto) e ricuce lo strappo (59-54 all’ultimo intervallo). Ultimi 10′ che si aprono con un semigancio di Vorontsevich: importante il contributo dell’ala classe ’87, impiegato solo nel finale contro l’Olympiacos. La gara diventa intensa: Navarro e’ ancora il trascinatore per i suoi, un fallo non fischiato su Abrines costa il tecnico alla panchina del Barça (66-59, -5’09”). Le rotazioni di Messina pero’ non sbloccano l’attacco moscovita che segna 1 punto in quasi 3′: Lorbek trova un paio di conclusioni eleganti dal post e riporta i suoi in scia (68-65). Una schiacciata di Khryapa carica i tifosi giunti da Mosca, ma Navarro spegne gli entusiasmi con un’altra tripla: il CSKA appare sulle gambe, ma ha ancora due falli da spendere e può tenere aggressiva la difesa negli ultimi 2′. Tomic pareggia dal post basso, Kaun converte a rimbalzo d’attacco, la quinta bomba di Navarro nella ripresa vale il sorpasso catalano a 36″ dalla sirena (72-73): Jackson non sbaglia dalla lunetta, ma l’ultimo possesso e’ del Barça. Huertas palleggia troppo e deve forzare il tiro, rimbalzo di Jasikevicius ma non c’e’ più il tempo per i blaugrana: vince il CSKA.

CSKA: Teodosic 5, Micov 6, Jackson 13, Krstic 7, Weems 14, Zozulin ne , Erceg 2, Vorontsevich 4, Kaun 7, Khryapa 16, Ponkrashov ne, Papaloukas. All. Messina.

BARCELLONA: Huertas, Abrines 10, Navarro 17, Jasikevicius 2, Todorovic 11, Wallace 3, Ingles 7, Rabaseda 5, Lorbek 8, M’Baye, Tomic 10. All. Pascual

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy