Euroleague Preview, Panathinaikos: ripartire senza Diamantidis

Euroleague Preview, Panathinaikos: ripartire senza Diamantidis

Andiamo alla scoperta del primo Panathinaikos senza Dimitris Diamantidis che punta a riprendersi le Final Four.

Sarà una stagione molto particolare quella del Panathinaikos: infatti, sarà la prima dopo dodici anni senza Dimitris Diamantidis, bandiera dei verdi ateniesi che devono ritornare a rendere in campo quanto il suo blasone pretende.

Non sono stati anni facili quelli che il Pana si è messo alle spalle poiché è da troppo che non si fa il nome della prestigiosa società greca tra le papabili alla vittoria dell’Eurolega e, per una squadra come il Panathinaikos è la dimensione europea a contare. Le Final 4 mancano oramai dal 2012 quando a Istanbul il Pana dovette cedere di misura in semifinale contro il CSKA che poi sarebbe andato in contro all’ennesima delusione della sua storia recente in finale contro l’Olympiacos.

L’ultima delle sei Euroleghe conquistate dalla compagine bianco-verde è arrivata nel 2011 quando nel corso delle Final Four di Barcellona furono Montepaschi Siena e Maccabi Tel Aviv a dover cedere il passo a una squadra composta da campioni del calibro di Mike Batiste, Drew Nicholas e il già citato Diamantidis e guidata in panchina dal maestro Obradovic.

L’ALLENATORE – Dopo l’esperienza non particolarmente fortunata di Sasha Djordjevic, il Pana ha deciso di richiamare in panchina una sua vecchia gloria come Argyris Pedoulakis il quale, dopo la conclusione della sua esperienza russa sulla panchina dell’Unics Kazan, ha deciso di tornare in patria per dare una svolta alla sua carriera e provare a risollevare anche le sorti del suo Panathinaikos. Nella sua precedente esperienza sulla panchina bianco-verde i successi in ambito nazionale non sono mancati, ma come detto, gli standard del Pana sono ben altri.

LE GUARDIE – Senza ombra di dubbio il giocatore maggiormente rappresentativo tra gli esterni è Mike James che, dopo la stagione sorprendente al Laboral Kutxa terminata con lo storico raggiungimento delle Final Four di Berlino, è approdato in Grecia per mettere in mostra il suo talento anche in terra ellenica. Come tutti sanno, da quest’anno non si potrà più contare sul talento offensivo di Diamantidis, pertanto, c’è bisogno di tiratori efficaci e la scorsa stagione l’americano ha tirato dall’arco dei 6,75 m con un discreto 36,8%. Ovviamente non è da sottovalutare nenache l’apporto che potranno dare giocatori come Nick Calthes, tornato l’anno scorso in patria dopo l’esperienza oltreoceano ai Memphis Grizzlies, o l’ex canturino James Feldeine.

LE ALI – Il pacchetto ali del Panathinaikos, almeno sulla carta, è di assoluto rispetto: infatti, al suo interno figurano nomi come quelli di James Gist, giunto oramai alla quinta stagione all’OAKA, e Antonis Fotsis che, nonostante le trentacinque primavere sulle spalle, è sempre uno dei rappresentanti di una generazione dorata per il basket greco. Direttamente dai campioni d’Europa del CSKA è arrivato Demetris Nichols che però non ha fatto registrare numeri da capogiro nelle sue ultime due stagioni di Eurolega con i moscoviti.

I CENTRI – Forse il colpo di mercato dell’estate bianco-verde è stato Ioannis Bourousis che, dopo essere stato allettato dalle sirene d’oltreoceano, ha deciso di tornare in patria per rivivere il grande derby di Atene con l’Olympiacos, solo che con una maglia diversa rispetto al passato. A dare respiro al trentatreenne centro greco ci sarà Chris Singleton, uno dei simboli del Lokomotiv Kuban che l’anno scorso è approdato alle Final Four. Insomma un reparto lunghi di tutto rispetto che dovrà garantire sostanza, punti e rimbalzi alla squadra.

PRONOSTICO BASKETINSIDE – Come detto, per il Panthinaikos lottare per il titolo europeo è d’obbligo a prescindere, ma questo è un roster che, pur magari facendo registrare un gap rispetto a squadre più quotate come Fenerbahce e CSKA, ha potenzialità per puntare a tornare quantomeno alle Final Four. Insomma il Pana potrebbe essere un’interessante outsider da seguire nella corsa a questa nuova Eurolega.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy