EuroLega, 11° giornata: Olimpia indolente, il Gran Canaria passa al Forum

EuroLega, 11° giornata: Olimpia indolente, il Gran Canaria passa al Forum

Terza sconfitta consecutiva in Europa per Milano.

di Marco Morandi

AX Armani Exchange Olimpia Milano – Herbalife Gran Canaria 86-94 (22-20, 40-48, 63-71)

L’Olimpia veniva da un paio di sconfitte consecutive; la sfida casalinga contro la squadra con la peggior difesa dell’EuroLega, peraltro con coach Garcia all’esordio dopo l’esonero di Maldonado, sembrava l’occasione giusta per tornare alla vittoria, ma gli spagnoli vengono presi troppo sotto gamba e portano via una vittoria importante per la classifica milanese.

Primo quarto

Milano parte forte e aggredisce gli avversari fin da subito coprendo anche bene a rimbalzo difensivo, dopo 3 minuti coach Garcia è costretto al time-out sul 9-4 per i padroni di casa. Tarczewski prende un brutto colpo al naso ed è costretto a uscire, un parziale di 12-4 riporta gli spagnoli in parità a quota 20, ma un runner di Kuzminskas rompe l’equilibrio allo scadere mandando tutti al primo mini-intervallo sul 22-20.

Secondo quarto

Rientra Mike James, restato seduto negli ultimi 2 minuti di primo periodo, ma le sue scorribande sono svogliate e vengono ben tamponate dai lunghi spagnoli, il Gran Canaria mette anche il naso avanti per la prima volta sul 24-26; a questo giro è Pianigiani quello costretto alla sospensione per arginare il momento degli avversari. Una svogliata Olimpia finisce a -7 a metà periodo sotto i colpi di Rabaseda ed Evans, che diventa -8 a metà gara sul 40-48.

Terzo quarto

La difesa di Milano continua a imbarcare, Eriksson ne approfitta ma nei primi 5 minuti del periodo Gran Canaria non riesce a raggiungere la doppia cifra di vantaggio, più per demeriti propri che per meriti dei meneghini. Il +10 arriva poco dopo con un canestro di Tillie, Pianigiani cerca energia e manda in campo capitan Cinciarini, ma la musica non cambia e anche il 40enne Oliver sembra averne di più dei pariruolo dell’Olimpia. Gudaitis e Bertans sono gli unici a dannarsi per rimanere in partita, la solita invenzione di James con una bomba in step-back sulla sirena porta agli ultimi 10 minuti sul 63-71.

Quarto quarto

Pronti via, un gioco da tre punti del suddetto Cinciarini mette in partita tutto il Forum e Milano ritorna a un paio di possessi di distanza dopo tempo immemore.; è ancora lui a rubare un pallone e segnare in penetrazione per il -4 sul 71-75, poi quando è già sulle ginocchia segna una tripla e regala un paio di assist fino al 80-82 a meno di 5 minuti dal termine. Ma gli spagnoli tirano col 65% da due, la difesa di casa è a dir poco porosa e non nega a nessuno un comodo tiro da sotto.
Sul -7 a 2 minuti dalla fine, Milano si affida a James per tre possessi consecutivi, ma il folletto sbaglia sia in penetrazione, che nei due tentativi da oltre l’arco. Il Cincia ci crede ancora e trova un altro canestro da sotto per il -6, ma ancora l’Olimpia spreca tre possessi in fila e deve arrendersi. 86-94 il punteggio finale.

 

Olimpia Milano: James 26, Micov 6, Bertans 11, Tarczewski 3, Brooks 9, Della Valle, Gudaitis 16 (17 rimbalzi), Kuzminskas 5, Cinciarini 10, Burns, Jerrells.

Gran Canaria: Balvin 10, Baez 6, Rabaseda 4, Strawberry 2, Radicevic 10, Oliver 7, Eriksson 17, Pasecniks 9, Pauli 9, Evans 8, Tillie 12.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy