EuroLega, 16° giornata: Atene è biancorossa! Milutinov domina il Panathinaikos

EuroLega, 16° giornata: Atene è biancorossa! Milutinov domina il Panathinaikos

Dominio assoluto dei Reds che schiacciano il Panathinaikos in un derby senza storia.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Non è una partita normale, ma è il derby di Atene. Rick Pitino ha definito Louisville-Kentucky come la partita della Chiesa rispetto a questo derby e tutti i torti non li ha. Olympiacos più costante e in una classifica migliore rispetto ad un Panathinaikos che ha riacquisito entusiasmo grazie all’arrivo di Rick Pitino in panchina.

QUINTETTO PANATHINAIKOS: Thomas, Lasme, Lojeski, Calathes, Papapetrou.

QUINTETTO OLYMPIACOS : Mantzaris, Strelnieks, Papanikolaou, Printezis, Milutinov.

Grandissima intensità, come era facile da pronosticare alla vigilia. Parte meglio l’Oly, con Milutinov subito a fare la grossa insieme ad un positivo Papanikolaou. Il serbo è dominante in post basso ed è l’autore del primo parziale di 9-4 per i padroni di casa, con Coach Pitino costretto al timeout dopo pochi minuti. Tante botte, pochi punti, è un il classico derby di Atene. Papapetrou, grande ex della partita, commette subito 2 falli ed è costretto al riposo obbligatorio in panca. Continua la grande difficoltà al tiro di Nick Calathes, sempre battezzato dalla lunga distanza. Printezis aiuta Milutinov sotto canestro con l’Olympiacos che vola sul +8 per il delirio del pubblico casalingo. Nel momento di massima difficoltà, arriva l’aiuto che non ti aspetti in casa Panathinaikos. Mitoglou e Antetokounmpo hanno un super impatto dalla panchina. Il primo va forte a rimbalzo e non ha paura di prendersi responsabilità al tiro, il secondo è come sempre un difensore pazzesco, tra i migliori d’Europa. Dopo 10 minuti è +2 per i biancorossi.

Strelnieks e Toupane aprono il secondo quarto con una bomba a testa per spezzare nuovamente l’equilibrio e riportare avanti l’Olympiacos vicino la doppia cifra di vantaggio. In casa Panathinaikos c’è un problema Milutinov. Nessuno dei lunghi verdi è in grado di fermare il serbo, in un momento di forma stratosferica. Lekavicius segna da 3 per il -5 ma risponde subito Papanikolaou con una grande rubata su Calathes per il nuovo +7. Ennesima fiammata nel finale di quarto per l’Olympiacos, con la tripla di Strelnieks, tocca il massimo vantaggio sul 33-21 a 3 minuti dall’intervallo. Il Panathinaikos fatica tantissimo a trovare la via del canestro, difficoltà che non ha l’Olympiacos. Il tap-in di Milutinov manda le squadre all’intervallo lungo sul +16, in una partita che sembra aver preso una direzione precisa. Pauroso primo tempo di Nikola Milutinov già in doppia doppia con 10 punti e 12 rimbalzi.

Al rientro in campo, continuano le difficoltà offensive del Panathinaikos. Keith Langford è un’assenza pesante, ma tutta la squadra fatica tantissimo a trovare la via del canestro, in primis Calathes. Dalla parte del Pireo, Strelnieks è caldissimo e tira con un perfetto 3 su 3 dal campo dalla lunga distanza. Rick Pitino non riesce a trovare una soluzione ed è costretto all’ennesimo timeout sul -20. Gist e Thomas ad esempio, sono due giocatori completamente fuori partita, in una partita che si sta trasformando in un incubo per i tifosi verdi. Spanoulis conclude il quarto con una tripla con fallo, che fa esplodere il palazzo. Thomas segna un buzzer che è una piccola consolazione e il -19 Pana. 3 su 19 da 3 punti per il Panathinaikos, statistica che evidenzia uno dei  problemi principali degli ospiti.

Gist apre l’ultimo quarto con una poderosa schiacciata ma Toupane risponde subito colpo su colpo al lungo del Pana. Lekavicius non si arrende e a differenza di Calathes segna con costanza dalla lunga distanza. All’improvviso è -13 per gli ospiti che riaccendono un minimo di speranza per una rimonta che resta difficilissima. Tanto per cambiare, ci pensa Nikola Milutinov a ristabilire le gerarchie, un dominio sotto canestro per il serbo. Il Panathinaikos sembra aver terminato quelle poche energie che ha avuto a disposizione nel finale, sprofondando di nuovo oltre le 20 lunghezze. Nick Calathes da sfogo a tutta la sua frustrazione con un antisportivo su Milutinov. Gli ultimi minuti sono marchiati Panathinaikos, con il poco fortunato tentativo di rimediare ai danni di una partita che è stata un monologo Olympiacos. Un dominio assoluto che raramente si vede in un derby di Atene e primi problemi da risolvere per Nick Pitino, con un Olympiacos che sembra nettamente superiore ai rivali.

 

MVP BasketInside – Nikola Milutinov. Che momento per il lungo serbo! Dominante in assoluto, ma non solo da oggi. Il lungo del Olympiacos è in uno stato di forma impressionante, secondo solamente forse a Vesely in tutta Europa. 18 punti, 18 rimbalzi e un irreale 41 di valutazione per lui.

OLYMPIACOS – PANATHINAIKOS 79-65  (16-14, 25-11, 18-15, 20-25)

Olympiacos: Williams-Goss 7, Toupane 5, Spanoulis 6, Timma, Milutinov 18 (18 rimbalzi), Strelnieks 18, Vezenkov 2, Printezis 11, Papanikolaou 12, Mantzaris, Bogris, Leday. all. Blatt

Panathinaikos: Thomas 8, Papagiannis 4, Lasme 4, Papapetrou 2, Pappas 5, Gist 4, Vougioukas, Lekavicius 10, Lojeski , Calathes 13, Antetokounmpo 8, Mitoglou 7. all. Pitino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy