EuroLega, 17° giornata – De Colo e Rodriguez danno spettacolo, il CSKA travolge Milano

EuroLega, 17° giornata – De Colo e Rodriguez danno spettacolo, il CSKA travolge Milano

Il CSKA Mosca si conferma una delle squadre più forti d’Europa sbancando il Forum con una prova di sostanza e di assoluto livello contro un’Olimpia che crolla definitivamente negli ultimi quindici minuti.

E’ trionfo CSKA nel debutto sul parque del Forum di Mindaugas Kuzminskas. La squadra di Itoudis controlla la gara per tutti i 40 minuti, a tratti dominando nla sfida e prendendo il largo già a partire dal secondo periodo di gioco. Priva di Jordan Theodore la squadra di Pianigiani non riesce a competere contro l’atletismo e la fisicità dei giocatori moscoviti. Le difficoltà difensive di Milano vengono evidenziate da una squadra in grado di tirare per trenta minuti con percentuali vicine al 70% da due punti: la rinuncia per larghi tratti a Jerrells e Goudelock è sintomatica di questo aspetto, perché con i due giocatori americani in campo l’Armani Exchange patisce le iniziative di De Colo e Rodriguez nella seconda frazione che portano al break decisivo nel corso della gara.

Dopo una reazione all’inizio della ripresa, l’entusiasmo del pubblico del Forum viene spento dai soliti Rodriguez e De Colo, rebus irrisolti nell’intero arco della gara: al trentesimo minuto, con il CSKA al massimo vantaggio, l’Olimpia smette di giocare, permettendo agli avversari di dilatare ben oltre i venti punti il proprio vantaggio, trasformando l’ultimo periodo in puro garbage time e segnando un’altra sconfitta stagionale in EuroLega per la squadra di Pianigiani.

Quintetto Milano: Cinciarini, Bertans, Micov, Kuzminskas, Tarczewski

Quintetto CSKA Mosca: De Colo, Antonov, Clyburn, Kurbanov, Hunter

L’avvio di gara vede il CSKA provare a scappare con una buona difesa e le iniziative offensive di De Colo in penetrazione e Clyburn in post, sfruttando il maggiore atletismo rispetto a Vlado Micov, l’ex della sfida. La reazione milanese è firmata da due triple di Bertans, che tengono la squadra di Pianigiani a contatto nella sfida: l’ingresso in campo di Sergio Rodriguez, in campo insieme a De Colo, produce una pallacanestro offensiva eccellente cui Milano non riesce a trovare sempre contromisure adeguate. Un black out offensivo dei padroni di casa nei minuti finali del primo periodo porta al primo break vero dei moscoviti nella gara, sul 23-15.

La seconda frazione segue il leit motiv dei primi dieci minuti, con la squadra di Itoudis a condurre le danze e l’Armani che cerca di rimanere a contatto: l’atletismo di M’Baye offre una soluzione nuova ai compagni e con 7 punti quasi consecutivi obbliga il coach dei russi a interrompere il gioco, vedendo cambiare l’inerzia del momento, sul 27-24. L’uscita dal time-out del CSKA produce minuti di grande qualità, con tutti i giocatori sul parquet coinvolti nella metà campo offensiva: le rotazioni difensive della squadra di Pianigiani arrivano in ritardo e i moscoviti trovano soluzioni comode vicino al ferro. Sul 35-26, vedendo un possibile tentativo di fuga, l’allenatore dell’Armani Exchange ferma il gioco per riordinare le idee ai suoi giocatori, ma la tripla di Rodriguez porta per la prima volta in doppia cifra in doppia cifra il vantaggio del CSKA, sul 40-30. Nel finale di quarto l’Olimpia non riesce a trovare la scintilla per cambiare l’inerzia di una gara che i russi hanno condotto fin dalle prime battute e dopo il libero di Jerrells la tripla di De Colo, autentico mattatore del primo tempo, manda le squadre al riposo con i moscoviti avanti 50-36.

Al rientro dagli spogliatoi l’Olimpia prova a essere più aggressiva in difesa, trovando al tempo stesso maggiore fluidità in attacco con i tagli a canestro degli esterni che arrivano a tirare vicino al ferro: un paio di palle perse consecutive dei russi riportano Milano a -8, sul 44-52 dopo i primi due minuti del terzo quarto. A interrompere la rimonta milanese sono ancora Rodriguez e De Colo, rebus irrisolvibili per la difesa milanese con le loro qualità dal palleggio: dopo avere toccato il nuovo +12, i russi subiscono un nuovo break dell’Olimpia, con le triple di Bertans e Kuzminskas che riducono a soli 6 punti le distanze tra le due squadre, accendendo il pubblico del Forum. Nelle successive azioni, un contatto tra Hines e Tarczewski infiamma la partita, con gli arbitri che puniscono il centro del CSKA con un tecnico per flopping e quello dell’Olimpia per la reazione successiva: l’entusiasmo della rimonta viene spento dalle grandi giocate degli atleti di maggiore talento del roster di Itoudis, con uno step back di Rodriguez che scrive il massimo vantaggio sul 75-60 a un minuto dalla terza sirena. Il tap-in di Clyburn nell’ultimo attacco chiude la frazione con il CSKA in controllo sul 77-61.

L’inizio di ultimo quarto certifica la resa definitiva dell’Olimpia, quasi impotente di fronte allo strapotere degli avversari: i canestri facili prodotti dalla squadra di Itoudis dimostrano che non c’è partita e Pianigiani è costretto a chiamare time-out per evitare di prendere un’imbarcata, avendo toccato il -25 a 7 minuti dalla sirena finale. Gli ultimi minuti dilatano il vantaggio dei russi, che scollinano quota 100 con un lay-up di Fridzon a tre minuti dalla fine e continuano a giocare nonostante il gap netto in proprio favore. Il finale è 81-107 per il CSKA Mosca.

AX Armani Exchange Milano – CSKA Mosca 81 – 107

Tabellino Milano: Goudelock, Micov 9, Kalnietis 6, Tarczewski 17, Kuzminskas 6, Cinciarini 6, Cusin, Abass, M’Baye 13, Bertans 15, Jerrells 4, Gudaitis 5 Allenatore: Simone Pianigiani

Tabellino CSKA Mosca: De Colo 24, Fridzon 7, Antonov 4, Korobkov 2, Rodriguez 15, Vorontsevich n.e., Clyburn 15, Higgins 12, Khryapa 2, Kurbanov 11, Hines 8, Hunter 7 Allenatore: Dimitris Itoudis

Parziali: 15-23, 21-27, 25-27, 20-30

Progressivi: 15-23, 36-50, 61-77, 81-107

Basketinside MVP: Nando De Colo (24 punti, 3 rimbalzi, 3 assist)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy