EuroLega, 17° giornata: CSKA in scioltezza contro un Darüşşafaka nettamente inferiore

EuroLega, 17° giornata: CSKA in scioltezza contro un Darüşşafaka nettamente inferiore

I russi vincono senza problemi ad Istanbul, regolando un Darüşşafaka che lotta ma non può nulla.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Sfida apparentemente senza storie quella tra Darussafaka e CSKA. I turchi sono il fanalino di coda di questa competizione, mentre i russi sono habitué dei piani alti. Sarà rispettato il pronostico o ci sarà una sorpresa quest’oggi?

QUINTETTO DARUSSAFAKA: Kidd, Douglas, Diebler, Evans, Eric.

QUINTETTO CSKA MOSCA: Peters, Rodriguez, Higgins, Kurbanov, Hunter.

Parte subito fortissimo il CSKA. I russi giocano un basket di squadra, con una grande circolazione di palla e un’intensità notevole a rimbalzo. Bene sin da subito Othello Hunter, il quale si fa valere contro un ottimo Michael Eric, unico a salvarsi in questo inizio per i turchi. In un amen è già doppia cifra di vantaggio per i russi, i quali sembrano non avere tanti problemi contro questo avversario. L’EuroStep in mezzo all’area di Sergio Rodriguez segna il +11 CSKA e il timeout obbligato per i turchi. Ottimo impatto dalla panchina per il veterano Savas e sopratutto per Ozmizrak che segna 2 triple in fila. Il CSKA non ci sta e nel finale di quarto torna a +9 grazie a Clyburn, Higgins e al buzzer di Kyle Hines.

Subito acceleratore a manetta per il CSKA. Hackett e compagni iniziano il secondo quarto con grande aggressività e in 2 minuti di gioco sono sul +14. Il Darussafaka fatica tantissimo a trovare la via del canestro, con gli americani nettamente insufficienti sin qui. Il solo Ozmizrak trova punti con costanza, già a quota 8. Dopo 3 minuti di gioco, il Darussafaka è già in bonus mentre il CSKA è a quota 0 falli, sinonimo di come stia andando l’andamento della partita. All’improvviso, il CSKA si addormenta e permette al Darussafaka di segnare alcuni canestri in fila per il nuovo -9 che restituisce fiducia alla squadra di Istanbul. Ci pensa Will Clyburn a ristabilire l’ordine per i moscoviti, difficilissimo da marcare per qualsiasi difensore del Darussafaka. La profondità del roster moscovita e le numerose opzioni offensive sembrano troppo per un Darussafaka generoso ma nettamente inferiore.

La coppia Hackett-De Colo mette in grossa difficoltà il Darussafaka. L’italiano difende alla grande su Douglas, mentre il francese è un killer in attacco. Othello Hunter segna ed è un fattore in difesa, stravincendo sin qui la sfida i lunghi turchi. Il CSKA gestisce con autorità il vantaggio ottenuto sin qui, gestendo i ritmi e dando strappi di tanto in tanto. Non un bellissimo secondo tempo a livello di qualità di gioco, fattore che favorisce i russi già in vantaggio senza bisogno di spremere tante energie.  Si va a 10 minuti dal termine con i russi avanti di 11 punti.

Nervosismo tra Ozdemiroglou e Rodriguez in apertura di ultimo quarto. I due si scontrano in una rimessa e dopo essersi stuzzicati a vicenda vengono colpiti da due tecnici. De Colo rasserena subito gli animi per i russi con una tripla che segna l’ennesimo +14. L’impressione è che sia il colpo del definitivo KO per il Darussafaka, mai in grado di tornare sotto nel punteggio dall’inizio della partita. Il finale di quarto non è garbage time, ma quasi per il CSKA. I russi gestiscono con calma il vantaggio, sempre abbondantemente sopra la doppia cifra, senza soffrire nulla. Importante vittoria per la squadra di Mosca, già con la testa a venerdì impegnati contro gli israeliani di Maccabi Tel Aviv.

 

DARUSSAFAKA ISTANBUL – CSKA MOSCA .. (16-25, 13-15, 15-16)

 

MVP BasketInside: Sergio Rodriguez. Dura premiare un migliore in un CSKA veramente ottimo a livello di collettivo. Il Chacho illumina e segna come suo solito, tra i migliori in Europa nel suo ruolo. 11 punti, percentuali altissime dal campo e 6 assist per una regia illuminante.

 

DARUSSAFAKA ISTANBUL: Ozmizrak 13, Baygul 7, Kosut 2, Demir 2, Kidd 1, Ozdemiroglou 3, Savas 5, Douglas 4, Peiners 5, Diebler 8, Evans 8, Eric 7. All: Ernak

CSKA MOSCA: Peters 2, Rodriguez 11, Higgins 13, Kurbanov 4, Hunter 10, De Colo 17, Vorontsevich 2, Bolomboy, Clyburn 10, Hackett 7, Hines 4, Kulagin. All: Itoudis

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy