EuroLega, 17° giornata: il Barcelona rovina il compleanno all’Olimpia! I catalani espugnano il Forum

EuroLega, 17° giornata: il Barcelona rovina il compleanno all’Olimpia! I catalani espugnano il Forum

Pesante sconfitta per l’Olimpia Milano che si ritrova sotto 2-0 negli scontri diretti contro i catalani, in ottica Playoffs.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Arrivano i catalani al Forum, una squadra veramente imprevedibile capace di vincere o perdere contro chiunque. Prova di maturità per l’Olimpia che cerca la vittoria tra le mure casalinghe.

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: James, Cinciarini, Micov, Brooks, Gudaitis.

QUINTETTO FC BARCELONA: Pangos, Ribas, Hanga, Singleton, Tomic.

Pronti, via, grande assist di Mike James per la schiacciata di Gudaitis e primi 2 punti per l’Olimpia. Il Barça non ci sta e reagisce subito, in una partita dai ritmi altissimi sin dai primi minuti. Alla tripla di Brooks, risponde un magico assist di Ribas dietro la schiena per la inchiodata di Ante Tomic. Più possessi per i catalani nei primi 5 minuti, ma anche più errori e vantaggio risicato per gli ospiti. A metà primo quarto è 8-11 per il Barça. Momento di difficoltà per l’Olimpia, che per alcuni minuti non vede il canestro. Ci pensa Gudaitis con un jumper dalla media a sbloccare il punteggio che vede la squadra di casa sotto di 5 lunghezze. Sale in cattedra Mike James nel finale di quarto. L’americano ex Omegna, attacca l’area e trova numerosi viaggi in lunetta. I liberi della guardia milanese avvicinano l’Olimpia al Barcelona, con il primo quarto che si conclude sul +1 per gli ospiti.

Milano spreca parecchio contro un Barça non perfetto ma sempre avanti nel punteggio. Bertans commette una banalissima infrazione di 5 secondi che fa infuriare la panchina milanese. Ottimo impatto di Kevin Seraphin sotto canestro per il Barcelona, sempre presente a raccogliere gli assist delle guardie di Pesic. Il Barça commette subito 5 falli e manda in bonus l’Olimpia dopo pochi minuti in questo secondo quarto. I catalani sono a quota 0 liberi tirati, mentre Milano è gia a quota 8. Grande sfida tra Gudaitis e Seraphin, entrambi molto positivi e al centro di un gioco che vede un punteggio bassissimo a differenza di quanto ci si poteva immaginare nei primi minuti di gioco. Mike James “paga la cauzione” in più di un occasione, con un attacco poco fluido risolto spesso dal talento dell’americano. La partita è decisamente brutta, piena di interruzioni e con percentuali pessime da entrambe le squadre. Si va all’intervallo lungo con il punteggio di 37-36 grazie ad una tripla sulla sirena di Curtis Jerrells.

Milano va forte a rimbalzo, fattore che concede spesso secondi tiri. Gudaitis è un vero problema per la difesa catalana, in particolare Ante Tomic è in grande difficoltà contro il lituano. Ma il Barça non si scompone e corre appena possibile. Pau Ribas è caldissimo e segna da 3 punti per il +5, massimo vantaggio dopo 23 minuti di gioco. Heurtel in penetrazione segna per il 10-0 di parziale degli ospiti. Ci prova James a spegnare l’emergenza dell’Olimpia con una tripla dall’angolo. Milano è solo James e Gudaitis ed ha troppo poco dal resto della squadra, molto in ombra sin qui. Il Barça aumenta i giri del motore e si accende anche Chris Singleton. L’Olimpia soffre moltissimo in attacco, rimanendo attaccata alla partita con grande difficoltà. Finalmente Brooks si prende responsabilità e segna una preziosissima tripla per il -6 Olimpia a 2 minuti dal termine del terzo quarto. Brutta partita per Kuric, falloso in difesa e impreciso dalla lunga distanza. I catalani sfruttano le numerose amnesie difensive dell’Olimpia e a 10 minuti dal termine comandano il punteggio di 8 lunghezze. Olimpia chiamata a cambiare marcia per evitare una dura sconfitta.

Continuano le difficoltà per l’attacco milanese, spesso ridotto a forzare negli ultimi secondi, in particolare Jerrells. Il Barça tira male e l’Olimpia con Kuzminskas prova a rientrare a contatto. Vladimir Micov segna da 3 punti, una tripla fondamentale che indica il -3 Milano e costringe Pesic al timeout a 7 minuti dal termine. Due bruttissimi attacchi dell’Olimpia Milano permettono ai catalani di andare nuovamente sopra di 7 punti, grazie alla rubata con schiacciata di Adam Hanga. Sempre l’ex Avellino segna in rovesciata per il +9 con timeout obbligatorio per Pianigiani, in estrema difficoltà. L’Olimpia è spalle al muro, sotto i colpi di un super Hanga, scatenato stasera. L’Olimpia attacca malissimo e Heurtel la punisce senza pietà. La tripla del francese è un colpo durissimo, che segna il +12 Barça e forse chiude la partita. Ma l’Olimpia reagisce e ci prova fino alla fine. Micov segna da 3 per il -6, in una partita che resta difficilissima, se non quasi impossibile, da recuperare. Seraphin ed Heurtel sono impeccabili al tiro. Micov segna la tripla della disperazione per il -3 a 8 secondi dal termine. Heurtel fa 2 su 2 ai liberi spegnendo ogni sogno di rimonta. Pianigiani ci prova lo stesso e chiama Timeout. Mike James segna rapidamente ma dall’altra parte Kevin Seraphin chiude la partita con 2 su 2 ai liberi. Bruttissima sconfitta per l’Olimpia che perde entrambe le gare contro una diretta concorrente ai Playoffs come il Barcelona e complica non poco il suo cammino europeo.

 

OLIMPIA MILANO – FC BARCELONA 85-90 (16-17, 21-19, 20-29, 28-25)

 

MVP BASKETINSIDE: Thomas Heurtel. Che partita del francese. Entra dalla panchina e spacca la partita in due. 21 punti, 6 assist e una partita magistrale per l’ex Efes. Heurtel è decisivo nella vittoria catalana che si portano avanti 2-0 sull’Olimpia in un risultato pesantissimo in ottica Playoffs.

 

OLIMPIA MILANO: Della Valle 3, James 20, Micov 20, Gudaitis 16, Bertans, Fontecchio , Kuzminskas 8, Cinciarini 2, Burns , Jerrells 5, Brooks 11, Omic. All: Pianigiani.

FC BARCELLONA: Seraphin 16, Pangos 6, Ribas 11, Singleton 3, Hanga 15, Blazic, Heurtel 21, Oriola 2, Kuric 5, Claver 3, Tomic 8.  All: Pesic.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy