EuroLega, 20° giornata: il CSKA espugna il PalauBlaugrana

EuroLega, 20° giornata: il CSKA espugna il PalauBlaugrana

La sontuosa partita di De Colo agevola il compito dei russi che comunque hanno dovuto lottare su ogni pallone per affermarsi e battere il Barcellona a sua volta trascinato da un ottimo Claver.

di Marco Novello

Match di cartello quello che chiude il ventesimo turno di EuroLega; al PalauBlaugrana di fatti si fronteggiano i padroni di casa del Barcellona ed i russi del CSKA Mosca in una partita che di certo non ha bisogno di grandi presentazioni.

QUINTETTO BASE BARCELLONA: Ribas, Singleton, Tomic, Claver, Huertel

QUINTETTO BASE CSKA MOSCA: De Colo, Peters, Hackett, Kurbanov, Hunter

Match caliente sin dalle prime battute, Peters tramuta in oro l’assist di Hackett tuttavia Singleton non è da meno e dopo nemmeno un giro pieno delle lancette il tabellone recita già il punteggio di tre pari. E’ proprio il tabellone luminoso però a fare le bizze in questo avvio, gli arbitri, difatti, devono sospendere la partita un paio di volte affinché si possa sistemare il problema occorso a bordo campo; ma dopo la risoluzione di questo inghippo la partita ricomincia normalmente. Kurbanov spara triple a più non posso, Hunter spadroneggia sotto i tabelloni ed il CSKA ne approfitta subito per scappare nel punteggio (5-11 al 3’). Claver inverte la tendenza inchiodando l’assist delizioso offertogli da Huertel, ma Peters contiuna a martellare dalla medio-lunga distanza ristabilendo le distanze (8-13). Ribas, con la tripla, ancora il play francese, col jumper, scrivono il parziale di 5 a 0 che riequilibra le sorti della gara; il pari però dura solo l’arco di un’azione visto che su ribaltamento di fronte è ancora Peters a piazzare la zampata per il nuovo allungo ospite (13-16). Inizia così un continuo scambio di canestri Kuric, Seraphin e Pangos rispondono ai centri di Kurbanov ed Hunter, ma alla prima sirena le due sfidanti ci arrivano su situazione di perfetta parità, 20 a 20.

Seraphin riapre le danze nel secondo periodo coi liberi del nuovo vantaggio Barca (22-20), ma De Colo con la tripla dal logo o quasi rimette in chiaro immediatamente le cose (22-23). Kuric replica per le rime alla guardia translpina, ma Hines dalla linea della carità riporta avanti i russi di un solo punto. Seraphin e Clyburn rimpinguano i bottini delle rispettive squadre; ma il punteggio è ancora a favore dell’armata rossa fino a che il mini-break di tre a zero messo a segno da Seraphin e Hanga non manda su tutte le furie Itoudis che richiama in panchina i suoi insoddisfatto della difesa che stanno mettendo sul parquet. Hanga allunga dai liberi, ma è sempre De Colo l’ancora di salvezza a cui i moscoviti si aggrappano nei momenti di difficoltà ed infatti la sua bomba rimette in carreggiata gli ospiti (32-31). Kurbanov firma nuovamente la parità che però viene spezzata da Huertel col cesto del nuovo vantaggio catalano (34-32); tuttavia il Barça aveva fatto i conti senza l’oste e De Colo nuovamente mette a segno canestri dall’elevata difficoltà oltre che importanza visto che ribaltano nuovamente la leadership in questo match davvero elettrizzante (36-37). Oriala con una tripla, non proprio il piatto forte della casa, riporta avanti i blaugrana, ma Hunter inchioda l’ennesimo cioccolatino servitogli da Rodriguez e si è quindi di nuovo punto ed a capo. I punti finali di Claver, Rodriguez e De Colo servono solo per aggiornare il punteggio sul tabellone, la sostanza vede comunque il CSKA sempre avanti che giunge al riposo lungo sul 44 a 41.

Hunter inaugura la ripresa col fade-away del +5, ma i padroni di casa sono decisamente più in palla degli avversari e rispondono immediatamente con un contro parziale di 10 a 0 che capovolge ancora una volta le parti all’interno della partita. Ora, infatti, è il Barcellona a fare la lepre e scappare dopo i punti messi a segno dal quartetto Hanga, Singleton, Claver e Pangos (51-46); gli ospiti come al solito si affidano alle loro certezze che hanno un nome ed un cognome ben precisi: Nando De Colo. La guardia ex San Antonio Spurs tampona l’emorragia coi suoi liberi ed insieme a Clyburn riporta a contatto i viaggianti (51-50), ma Claver dalla linea della carità riporta i suoi compagni di squadra sul possesso pieno di vantaggio (53-50). Un nuovo black-out però colpisce i ragazzi di Itoudis che non trovano più la via del canestro prestando il fianco alle folate offensive dei catalani che in men che non si dica si ritrovano addirittura sul +9 grazie ai punti di uno scatenato Claver (59-50). All’ala spagnola risponde sempre il numero 1 con la canotta bianca; ma questa volta la pezza messa da De Colo non basta visto che Hanga l’azione successiva prende l’ascensore e posterizza, con una giocata da top 10, niente meno che Hines (61-53). Il lungo ex Veroli tuttavia non si perde d’animo e riporta sotto i russi ad un solo possesso, prima che Kurbanov torni a scrivere il proprio nome sul referto di gara inchiodando la bimane del -1 (61-60). Il buzzer beater manco a dirlo di De Colo manda tutti quanti all’ultimo riposo sul punteggio di Barcellona 61-63 CSKA Mosca.

L’ultimo quarto ricomincia come si era aperto il precedente, ma a parti capovolte; Seraphin con il semigancio ristabilisce la parità, ma Hines l’azione dopo rimette avanti il CSKA di un possesso. Oriola e Sigleton danno ancora speranza al Barça mettendo a segno cinque punti in fila, ma ancora una tripla dell’MVP di questa sera fa capire agli oltre seimila spettatori del PalauBlaugrana che il CSKA è a Barcellona per prendersi pure questo foglio rosa (68-70). Per i titoli di coda ci pensano invece Kurbanov e Clyburn, il mini parziale scritto dall’insolito duo chiude anticipatamente la partita consegnando in fin dei conti il referto rosa ai viaggianti, il quindicesimo in questa stagione che li mantiene al terzo posto solitario della graduatoria. Il Barcellona, invece, esce con l’amaro in bocca da questa partita, i ragazzi Pesic lottano ad armi pari pressoché per tutto l’incontro coi più titolati avversari, ma delle distrazioni in un finale di partita così concitato hanno segnato l’esito finale del match. La partita si concluderà sul punteggio di Barcellona Lassa 76-84 CSKA Mosca

MVP BASKETINSIDE.COM: Nando De Colo. Ancora di salvezza per i moscoviti nel momento più difficile del match; la bomba a pochi giri di lancetta dalla fine poi da il là all’ennesima vittoria russa in questa regular season. 25 punti e 7/10 da tre, serve aggiungere altro?

BARCELLONA LASSA 76-84 CSKA MOSCA (20-20, 21-24, 20-19, 15-21)

Barcellona: K. Seraphin 14, K. Pangos 5, P. Ribas 3, C. Singleton 7, A. Hanga 8, J. Blazic n.e., T. Huertel 5, A. Pustovyi n.e., P. Oriola 6, K. Kuric 8, V. Claver 17, A. Tomic 3, all. S. Pesic

CSKA Mosca: N. De Colo 25, J. Bolomboy 0, A. Peters 8, I. Ukhov n.e., S. Antonov 0, S. Rodriguez 10, W. Clyburn 8, D. Hackett 0, M. Kulagin 0, N. Kurbanov 17, K. Hines 8, O. Hunter 8, all. D. Itoudis.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy