EuroLega, 21° giornata: clamoroso al Pireo! Il Barcelona distrugge un Olympiacos inguardabile

EuroLega, 21° giornata: clamoroso al Pireo! Il Barcelona distrugge un Olympiacos inguardabile

Strepitosa prestazione dei Blaugrana che rifilano una sonora sconfitta ai greci.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

L’Olympiacos di David Blatt ospita tra le mura casalinghe il Barça di Coach Pesic. I greci hanno un grande score in casa, mentre i catalani cercano continuità per la corsa ai Playoffs.

QUINTETTO OLYMPIACOS: Williams-Goss, Spanoulis, Timma, Printezis, Milutinov.

QUINTETTO BARCELONA: Pangos, Blazic, Claver, Singleton, Tomic.

Inizio difficile per i padroni di casa, i quali soffrono molto la difesa fisica del Barça. 2 soli punti segnati dalla squadra del Pireo in 4 minuti di gioco a fronte dei 7 dei catalani, molto positivi in questo inizio. Sfida ad altissima quota tra Milutinov e Tomic, con il croato nettamente superiore in questo inizio. Sul 4-12 in favore degli ospiti, David Blatt chiama Timeout, cercando di svegliare una squadra addormentata che tira con pessime percentuali. Al rientro dal timeout, il copione non cambia. Kevin Pangos sembra essere tornato quello dello Zalgiris e il suo canestro e fallo vale il +11 Barça. Disastroso primo quarto per l’Olympiacos, che sembra una squadra senza un minimo di ritmo, grazie soprattutto ad una super difesa del Barça. Termina il primo quarto con 21 punti di vantaggio per gli ospiti e solo 6 punti a referto per l’Olympiacos, in uno dei quarti peggiori di sempre per la squadra greca.

Finalmente Nikola Milutinov! Il serbo si sveglia e da una scossa all’ambiente con 4 punti in fila che riportano i greci sul -17. Spanoulis spezza il raddoppio del Barça e segna con facilità il -15 che suona come campanello d’allarme per Coach Pesic il quale chiama subito timeout. Altro atteggiamento in questo secondo quarto per l’Olympiacos, consapevole che è impossibile portare a casa una vittoria con questo atteggiamento. La vecchia guardia Spanoulis-Printezis colleziona un 11-0 che è puro ossigeno per l’Oly. Alex Toupane segna da 3 per il 15-0 di parziale, spezzato da una tripla di Blazic. I 3 punti di Blazic sono i primi 3 di un Barcelona che ha subito tremendamente il ritorno dei greci, rimanendo a bocca asciuta per ben 7 minuti. Huertel gioca con grande furbizia il finale di quarto, rimediando a numerosi errori ai liberi dei catalani. Si va all’intervallo lungo con 10 punti di distacco tra le due squadre. L’Olympiacos è chiamato a completare la rimonta mentre i catalani tenteranno di ripetere un primo quarto irreale.

Entra in campo molto bene il Barcelona. I Blaugrana non si fanno spaventare dal clima del Pireo e dalla possibilità di rimonta dei greci, entrando in campo molto concentrati. Chris Singleton sente l’aria di derby, essendo stato una parte fondamentale dei rivali del Panathinaikos. 15 punti per l’americano e un super 4 su 6 da 3 punti per lui sin qui. L’Olympiacos ritrova le numerose difficoltà viste nel primo quarto, non riuscendo a ridurre lo scarto sotto la doppia cifra. I greci soffrono ma chiudono il quarto con un briciolo di speranza, data da una tripla sulla sirena di Janis Strelnieks. I greci sono sotto di 12 punti con 10 minuti da giocare.

Inizia alla grande l’ultimo quarto Kevin Seraphin. Il francese fa la voce grossa sotto canestro e mostra i muscoli ai rivali greci. É un Olympiacos troppo brutto per essere vero. La squadra di casa fatica tanto in attacco e ne risente maggiormente in difesa. Tanti sono i meriti di un Barcelona a tratti perfetto, con una difesa rocciosa. 46 punti segnati in 35 minuti da parte dell’Olympiacos, fotografia esatta dalla partita. Match che sembra concludersi in modo scontato con un Barcelona che ha fatto la voce grossa dal primo all’ultimo minuto in uno dei campi più difficili d’Europa. Il finale di partita è garbage time, con l’Olympiacos che ha mollato la presa e il Barça che fa accademia. Impensabile prevedere una partita del genere alla vigilia, un dominio Blaugrana per 4o minuti.

 

OLYMPIACOS – FC BARCELONA  55-76 (6-27, 22-11, 15-17, 12-21)

 

MVP BasketInside – Chris Singleton. Aria di derby per l’ex Panathinaikos. 5 su 8 da 3 punti, ma tatticamente un’arma micidiale che ha spezzato in due la difesa dell’Olympiacos. A sorpresa, Singleton rinasce in un campo ostico come il Pireo ed è un vero fattore in un dominio assoluto dei blaugrana.

 

Olympiacos: Spanoulis 7, Williams-Goss 9, Papanikolau, Vezenkov, Milutinov 13, Toupane 4, Strelnieks 13, Printezis 6, Mantzaris, Leday, Bogris 2, Timma 1. All: Blatt

Barcellona: Seraphin 8, Pangos 9, Ribas, Singleton 18, Hanga 11, Blazic 8, Huertel 7, Pustovyi , Oriola 2, Kuric, Claver 3,  Tomic 10. All. S. Pesic

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy