EuroLega, 24° giornata: Il Fenerbahce vince facile il derby con l’Anadolu

EuroLega, 24° giornata: Il Fenerbahce vince facile il derby con l’Anadolu

I gialloblu, già certi del posto tra le prime otto, non fanno sconti ai cugini e dopo averli battuti pure in finale di coppa di Turchia li battono pure stasera vendicando la sconfitta dell’andata

di Marco Novello

Ormai Fenerbahce contro Anadolu Efes è il grande classico di Turchia e stasera all’Ulker Sport Event Hall è andato in scena l’ennesimo atto tra le due corazzate di Istanbul valevole per la ventiquattresima giornata di EuroLega.

QUINTETTO BASE FENERBAHCE: Green, Melli, Duverioglu, Datome, Muhammed

QUINTETTO BASE ANADOLU: Larkin, Beaubois, Moerman, Anderson, Dunston

Inizio scoppiettante di match; sia il Fener che l’Anadolu saltano la tradizionale fase di studio cercando di mettere sin da subito all’angolo i diretti avversari; Datome e Muhammed da una parte, Larkin e Moerman dall’altra mettono a segno i primi cinque punti delle rispettive squadre il tutto dopo un solo giro di lancette. Le sfidanti viaggiano a braccetto; la parità non si schioda fin tanto che il terzetto Larkin Beaubois Moerman non scrivono il mini break di 8 a 0 in favore dell’Efes per il primo vantaggio ospite concreto sul 9-14. Obradovic ferma subito il momento favorevole degli ospiti chiamando un minuto; il coach serbo ne ha per tutti in panchina, ma appena i gialloblu di casa rimettono il piede sul parquet la musica cambia! La difesa dei padroni di casa si compatta non lasciando passare più uno spillo; tra cui la giocata da HL di Melli che stoppa Moerman mentre ne stava inchiodando altri due facili; e l’attacco ora gira come un orologio svizzero. Prima Datome poi Sloukas, questa volta subentrante dalla panchina, dimezzano lo svantaggio e poi lo strano duo Kalinic-Vesely riporta addirittura avanti il Fener (18-17). I biancoblu ospiti sono letteralmente tramortiti da questo parziale aperto dei rivali cittadini tanto che Datome ne aggiunge altri due poco prima della fine del primo quarto scrivendo quindi il 20 a 17 sul tabellone luminoso con cui le due squadre andranno al primo mini riposo.

I secondi dieci minuti di gioco hanno un solo protagonista; Kostas Sloukas. Il play greco, difatti, è letteralmente incontenibile mettendo a segno sette punti quasi consecutivi; inframezzati dal cesto del nostro Melli, che spaccano in due la partita; l’Efes tenta di restare aggrappata come può al match coi punti di Larkin, Pleiss e Micic, ma scivola inesorabilmente sul -7 (32-25 al 15′). Datome e Kalinic, tuttavia, rincarano la dose aggiungendo altri punti sul tabellino dei padroni di casa che sfondano così le dieci lunghezze di vantaggio ritrovandosi perfino sul +14 a poco meno di un minuto dall’intervallo lungo (43-29). Moerman è l’unico a provarci e non alzare bandiera bianca, ma dietro di lui nessun altro compagno riesce a portare un contributo sostanzioso alla causa dell’Efes tanto che all’intervallo la sfida tra le due regine di Turchia può ritenersi già conclusa o quasi.

L’inizio della ripresa sembra avere un copione un po’ diverso rispetto a quello andato in scena nei primi venti minuti. L’inizio del terzo periodo è ancora a favore del Fenerbahce che esce dagli spogliatoi col vento in poppa (la tripla di Kalinic aggiorna il massimo vantaggio sul 49 a 31 dopo 1’30” di gioco); ma l’Efes questa volta ha il merito di venire fuori alla distanza. Prima Moerman si mette in ritmo con un paio di canestri e poi dà una scossa ai propri compagni che questa volta lo seguono e punticino dopo punticino provano la rimonta impossibile come già accaduto nella partita di andata. I canestri finali di Pleiss e Moerman continuano a dare fiducia ai biancoblu ospiti col chiassoso pubblico turco che incomincia piano piano a calare nell’entusiasmo ben consapevoli di come fosse finita un girone addietro la partita andata in scena all’Abdi Ipekci Arena. Solo la sirena del trentesimo minuto pone un freno al rimontone dei ragazzi di Ataman che si devono accontentare di aver dimezzato le distanze sul 57-47.

Sentito il fiato sul collo; i gialloblu non indugiano ulteriormente ed all’inizio dell’ultimo quarto di gioco con Sloukas e Guduric provano a mettere una serie ipoteca sulla ventiduesima vittoria di questa regular season (65-50). Motum e Pleiss tentano il tutto per tutto per tenere a galla l’Anadolu; ma Datome prima e Vesely poi scrivono la parola fine all’incontro. La tripla dell’italiano ed il canestro da sotto del lungo ceco pongono fine ai sogni di rimonta degli ospiti; in una serata in cui il Fener non ha brillato come altre volte ai biancoblu è mancato il tiro pesante dei propri cecchini con Simon, Micic e Beaubois che insieme raccolgono un misero 1/12 condannando i viaggianti a conti fatti alla quarta piazza visto che a sei giornate dalla fine il duo Real-CSKA si trova a tre vittorie, ad ora, di distanza. Gli ultimi minuti sono di pura accademia coi coach che danno ampio respiro alle panchine; al suono dell’ultima sirena il tabellone luminoso recita il seguente punteggio Fenerbahce 84-66 Anadolu Efes. I ragazzi di Obradovic stanno disputando una regular season da manuale; ma dietro non mollano ed il primo posto perciò non è ancora assicurato. Da segnalare inoltre che coi punti messi a segno questa sera Sloukas taglia il traguardo dei 1000 punti segnati in EL con la maglia del Fenerbahce addosso.

MVP BASKETINSIDE.COM: Luigi Datome. L’ala sarda stasera è onnipresente; segna, difende, prende rimbalzi, un factotum al servizio di Obradovic. Il numero 70 chiuderà il match con 13 punti in 26 minuti; menzione d’onore pure per Kostas Sloukas, autore di ben 17 segnature, ma le sei palle perse sono una macchia difficilmente rimovibile dalla sua partita.

FENERBAHCE DOGUS 84-66 ANADOLU EFES (20-17, 23-12, 14-18, 27-19)

Fenerbahce: Green 2, Melli 4, Mahmutoglu 0, Kalinic 15, Biberovic 4, Sloukas 17, Guduric 11, Vesely 8, Guler 0, Muhammed 8, Duverioglu 2, Datome 13, all. Obradovic

Anadolu: Larkin 13, Beaubois 5, Balbay 0, Motum 4, Sanli 2, Motum 20, Tuncer 0, Pleiss 11, Micic 2, Anderson 5, Dunston 4, Simon 2, all. Ataman.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy