EuroLega, 25° giornata: il Maccabi non sbaglia ed espugna il campo del Bayern

EuroLega, 25° giornata: il Maccabi non sbaglia ed espugna il campo del Bayern

Un Maccabi estremamente solido conduce per tutta la gara e trova due punti fondamentali per inseguire i playoffs.

di Francesco Strazzari

BAYERN MONACO – MACCABI TEL-AVIV 70-77 (17-18, 14-15, 16-25, 21-16)

Una sola vittoria separa le due squadre in classifica, con i padroni di casa del Bayern desiderosi di centrare il secondo successo consecutivo e di rifarsi dal tracollo in Israele dell’andata (95-71 per il Maccabi). Gli ospiti si presentano con due vittorie nelle ultime tre uscite e l’assoluta necessità di trovare punti per restare aggrappati al treno playoff, ormai giunti agli sgoccioli della regular season.

La posta in palio è pesante e lo si capisce sin da subito. Grande intensità difensiva e poco spettacolo nella prima metà di gara all’ “Audi Dome” di Monaco di Baviera. Troppe palle perse per i padroni di casa (già 8 all’intervallo), ma dall’altra parte il Maccabi dimostra una scarsa mira (3/14 da 3). Protagonisti Barthel per i bavaresi e Kane per gli ospiti, ma l’azione più spettacolare è probabilmente quella che arriva a tempo scaduto: con 3 decimi sul cronometro Roll lancia da rimessa il pallone a tutto campo e Pargo in salto segna incredibilmente da 3 punti. La prodezza però arriva fuori tempo massimo e quindi le squadre vanno negli spogliatoi con gli israeliani avanti 31-33.

Ripresa decisamente più vivace e divertente rispetto ai primi 20′, ma il tema della gara non cambia. Maccabi che conduce e che controlla il ritmo della gara, Bayern costretto ad inseguire invano fino al termine. Gli israeliani sono presi per mano da Wilbekin e da un ottimo Black, oltre che dalle pesantissime giocate di Roll. I padroni di casa trovano buone cose da Williams, che però non basta ad evitare una sconfitta che permette agli israeliani l’aggancio in classifica (e il 2-0 negli scontri diretti).

Quintetto Bayern: Dedovic, Jovic, Lucic, Barthel, Radosevic
Quintetto Maccabi: Wilbekin, Caloiaro, Kane, O’Bryant, Black

Le difese prevalgono sugli attacchi nella prima metà del quarto, col Maccabi che apre le danze con Caloiaro, a cui risponde prontamente la tripla di Jovic. Israeliani decisamente più rapidi nell’esecuzione offensiva, ma molto imprecisi, mentre il Bayern è troppo macchinoso nella costruzione del gioco. Al primo timeout di serata il tabellone indica 9-10 per gli ospiti e la tripla del possibile sorpasso di Koponen si spegne sul primo ferro. Il Maccabi non perdona e piazza un mini-break di 4-0 che porta Wilbekin e compagni sul massimo vantaggio di serata (9-14). La scossa per i bavaresi arriva da Barthel, che guida un parziale di 7-0 con cui i padroni di casa vanno avanti nel punteggio. Il finale è targato nuovamente Maccabi che, grazie allo spettacolare alley-oop chiuso da Kane, chiude avanti 17-18 la prima frazione.
Il Bayern litiga col canestro in avvio, ma questa volta gli israeliani non ne approfittano e la tripla di Lo costringe Sfairopoulos al timeout, col risultato sul 22-20. La gara continua a vivere di strappi da una parte e dall’altra, col Maccabi che al rientro segna 5 punti in un amen e prende nuovamente in mano l’inerzia (22-25). Le squadre continuano comunque a viaggiare a corrente alternata, dando vita a una sfida molto intensa ma poco spettacolare. La bomba di Dibartolomeo mantiene le distanze (29-33), ma sull’ultimo possesso Roll commette un’ingenuità, regalando 3 tiri liberi a Williams: il “23” fa 2/3 e si va all’intervallo sul 31-33.
Il Bayern sembra essere rimasto negli spogliatoi e il Maccabi spinge sull’acceleratore: 8-0 di parziale in apertura firmato dalle giocate di Wilbekin e Dibartolomeo (33-41). Timeout obbligato per Coach Radonjic, ma gli uomini in maglia rossa sono spenti e gli ospiti allungano col tap-in di O’Bryant. I primi due punti del terzo periodo arrivano dalla lunetta per i tedeschi, grazie al 2/2 di Jovic, seguito a ruota dall’esplosiva schiacciata di Williams, che risveglia l’ “Audi Dome” (37-43). Il Maccabi continua a dimostrare di essere “dentro la partita” molto di più rispetto agli avversari e questo si riflette nel punteggio, che continua a premiare gli uomini di Sfairopuolos (40-50). L’infrazione di 24″ commessa dall’attacco dei padroni di casa seguita dalla schiacciata di Black sull’altro fronte rappresentano l’immagine della partita fino a questo momento: black-out Bayern e israeliani in fuga (42-54). Al termine del terzo periodo sono 11 le lunghezze a separare le due squadre.

Si scalda l’atmosfera a Monaco, con i padroni di casa che cercano gli ultimi assalti alla ricerca disperata di due punti fondamentali. Dangubic piazza due punti di ottima fattura che riportano a -6 il Bayern (56-62), ma il talento cristallino di Wilbekin ristabilsce il divario. Dangubic però è “on fire” e spara la tripla che alza decisamente il livello dei decibel dell’arena. L’attacco degli ospiti sembra essersi inceppato e si limita ad affidare il pallone alle mani di Scottie Wilbekin, che ricambia e fa respirare i suoi (61-65). Un paio di letture di grande sagacia di Roll portano il Maccabi nuovamente a debita distanza e il canestro di Pargo rischia di spegnere definitivamente le speranze del Bayern (63-71). 70-74 sul tabellone quando manca poco più di un minuto al termine del match. Il tiro di Pargo viene sputato dal ferro, ma Black strappa il rimbalzo in attacco e serve Roll per la tripla che mette il sigillo sulla vittoria del Maccabi (70-77). Non c’è più spazio per i tentativi di rimonta del Bayern, che cade in casa e si ritrova anche sotto 2-0 negli scontri diretti.
Tabellino Bayern: Dangubic 9, Hobbs 3, King, Koponen, Radosevic 4, Lucic 2, Lo 8, Dedovic 2, Amaize NE, Jovic 9, Barthel 16, Williams 17
Tabellino Maccabi: Wilbekin 19, Pargo 2, O’Bryant 4, Caloiaro 7, Roll 11, Kane 6, Avdija, Tyus 4, Dibartolomeo 10, Black 14, Zoosman
PARZIALI PROGRESSIVI: 17-18, 31-33, 47-58, 70-77
BASKETINSIDE MVP: Tarik Black (14 punti, 5/5 da 2, 4/5 ai liberi, 6 rimbalzi e 19 di valutazione)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy