EuroLega, 30° giornata: Zalgiris, impresa da Playoffs. Real costretto alla resa, i baltici centrano l’8° posto

EuroLega, 30° giornata: Zalgiris, impresa da Playoffs. Real costretto alla resa, i baltici centrano l’8° posto

Lo Zalgiris centra la qualificazione ai Playoffs sbancando Madrid dopo 40′ da urlo. Olympiacos e Maccabi Tel Aviv eliminati.

di Gabriele Leslie Giudice

REAL MADRID 86-93 ZALGIRIS KAUNAS (27-25, 10-21, 23-20, 26-27)

Zalgiris Kaunas compre l’impresa, violando il Palacio de Deportes de Madrid (è la seconda sconfitta casalinga per il Real Madrid in questa stagione di EuroLega) e centrando l’8° e ultimo posto per accedere ai Playoffs, in cui sfiderà il Fenerbahçe, testa di serie numero 1. Per la seconda stagione consecutiva, Jasikevicius porta i suoi alla posta season. Merito della sesta vittoria consecutiva del suo Zalgiris, che conclude stasera una marcia inizata il 7 Marzo con la vittoria contro il Gran Canaria, capace di dare l’abbrivio a una rimonta a cui si devono arrendere anche Olympiacos e Maccabi Tel Aviv, eliminati per via degli scontri diretti a sfavore. Pressoché perfetta la partita dei baltici, che tra il 10′ e il 24′  serrano la difesa concedendo al Real Madrid – ancora privo di Llull – la miseria di 10 punti, contro i 24 degli ospiti, che qui costruiscono il break che cambia la partita. La rimonta del Real – trascinato da Tavares, 22 punti e 7 rimbalzi – arriva vicino a completarsi negli ultimi minuti, in cui sale in cattedra, con 12 punti negli ultimi 5′, un superlativo Brandon Davies, che aiuta lo Zalgiris a proteggere l’esile vantaggio e a compiere l’impresa che vale i Playoffs.

Tavares apre la contesa con 4 punti consecutivi, gli risponde Westermann, con 2 triple che spingono avanti lo Zalgiris (6-8). Il buon impatto dalla panchina di Ayon e Yusta aiuta il Real a costruire un piccolo vantaggio (16-12) che lo Zalgiris annulla trovando in ogni azione un protagonista diverso, e il primo riposo a un possesso dal Real (27-25). Con le triple di Wolters e di Milaknis lo Zalgiris prima aggancia il Real e poi  lo sorpassa trovando il +4 (29-33) e, aumentando contestualmente i giri della difesa, cambia i piani della serata al Real. I blancos, infatti, scivolano a -6 sui liberi di Davies e poi anche a -9 (37-46) sul 9° e il 10° punto di Kavaliauskas, che manda la partita all’intervallo. Le retine restano immobili nei primi 3′ del terzo quarto, sbloccato dalla tripla di Grigonis che vale il +12 (37-49). Il Real trova i primi punti del quarto con 4 punti consecutivi di Carroll, ma solo negli ultimi 2′ del periodo riesce a sbloccarsi inscenando un parziale di 8-0 che riapre la partita (58-64). Con un Tavares dominante e l’ottimo contributo dalla panchina di Prepelic il Real tocca il -2 (68-70) a 7′ dall’ultima sirena, mentre lo Zalgiris continua a ribattere colpo su colpo alimentando il ping pong tra le due squadre. Si esalta Brandon Davies, che si carica sulle spalle l’attacco dei suoi segnando 12 punti – tutti a replicare al momentaneo pareggio del Real – negli ultimi 5′. Trascinata dall’ex Varese, lo Zalgiris entra nell’ultimo minuto avanti di 3 lunghezze, e riesce a proteggere la vittoria trasformando i tiri liberi: lo Zalgiris sbanca Madrid con il finale di 86-93 e si qualifica per i Playoffs di EuroLega per il secondo anno consecutivo.

REAL MADRID: Causeur 7, Taylor 2, Thompkins 5, Randolph 17, Campazzo 2, Reyes 2, Ayon 8, Yusa 4, Carroll 11, Tavares 22, Prepelic 6, Kuzmic.

ZALGIRIS KAUNAS: Grigonis 5, Davies 27, Thompson 7, Wolters 8, Walkup 4, Westermann 9, Milaknis 7, White 9, Kavaliauskas 10, Ulanovas 7.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy