EuroLega, 5° giornata: Prima vittoria per il Khimki

EuroLega, 5° giornata: Prima vittoria per il Khimki

I russi, trascinati dal solito Shved, centrano il primo successo in questa stagione. Nulla da fare per Gran Canaria che cede di schianto già nel secondo quarto.

di Marco Novello

Alla fine è arrivata la prima vittoria pure per il Khimki che, davanti al pubblico dell’Arena Mytishchi, piega Gran Canaria forse fin troppo arrendevole.
Il match inizialmente procede sui binari dell’equilibrio senza che nessuna delle due squadre riesca a prendere un vantaggio sensibile sull’altra. Prima dello scadere del quarto però il Khimki, trascinato dal duo Malcom e Gill, accumula un vantaggio sensibile (25-16), ma gli spagnoli grazie alla bomba di Eriksson ed ai liberi di Oliver rientrano sino al -4 con cui le sfidanti andranno al riposo (25-21). La seconda frazione come detto è quella della svolta, i russi giocano più sciolti rispetto agli ospiti; ma soprattutto infilano bombe a ripetizione causando quello strappo che risulterà poi decisivo nell’economia del match. Protagonista manco a dirlo è Shved che partecipa al festival del tiro pesante insieme ai compagni Jenkins e Crocker coi gialloblu che aggiornano il proprio vantaggio sul +13 (39-26). L’HerbaLife riesce a contenere i danni non subendo più parziali da parte del Khimki, ma il gap ormai si è fatto importante con le contendenti che rientrano negli spogliatoi sul parziale di 49-33. La ripresa conferma poi il trend dei primi 20′ di gioco col Khimki in controllo dei ritmi del match ampliando, minuto dopo minuto, il proprio vantaggio tanto che alla terza e penultima sirena la partita può ritenersi già conclusa (77-53). L’ultimo quarto serve solo al Gran Canaria per rendere meno amara la sconfitta; ma dopo quattro tentativi il Khimki riesce a portarsi a casa il primo referto rosa in questa campagna d’EuroLega piegando gli spagnoli col punteggio di 87-72. Miglior in campo è ovviamente l’ex Houston e 76ers Shved autore di una prova a tutto tondo, 24 punti, 7 assist e 7 falli subiti sono quanto prodotto dalla guardia russa ben spalleggiata da Crocker che in uscita dalla panchina ha messo a segno ben 17 punti col 60% al tiro.

KHIMKI MOSCA 87-72 HERBALIFE GRAN CANARIA (25-21, 24-12, 28-20, 10-19)

Khimki: Shved 24, Bost 7, Crocker 17, Vialtsev 0, Zaytsev 0, Markovic 2, Monia n.e., Gill 15, Gubanov 0, Jenkins 10, Thomas 6, Mickey 6, all. Bartzokas

Gran Canaria: Oliver 2, Hannah 6, Eriksson 8, Balvin 6, Baez 5, Pasecniks 9, Pauli 8, Rabaseda 2, Evans 5, Strawberry 9, Fischer 7, Tillie 5, all. Maldonado

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy