EuroLega, 6°giornata: Real Madrid ai limiti della perfezione! Maccabi travolto

EuroLega, 6°giornata: Real Madrid ai limiti della perfezione! Maccabi travolto

Impressionante prestazione dei Campioni D’Europa che rifilano una sonora sconfitta ai padroni di casa del Maccabi Tel Aviv.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Un grande classico del basket europeo, questo tra Maccabi Tel Aviv e Real Madrid, visto anche come finale alle Final Four di Milano. Il Maccabi è in cerca di riscatto, mentre i madrileni stanno giocando con grande facilità e con l’autorevolezza dei campioni d’Europa in carica.

QUINTETTO MACCABI: Wilbekin, Roll, Kane, Caloiaro, O’Bryant.

QUINTETTO REAL MADRID: Llull, Taylor, Causeur, Randolph, Tavares.

Pronti, partenza, via subito una tripla di O’Bryant a far esplodere di gioia il pubblico di casa. Dall’altra parte reagisce subito il Real Madrid, con una tripla fortunosa di tabella di Anthony Randolph. L’ex Warriors è molto cercato in attacco dai spagnoli, in una partita con le difese molto “ballerine”. Il Pick & Roll tra Sergio Llull e Tavares fa male alla difesa degli israeliani, nonostante un positivo inizio di gara per O’Bryant. Timeout per il Maccabi a metà primo quarto. Fa il suo esordio in EuroLega, Ramon Sessions, nuovo acquisto del Maccabi Tel Aviv direttamente dalla NBA. Pessime percentuali da 3 punti per entrambe le squadre, le quali non riescono a segnare quasi mai dalla lunga distanza. Gustavo Ayon entra in campo al posto di Tavares ed è subito un fattore a rimbalzo. L’alternanza dei due lunghi per i madrileni è di una qualità impressionante. Un gioco da 3 punti del messicano e una tripla di Anthony Randolph chiudono il primo quarto con il Madrid avanti di 3 lunghezze.

Il secondo quarto si apre con una magia di Facundo Campazzo per Ayon e per il +5 Real Madrid. Reagisce subito il Maccabi Tel Aviv, con l’inedita coppia Sessions – O’Bryant. Altro colpo alla partita del Real Madrid, questa volta con la vecchia guardia. Rudy Fernández e Felipe Reyes fanno la voce grossa e costringono la squadra di Tel Aviv al timeout, sul -6. Jaycee Carroll fa quello che gli riesce meglio, ovvero tirare da 3. Due triple dell’ex Teramo, con il Madrid tenta la fuga, sorpassando la doppia cifra di vantaggio sugli israeliani. Grandissima difficoltà per il Maccabi Tel Aviv, con la panchina del Real Madrid che sta facendo un’enorme differenza. Non c’è timeout in grado di fermare il ritmo trovato da Jaycee Carroll. Altra tripla per la guardia americana, che sta “uccidendo” la partita in questo secondo quarto. Si va all’intervallo lungo con il Madrid sopra di 18 punti, grazie ad una prestazione quasi perfetta di squadra e ad un Jaycee Carroll impressionante, come sempre, dalla linea da 3 punti.  Scottie Wilbekin inesistente fin qui, un fantasma da 0 punti con 0 su 5 al tiro, dannoso più che utile per questo Maccabi Tel Aviv.

Finalmente Scottie Wilbekin! Un canestro con fallo ed una tripla che sbloccano l’ex MVP della ultima EuroCup. Nessuna paura per il Real Madrid, che risponde con una tripla di Sergio Llull e i muscoli sotto canestro di Walter Tavares. In un amen, gli spagnoli fanno una super accelerata che li fa volare sul +24. Il protagonista? Sergio Llull. Il playmaker spagnolo segna 3 triple consecutive in un amen per il Madrid. Impressionante la varietà di opzioni offensive per i campioni in carica, giocando un livello di pallacanestro altissimo senza mai abbassare i ritmi. Nessuna pietà da parte del Madrid, che continua a macinare gioco e far crollare le certezze (pochissime sin qui) degli israeliani. Alla fine del terzo quarto è +22 Real Madrid.

L’ultimo quarto è puro garbage time. Il Maccabi attende solo che finisca questa tremenda umiliazione. Il Madrid, sempre costantemente sopra i 20 punti di vantaggio, gestisce senza il bisogno di forzare e rotando le rotazioni. L’ultimo quarto scorre via così, con le squadre che continuano a giocare e il Real Madrid a gestire l’enorme vantaggio.

 

MVP BasketInside – Sergio Llull. Molto difficile scegliere un “migliore” in una squadra così perfetta. Prestazione ai limiti della perfezione del Real Madrid. Sergio Llull gioca la solita pallacanestro di grande qualità, con accelerazioni e triple tipiche del suo stile di gioco.

MACCABI TEL AVIV – REAL MADRID  66-87 (15-18, 8-23, 21-25, 22-21)

Maccabi Tel Aviv : Ray 3, Wilbekin 5, O’Bryant 17, Caloiaro 6, Roll 6, Kane 8, Avdija, Tyus 8, Dibartolomeo 0, Cohen 2, Zoosman, Sessions 11. All. N.Spahija

Real Madrid: Causeur 2, Randolph 11, Fernandez 8, Campazzo 5, Ayon 12, Carroll 16, Tavares 6, Llull 17, Deck, Prepelic 2, Reyes 6, Taylor 2, All. P. Laso.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy