EuroLega, 7° giornata: Uno straripante Baskonia annichilisce il Real

EuroLega, 7° giornata: Uno straripante Baskonia annichilisce il Real

Prova assolutamente perfetta dei ragazzi di Pedro Martinez che distruggono i blancos sin dal primo quarto di gioco.

Commenta per primo!

Partita assolutamente perfetta quella giocata questa sera dal Baskonia Vitoria tanto da renderla quasi una passerella per 30′. Così si può riassumere il derby spagnolo tra il Vitoria ed il Real in cui i padroni di casa letteralmente asfaltano i blancos col punteggio di 105-75. Il match dura praticamente l’arco di due possessi, poi i baschi producono lo strappo decisivo con il parziale di 22-3 e non si voltano più indietro; vani quindi i tentativi di Doncic e Fernandez, gli unici a salvarsi tra le fila madrilene, di riaprire il match. MVP di serata spetta al play brasiliano, ex Lakers, Marcelinho Huertas che sforna una prova da 13 punti e 6 assist per un 20 di valutazione finale, ma a colpire stasera è stato tutto il roster a disposizione di Martinez visto che a fine partita saranno ben cinque i giocatori a finire in doppia cifra con medie di tiro strabilianti per quasi tutto l’arco della sfida.

Quintetto Baskonia: Timma, Malmanis, Janning, Granger, Poirier

Quintetto Real Madrid: Causeur, Randolph, Reyes, Campazzo, Taylor

Avvio incredibile quello che assistiamo questa sera alla Fernando Buesa Arena con i padroni di casa del Baskonia che, di fatto, provano subito ad annichilire il Real Madrid. Dopo i centri in avvio di Timma e Malmanis da una parte, a cui risponde solo Reyes dall’altra (5-2), i baschi mettono a referto un clamoroso parziale di 22-3 che da un’impronta importante alla sfida di questa sera (27-5). Un solo errore al tiro su tredici tentativi iniziali sono lo score del Vitoria che costringono Laso a frammentare spesso il gioco oltre che ruotare tutti i suoi uomini a referto in questo match. Doncic con 5 punti in fila prova a dare un po’ di animo ai suoi compagni di squadra, ma Shengalia prova a spegnere ogni tentativo di rimonta sul nascere col centro da due punti (29-10). Doncic, Carrol e Randolph con un mini break di 7-2 cercano di rosicchiare qualche punto e diminuire l’enorme gap tra le due contendenti, ancora una volta l’ala georgiana ed il play Beaubois ricacciano indietro gli avversari tanto che al suono della prima sirena il tabellone luminoso recita il seguente parziale Baskonia 36-17 Real Madrid.

Seconda frazione che inizia col botta e risposta tra il numero 7 dei blancos ed il play, ex tra le altre dei Dallas Mavericks, che non altera di fatto il margine sul tabellino (39-19). Fernandez si iscrive al match con la bomba del -17, ma sempre Beaubois replica efficacemente all’ala spagnola. Thompkins e nuovamente Fernandez producono un mini 5 a 0, ma i baschi sembrano aver trovato le contromisure giuste alla difesa capitolina rispondendo nell’arco di un solo minuto coi centri di Shengalia, Granger e McRae (48-27). Un ispiratissimo Rudy spara la sua terza bomba del quarto e poco dopo viene seguito a ruota da Doncinc, ma se l’attacco ha cominciato a macinare la difesa madrilena deve ancora assestarsi prova ne sia le tre triple di fila subite da Granger e Janning per il nuovo massimo vantaggio del Baskonia (57-33). Campazzo mette a segno la tripla che vale il trentaseiesimo punto del Real, ma sugli altri 15 metri gli ospiti continuano a soffrire l’attacco dei padroni di casa con Poirier che concretizza da sotto per il momentaneo 59-36. Tavare e di nuovo Poirier rimpinguano i tabellini delle proprie squadre, il gap però rimane comunque abissale (61-38). Sul finire della frazione gli ospiti hanno una piccola fiammata di orgoglio e piazzano un parziale di 6 a 0 con cui si riportano a -18, ma Huertas proprio sulla sirena del ventesimo minuto mette a segno il decimo punto della sua serata mandando tutti al riposo lungo sul punteggio di 64-44.

Terzo periodo che ricomincia con il centro di Randolph a cui fa seguito nella metà campo opposta il canestro di Malmanis. Taylor piazza la bomba con la quale cerca di rianimare i blancos, ma prima Timma e poi Malmanis rispediscono al mittente ogni tentativo di rimonta avversario. Causeur prova a tenere vive le flebili speranze madrilene, il piano pre-partita studiato da Martinez è efficace tanto da trovare punti sempre da giocatori diversi. Diop, Beaubois e Granger rimettono il +23 in favore del Vitoria sul tabellone luminoso (76-53) prima della risposta della squadra capitolina affidata al solito Doncinc ed a Maciulis (76-57). Beaubois, con la terza tripla di serata, in un sol colpo aggiorna sia il massimo vantaggio dei padroni di casa (83-57) sia conclude il parziale di 7 a 0 con cui i ragazzi di Martinez si portano a casa il referto rosa di questa serata. Anche con un quarto ancora da giocare la garra dei madrileni sembra essersi già affievolita tanto che lo stesso Laso allunga il più possibile le rotazioni a propria disposizione. Il centro di Diop sullo scoccare del trentesimo minuto manda all’ultimo mini intervallo le due contendenti sul punteggio di 88-63

Quarto ed ultimo quarto che serve solo per migliorare i tabellini personali dei giocatori, ormai il rettangolo di gioco ha già decretato la sua vincitrice. Unica nota a margine il punto numero 102 del Vitoria giunge sulla tripla di Vildoza, giovane play argentino acquistato in estate dagli iberici. La partita si concluderà con secco 105-75, due punti preziosi quelli portati a casa dai rossoblu che gli consentono di lasciare l’ultima posizione in classifica, sconfitta indubbiamente pesante che potrà riflettersi sul morale della squadra di Laso che ora si vede allontanare sempre di più la vetta dell’EuroLega

MVP Basketinside.com:Marcelinho Huertas. Il play brasiliano è uno dei migliori dei suoi in questa sfida, anche se la palma di migliore in campo andrebbe equamente distribuita con tutta la squadra. Segna, ma soprattutto fa segnare, alla fine saranno 13 punti con 6 assist per l’ex Lakers, che dopo le annate da dimenticare in maglia gialloblu si sta rilanciando nel vecchio continente.

BASKONIA VITORIA 105–75 REAL MADRID ( 36-17. 28-27, 24-19)

Baskonia Vitoria: L. Vildoza 3 (0/1 da 2, 1/1 da 3, 0/0 tl), J. Timma 10 (1/1 da 2, 2/3 da 3, 2/2 tl), J. Voigtmann 2 (1/1 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), R. Malmanis 8 (4/5 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), M. Huertas 13 (3/4 da 2, 1/2 da 3, 4/4 tl), R. Beaubois 15 (3/3 da 2, 3/8 da 3, 0/0 tl), M. Janning 11 (1/4 da 2, 2/3 da 3, 3/3 tl), I. Diop 8 (2/2 da 2, 0/0 da 3, 4/4 tl), J. Granger 12 (1/4 da 2, 2/4 da 3, 4/6 tl), V. Poirier 8 (4/4 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), T. Shengelia 7 (2/5 da 2, 0/3 da 3, 3/4 tl), J. McRae 8 (2/5 da 2, 1/4 da 3, 1/2 tl), all. P. Martinez

Real Madrid: F. Causeur 3 (1/3 da 2, 0/0 da 3, 1/2 tl), C. Randle 2 (0/3 da 2, 0/2 da 3, 2/2 tl), A. Randolph 4 (2/6 da 2, 0/1 da 3, 0/0 tl), R. Fernandez 9 (0/0 da 2, 3/6 da 3, 0/0 tl), L. Doncic 18 (3/4 da 2, 2/7 da 3, 6/6 tl), J. Maciulis 4 (0/0 da 2, 0/1 da 3, 4/4 tl), F. Reyes 3 (1/2 da 2, 0/0 da 3, 1/2 tl), F. Campazzo 3 (0/1 da 2, 1/1 da 3, 0/0 tl), J. Carroll 7 (2/3 da 2, 1/3 da 3, 0/0 tl), W. Tavares 10 (4/5 da 2, 0/0 da 3, 2/3 tl), T. Thompkins 6 (3/4 da 2, 0/3 da 3, 0/0 tl), J. Taylor 6 (1/2 da 2, 1/4 da 3, 1/2 tl), all. P. Laso

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy