EuroLega, 8° giornata – Calathes trascina il Pana alla vittoria sull’Efes

EuroLega, 8° giornata – Calathes trascina il Pana alla vittoria sull’Efes

Il Panathinaikos espugna il campo dell’Efes con un grande Calathes.

di Emanuele Terracciano

Il Panathinaikos, trascinato da uno straordinario Calathes, porta a casa un pesante successo sul campo dell’Efes che torna a perdere dopo un periodo in cui sembrava essere uscito dalla crisi di inizio stagione. La partita è stata abbastanza gradevole per ampi tratti, solo nei secondi finali si è assistito a possessi molto discutibili che hanno regalato il successo alla formazione ospite.

LA CRONACA – La partita nella sua fase iniziale offre un ritmo altissimo e un discreto spettacolo per il pubblico giunto al palazzo per seguirla. Il punteggio è abbastanza alto in questa fase ed è il Panathinaikos a prendere per primo il largo con la premiata ditta Calathes-Singleton che porta i greci sul +6 (16-10). La panchina turca prova a metterci una pezza con un timeout, ma al rientro in campo il Pana trova la doppia cifra di vantaggio sul 26-16. Il ritmo alto favorisce il rientro dell’Efes che chiude il primo quarto sotto di sole sette lunghezze sul 28-21 in favore del Panathinaikos.

A inizio secondo quarto l’Efes continua quello che aveva iniziato nel finale della prima frazione e colma completamente il gap che lo seperava dagli avversari portandosi a -1 (33-32) successivo al canestro di Stimac che costringe la panchina greca all’immediato timeout. Al rientro in campo l’Efes trova il vantaggio con un discreto Motum, ma in una partita del genere non è facile tenere la partita in pugno e, difatti, il Pana rientra e si riporta avanti. Nel finale di quarto, come prevedibile, i ritmi si abbassano leggermente, ma il Panathinaikos riesce comunque ad arrivare all’intervallo lungo in vantaggio per 48-44.

La prima fase del secondo tempo vede le due squadre offrire uno spettacolo meno allettante rispetto a quanto fatto per larghi tratti dei primi due quarti. Anche a livello di punteggio la situazione sembra rimanere immutata, salvo un tentativo del Pana di allungare e chiuderla. L’Efes annulla subito questo tentativo di strappo e da il via a una fase finale di quarto non particolarmente accattivante in cui il Panathinaikos difende un seppur minimo vantaggio e chiude il terzo quarto sul 62-60 in proprio favore.

L’Efes, spinto dal suo pubblico, apre il quarto periodo di gioco con un rapido 7-0 di parziale che lo porta avanti nel punteggio e costringe la panchina greca a un immediato timeout per evitare che la squadra deragli in una fase così delicata del match. Al rientro in campo la schiacciata di Dunston allunga il parziale dei padroni di casa prima che Pappas dall’arco interrompa l’emorragia che stava portando a fondo i suoi. Il tap in di Vougiokas annulla di fatto il vantaggio accumulato dall’Efes che adesso è di sole due lunghezze (69-67) e allora un timeout si rende necessario. Un fallo tecnico sanzionato all’Efes da la possibilità a Calathes di realizzare i quattro punti in fila che riportano il Panathinaikos in vantaggio sul 75-73. In una partita del genere due punti di vantaggio significano ben poco e, pertanto, l’equilibrio continua a farla da padrone. Nell’ultimo minuto si entra sul 79-79, ma la tripla di Calathes, con tanto di esultanza polemica verso il pubblico, a 48’’ dalla sirena finale rischia di indirizzare la partita. Dopo un timeout, Dunston schiaccia i due punti del -1 (82-81), dall’altra parte il Panathinaikos pasticca, ma Mccollum nel possesso finale blocca la palla a lungo e non riesce a tirare. Alla fine vince il Panathinikos per 82-81

 

ANADOLU EFES 81-82 PANATHINAIKOS (21-28; 44-48; 60-62)

Anadolu Efes: Motum 21, Mccollum 16, Stimac 15

Panathinaikos: Calathes 29, Singleton 11, Gist 11

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy