EuroLega, 8° giornata – Melli sulla sirena! Apoteosi Fenerbahce a Mosca

EuroLega, 8° giornata – Melli sulla sirena! Apoteosi Fenerbahce a Mosca

Pazzesca partita a Mosca, in cui trionfano i turchi guidati da un super Vesely. Nicolò Melli segna il buzzer beater della vittoria dopo un overtime.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Big Match di giornata in EuroLega tra i padroni di casa del CSKA Mosca e il Fenerbahce, campione in carica. I russi, in grandissima forma, arrivano da una grande vittoria in un campo ostico come quello di Belgrado. Il Fenerbahçe invece sembra faticare in questa stagione, soffrendo molto le assenze di due superstar come Bogdan Bogdanovic e Ekpe Udoh, decisivi nella scorsa stagione.

QUINTETTO CSKA MOSCA: De Colo, Clyburn, Higgins, Khryapa, Hines.

QUINTETTO FENERBAHCE DOGUS: Wanamaker, Goduric, Nunnally, Vesely, Thompson.

Parte bene il CSKA, in particolare Nando De Colo, molto attivo e coinvolto negli schemi offensivi dei russi. Il Fenerbahce alterna ottimi possessi, a banali palle perse, micidiali contro questo CSKA. Cory Higgins beneficia di due ottimi scarichi di De Colo, punendo con 2 triple consecutive. Il Fenerbahce risponde con una grande presenza sotto canestro da parte di Jason Thompson e Jan Vesely, con il primo a catturare rimbalzi e il ceco a segnare. A metà primo quarto regna l’equilibrio, con il Fenerbahce avanti di 3 lunghezze. Vesely continua a dominare sotto canestro, ben imbeccato dai compagni di squadra, già a 10 punti con ancora alcuni minuti da giocare nel primo quarto. Il Fener prova così la prima mini fuga, in un primo quarto molto ben giocato. Sempre Jan Vesely è il principale protagonista di chiusura di quarto, con un Fenerbahce ai limiti della perfezione, avanti di 11 lunghezze.

Il CSKA è in difficoltà, come visto forse solo a Madrid visto in questo stagione. Il Fenerbahce difende molto bene e attacca con grande fluidità, facendo malissimo col Pick & Roll e Jan Vesely in particolare. I turchi giocano un basket perfetto, sembrando una squadra completamente differente rispetto a quella vista due giorni fa contro l’Olympiacos. La squadra di Mosca è scossa dalla super partenza del Fenerbahce, in difficoltà in entrambi i lati del campo. Il CSKA sprofonda a -18, in evidente balia dell’avversario. Una poderosa schiacciata di Kyle Hines prova a scuotere i padroni di casa, mai così in difficoltà tra le mura amiche. La super azione dell’ex Veroli sveglia i moscoviti e in un battibaleno, grazie al parziale di 11-0, tornano a -7 col pubblico di nuovo molto coinvolto nell’incontro. Il finale di quarto è bellissimo, con il ritmo che si alza vertiginosamente. Finale tutto di marca CSKA, con il Chacho Rodriguez a comandare i ritmi di gioco ben aiutato da Cory Higgins e dalla super difesa di Hines. I 5 punti di scarto con cui si chiude il primo tempo sono un lusso per il CSKA, sprofondato anche a -18 ma capace di risorgere e cambiare l’inerzia della partita da grandissima squadra.

Il terzo quarto comincia sulla falsa riga del precedente, con il CSKA che grazie a una grande intensità difensiva, riesce a recuperare alcuni palloni e volare in contropiede. La partita è più equilibrata che mai, con il Fenerbahce questa volta in difficoltà,  a discapito di quanto fatto vedere nel primo tempo. La tripla di De Colo, è quella del sorpasso CSKA con ancora 7 minuti da giocare nel terzo quarto, impensabile pochi minuti prima. Will Clyburn segna in penetrazione un canestro molto difficile per il +3 CSKA, con Coach Obradovic costretto al timeout alla metà esatta della terza frazione. Il Fenerbahce rimane aggrappato alla partita con un super Vesely, devastante oggi in fase realizzativa. Il terzo quarto termina con i padroni di casa avanti di 2 punti, in una partita molto bella ed equilibrata. Il Fenerbahce ha molti assist da parte di Wanamaker e Sloukas, mentre nel CSKA ci sono le grandi prestazioni di Hines e Higgins.

Il Fenerbahce non muore mai e grazie a Sloukas e Melli impatta di nuovo il punteggio in perfetta parità ad inizio di ultimo quarto. Le qualità delle due squadre sono altissime, probabilmente il meglio che si può vedere al momento in Europa. Sia il Fener che il CSKA giocano una grande pallacanestro, con le difese che faticano a contenere il talento offensivo degli avversari. Grandi esecuzioni offensive in questo momento della partita, su tutti Nando De Colo, letale dalla media distanza. Molto positivo anche Gigi Datome, entrato dalla panchina questa sera. Datome segna 5 punti in fila, importantissimi per mantenere il Fener avanti nel punteggio anche se di una sola lunghezza con 5 minuti da giocare. Un preziosissimo Nicolò Melli è il protagonista di 4 punti in fila, prima a rimbalzo offensivo e poi con l’arresto e tiro per il +5 degli a ospiti al 37′.  L’asse Sloukas-Vesely è ancora letale, un alley-oop del greco per il lungo ceco è una super giocata e soprattutto è il +7 Fener a meno di due minuti dalla fine del match. Sergio Rodriguez segna un lay-up rovesciato dal coefficiente di difficoltà altissimo per il -3 a 59 secondi dal finale. Nel ribaltamento di fronte, il Fenerbahce prima subisce fallo, poi perde una palla su rimessa sanguinosissima, con il CSKA sotto di 3 lunghezze, con 25 secondi da giocare e palla in mano. Dall’altra metà campo avviene l’impossibile. Sergio Rodriguez si inventa una pazzesca giocata da 4 punti, con una tripla più fallo di Jan Vesely. Rimangono quindi 15 secondi da giocare, con i turchi che hanno il possesso per vincere la partita. Brad Wanamaker attacca forte in penetrazione, subendo fallo. 1 su 2 per l’ex Darussafaka ed ennesima parità. Il CSKA nell’ultimo possesso non riesce a segnare ed è quindi Overtime!

L’Overtime è sempre nel segno dell’equilibrio, in una partita stupenda, probabilmente la migliore in questo inizio di stagione europeo. Il Fenerbahce domina a rimbalzo, con Vesely immenso quest’oggi. Sempre il ceco è autore di alcuni rimbalzi offensivi che permettono ai turchi di avanzare di 5 lunghezze a 2’3o dal termine. De Colo si carica la squadra sulle spalle, riportando i russi sul -2 con due grandi penetrazioni. Sloukas, nell’azione successiva, forza una tripla e si ritorna di nuovo col CSKA a -2 con 33 secondi da giocare, in una partita pazzesca. Ancora De Colo segna attaccando il canestro con una super giocata, impattando il punteggio sul 93 pari. 16 secondi da giocare e palla in mano per il Fenerbahce, che per la seconda volta in questa partita ha il possesso per vincerla. Azione disegnata per Wanamaker, tenta la tripla che esce, ma uno strepitoso Nicolò Melli segna il tap-in della vittoria per i turchi!

Pazzesca partita, la migliore di questa competizione sin ora. Vince il Fenerbahce, dopo aver dominato, essere stato rimontato e vinto in modo clamoroso con un tap-in di Melli dopo un overtime.

CSKA MOSCA – FENERBAHCE 93-95 (16-27, 25-19, 22-15, 20-22, 10-12) 

CSKA MOSCA: De Colo 18, Fridzon, Antonov 3, Rodriguez 20, Vorontsevich 2,  Clyburn 10, Higgins 17, Kulagin, Khryapa 2, Kurbanov, Hines 17, Hunter 4. All. Itoudis

FENERBAHCE DOGUS: Thompson 7, Melli 11, Hersek, Mahmutoglu, Wanamaker 13, Sloukas 10, Nunnally 6, Guduric 7, Vesely 31, Guler, Duverioglu, Datome 10.  All. Obradovic

MVP BasketInside.com – Jan Vesely. Meritati complimenti ed entusiasmo per il buzzer beater del nostro Melli, ma Jan Vesely domina in tutto e per tutto la partita. Nessuno è in grado di fermarlo, una vera macchina da punti. Mostra i muscoli e distrugge il ferro a ripetizione per un Fenerbahce che lancia un chiaro segno ai rivali. Il Fener non vuole abdicare il trono.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy