EuroLega, 9° giornata – il Real Madrid spreca, trionfa in rimonta il Panathinaikos

EuroLega, 9° giornata – il Real Madrid spreca, trionfa in rimonta il Panathinaikos

Partita dai due volti. Prima frazione tutta di marca madrilena, secondo tempo pazzesco del Panathinaikos che trionfa nel finale.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Panathinaikos che è sempre molto pericoloso e difficile da sconfiggere in casa, mentre il Real Madrid prova a rialzarsi dopo un periodo negativo interrotto dalla grande vittoria casalinga contro il Malaga.

QUINTETTO PANATHINAIKOS: Calathes, Lojeski, Antetokounmpo, Gist, Singleton.

QUINTETTO REAL MADRID: Doncic, Campazzo, Causeur, Yusta, Tavares.

Partenza sprint per il Panathinaikos, con Matt Lojeski autore di un parziale di 5-0 per i greci. Il Real Madrid reagisce e si riporta sotto, nonostante un Lojeski scatenato dall’arco dei 3 punti. Positivo impatto sull’incontro di Santiago Yusta, buttato a sorpresa nel match da Coach Pablo Laso e del nuovo arrivato Tavares, il quale fa la voce grossa sotto canestro. Si accende anche Luka Doncic e anche grazie al fenomeno sloveno, il Real Madrid mette la freccia e si porta avanti di 4 lunghezze nella prima metà di quarto. Il Real Madrid tira con altissime percentuali dal campo, ben imboccato dalla regia di Doncic e Campazzo. Il finale di quarto ha un solo padrone ed è Luka Doncic. Lo sloveno gioca con una maturità imbarazzante, alternando l’attaccare il canestro, al tiro da 3 punti, entrambe con grande precisione. Il primo quarto termina con un buzzer beater di KC Rivers, ex di giornata, per il -5 del Panathinaikos contro un positivo Real Madrid.

Il secondo quarto inizia sempre sotto il segno dei Blancos. Il Real Madrid gioca con grandissima autorità, dominando il campo contro un Panathinaikos sorpreso dal super inizio dei spagnoli. Il Madrid vola oltre la doppia cifra di vantaggio, con l’apporto molto positivo della panchina. Irriconoscibile sin qui James Singleton, autentico fattore in questa stagione per i greci. Le percentuali dei madrileni non si abbassano, mantenendo così il vantaggio oltre la doppia cifra. Felipe Reyes e Trey Thompkins giocano molto bene, alternandosi dentro e fuori dall’area, facendo molto male alla difesa del Panathinaikos. Due palle perse di Doncic permettono al Pana di ricucire lo svantaggio, ma Rudy Fernandez segna col fallo per il +14 degli ospiti. Si va all’intervallo con un Real Madrid ai limiti della perfezione e un Panathinaikos in estrema difficoltà.

Il terzo quarto parte subito col Real Madrid che sfrutta le amnesie della difesa greca. Nick Calathes prova a scuotersi, attaccando il canestro. Il playmaker greco e KC Rivers sono i protagonisti del parziale di 7-0 che riporta i greci sotto la doppia cifra di svantaggio. Al ritorno dal timeout, l’inerzia è ancora per il Panathinaikos. Una super schiacchiata di Gist fa esplodere l’arena per il -5. Atteggiamento completamente differente in questa ripresa per i greci, con la partita in grande equilibrio. Il Real Madrid trova il canestro con molta più difficoltà rispetto alla prima frazione, con i greci che tirano da 3 punti con percentuali decisamente migliori. Finalmente entra in partita anche Singleton, molto concreto in questo terzo quarto. Nel momento di massima difficoltà, reagisce il Real Madrid. Un pazzesco canestro sul finale di quarto, riporta però il Madrid avanti di cinque lunghezze.

Subito KC Rivers segna da 3 punti per il -2 greco, ad inizio ultimo quarto. Tantissimo equilibrio in campo tra le due squadre, col Real Madrid che sembra essersi ripreso dal super parziale dei greci del terzo quarto. Doncic è sempre protagonista a rimbalzo e nel servire i compagni oltre al solito apporto in fatto di punti. A metà ultimo quarto, il Panathinaikos è sul -1 grazie a un recupero di Nick Calathes che riporta i greci vicinissimi nel punteggio. Una tripla di KC Rivers fa esplodere il palazzetto, per il nuovo vantaggio greco dopo un’intera partita a rincorrere. Un tap-in di Gist a 3 minuti dalla fine segna il +4 Panathinaikos. Il Real Madrid è sotto di 3 lunghezze a 2 minuti dal termine, assurdo pensarlo poco prima. Una pazzesca tripla su una gamba di Doncic fissa il punteggio sul 77-77. Il Pana sbaglia e nell’azione successiva il Madrid si riporta avanti grazie a un libero di Trey Thompkins. Successivamente Luka Doncic forza in penetrazione, dall’altra parte del campo Nick Pappas segna una super tripla per il +2 a 20 secondi dal termine. Il Madrid ha il possesso per pareggiare o vincere la partita, sotto nel punteggio dopo aver dominato la partita per 25 minuti. Doncic subisce fallo a 17 secondi dal termine, segnando entrambi i liberi. Fallo di Rudy Fernandez su Singleton nell’azione successiva, con entrambi i liberi a segno da parte dell’americano. Trey Thompkins sbaglia la tripla della vittoria, consegnando così la vittoria al Panathinaikos in una partita clamorosa per intensità e colpi di scena. Grande partita dei greci che rimontano uno svantaggio di 16 lunghezze, giocando la seconda parte di gara con grande volontà, non mollando mai.

PANATHINAIKOS – REAL MADRID 82-80  (23-28, 17-26, 24-15, 18-11)

PANATHINAIKOS: Singleton 10, Rivers 20, Pappas 9, Denmon, Gist 15, Vougioukas 4, Lekavicius, Gabriel 1, Auguste, Lojeski 8, Calathes 12, Antetokoumpo 3. All. Pasqual.

REAL MADRID: Causeur 7, Randle 3, Fernandez 9, Radoncic, Doncic 19, Maciulis, Reyes 12, Campazzo 7, Yusta 4, Carroll 0, Tavares 7, Thompkins 12. AllLaso

MVP BasketInside.com – KC Rivers. Il grande ex di giornata punisce il Real Madrid. Segna canestri pesantissimi, a volte forzando dall’arco dei 3 punti ma non perdendo mai la fiducia nel proprio tiro. 20 punti, 4 rimbalzi e 3 recuperi per la guardia americana.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy