EuroLega: allo Zalgiris non basta una grande prestazione. Buona la prima per il Panathinaikos

EuroLega: allo Zalgiris non basta una grande prestazione. Buona la prima per il Panathinaikos

Ad O.A.K.A si apre la stagione europea del Panathinaikos che fatica, si trova sotto, rimonta e vince una partita difficilissima contro lo Zalgiris Kaunas

Commenta per primo!

PANATHINAIKOS 84 – 76 ZALGIRIS KAUNAS (20-15; 37-30; 51-52)

Inizia da Atene e dall’O.A.K.A. Arena la stagione europea di Panathinaikos e Zalgiris Kaunas. La squadra greca vuole rilanciarsi dopo l’ultima annata in Eurolega con un pesante 3-0 subito ai playoff dal Laboral Kutxa mentre la squadra lituana era riuscita l’anno scorso a raggiungere le Top 16, chiudendo però all’ultimo posto del girone.

Starting Five

Panathinaikos: Calathes; Charalampopoulos; Feldeine; Gist; Singleton (All. A. Pedoulakis)

Zalgiris: Jankunas; Kavaliauskas; Pangos; Seibutis; Ulanovas (All. S. Jasikevicius)

Cronaca: Il match parte a rilento, con le squadre che devono prendere la mira e sparano a salve per più di un minuto e mezzo. La retina si muove per la prima volta con Nick Calathes che trova un 1/2 dalla lunetta. Il greco è il vero trascinatore dei suoi nei primi minuti di gioco con 5 punti realizzati e un assist per il canestro di Singleton. Dall’altra parte rispondono Kavaliuskas e Jankunas e così per quasi sei minuti si cammina sul filo dell’equilibrio e con il Panathinaikos con il naso avanti di uno, 7-6. Il primo vantaggio ospite è realizzato da Pangos che trova la prima tripla della sua serata, ma la squadra di Pedoulakis non si lascia intimorire e risponde con Charalampopoulos, per poi trovarsi di nuovo avanti con Pappas dall’arco per il 14-11. Ad un minuto dalla fine inizia la partita di Ioannis Bourousis che mette a referto 4 punti consecutivi e porta il Pana ad allungare fino al +5. I canestri di Jankunas e Pappas chiudono il primo periodo con il risultato fissato sul 20-15.

La prima metà di secondo periodo è totalmente di marca lituana. La squadra di Jasikevicius rimonta nei primi tre minuti, realizza 8 punti e compie il sorpasso con il canestro di Motum. Il Panathinaikos si sveglia con i canestri di Bourousis e Fotsis per il 27-27 dopo poco più di 5 minuti. Lo Zalgiris spegne la luce, si dimentica di marcare nei ripetuti attacchi  dei verdi e viene punita dalle bombe a segno di Fotsis e Feldeine che spingono fino al 34-29 gli uomini di Pedoulakis. La squadra ospite non riesce più a trovare la via del canestro, da qui al termine del secondo quarto realizza solo 1 punto dalla lunetta con Jankunas ma subiscono la tripla di Feldeine allo scadere con le squadre che vanno negli spogliatoi sul 37-30.

Al rientro dalla pausa lunga lo Zalgiris Kaunas entra come un treno, difende senza lasciare spazio ai canestri greci e realizza sette punti consecutivi, con 5 di Lekavicius e 2 Ulanovas in tre minuti e mezzo il punteggio si fissa sul 37-37. Il Panathinaikos si affida a James Gist per rimanere in partita e per tornare nuovamente in vantaggio grazie quando il tabellone segna 46-43. Ma lo Zalgiris è sulle ali dell’entusiasmo e riesce a rimettere il naso avanti con Motum, già autore di dieci punti fino a questo punto, e con i liberi di Leo Westermann per il 48-52 quando mancano 67 secondi al termine del terzo periodo. Il Panathinaikos riesce a reagire negli ultimi possessi e con il 3/4 dalla lunetta di Singleton e Pappas si porta sotto di 1, sul 51-52, quando rimane da giocare solo l’ultimo periodo.

Gli ultimi 10 minuti di gara costringono agli straordinari gli uomini di Pedoulakis per non debuttare con una sconfitta. In 33 secondi i verdi ateniesi riescono a portarsi già in vantaggio con i canestri di Calathes e Singleton per il nuovo parziale 56-55. Fino a sette minuti dalla fine lo Zalgiris riesce a rimanere in partita, con i liberi di Motum che conducono ancora la sfida in pareggio a quota 59. A questo punto, però, Pappas si mette in proprio, spara due bombe consecutive dall’arco e porta i suoi avanti di 6 punti. Singleton e Gist provano a mettere fine alla gara con altri due canestri, ma la squadra lituana non sembra mai arrendersi. Prima Lekavicius dall’arco, poi i liberi a segno di Jankunas e come se non bastasse altra tripla di Milaknis per il 69-67 con il Panathinaikos costretto a chiamare timeout. Le forze fisiche e nervose dello Zalgiris si spengono qui. Bourousis e Pappas in 13 secondi mettono a referto quattro punti e rispediscono sotto di 6 la squadra lituana. Ad un minuto dalla fine del match Calathes va dalla lunetta, fa 1 su 2 e si porta sul 79-74. Il valzer dei liberi caratterizza gli ultimi 60 secondi gioco con il match che si chiude sul 84 – 76 per i padroni di casa. Gli uomini di Pedoulakis hanno trovato una vittoria con tante, troppe difficoltà. La nota positiva riguarda la classifica, molto meno il gioco e la gestione del vantaggio.

MVP Basketinside: Nikos Pappas autore di 17 punti, 2 rimbalzi e 3 assist è l’uomo decisivo per la rimonta del Panathinaikos soprattutto nel terzo periodo quando la squadra di Pedoulakis rischiava di affondare sotto i colpi di Motum e compagni.

Tabellino

Panathinaikos: Singleton 13, Nichols 2, Rivers 2, Bochoridis, Calathes P., Fotsis 6, Pappas 19, Feldeine 8, Gist  8, Charalampopoulos 2, Bourousis 11, Calathes N. 13

Zalgiris Kaunas: Pangos 3, Lekavicius 12, Westermann 4, Seibutis, Motum 19, Jankunas 13, Javtokas 4, Milaknis 11, Lima 2, Kavaliauskas 6, Hartenstein, Ulanovas 2

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy