EuroLega: Baskonia vincente alla Kombank Arena

EuroLega: Baskonia vincente alla Kombank Arena

La squadra di coach Sito Alonso gioca una partita magistrale sulla tattica e sulla gestione e ottiene una vittoria in trasferta importantissima

Commenta per primo!

Crvena Zvezda – Baskonia Vitoria  63 – 70 (15-22; 13-15; 20-22; 15-11)

Arbitri:Zamojski (Polonia), Papapetrou (Grecia), Balak (Israele)

Crvena Zvezda: Walters, Dangubic 7, Mitrovic 4, Lazic 3, Simanic, Dobric, Simonovic 11, Jenkins 9, Guduric 12, Jovic 7, Kuzmic 3, Bjelica 7. All. Radonjic.

Baskonia: Larkin 16, Akognon, Voigtmann 11, Hanga, Sedekerskis, Beaubois 16, Blazic 7, Diop 4, Tillie 3, Shengelia 6, Budinger 7, Luz. All. Alonso.

Quintetti
Stella Rossa: Dangubic, Mitrovic, Jenkins, Jovic, Kuzmic.
Baskonia: Larkin, Voigtmann, Hanga, Beaubois, Tillie.

Vitoria, ancora orfana di Bargnani ma con Budinger in più, ottiene un grande successo contro la Stella Rossa al termine di una gara condotta con grande maestria. Ottima la tattica e ottima la gestione degli spagnoli che hanno saputo sfruttare le debolezze avversarie riuscendo a limitare principalmente la testa del gioco serbo, il play Jovic. Per il giocatore partita decisamente sottotono ma per tutta la Stella Rossa che ha mostrato cosa sa fare solamente a sprazzi, troppo poco quando di fronte si ha un avversario come gli spagnoli.

Dopo un inizio timido da parte di entrambe le squadre è il Baskonia a provare il break salendo a +6 grazie al gioco da tre punti di Beaubois. Jovic scalda con una tripla la Kombank Arena, Dangubic e Mitrovic riportano in poche azioni a -1 la Stella Rossa ma il Vitoria non cede. Gli spagnoli continuano a mantenere l’inerzia e Blazic prima sigla la tripla dell’ex e poi schiaccia in contropiede il 22 a 15 con cui si chiude la prima frazione.
La Stella Rossa non riesce a prendere ritmo, merito anche degli avversari. Ai continui tentativi di rifarsi sotto dei padroni di casa risponde Voigtmann con una tripla dall’angolo che segna il temporaneo +8. Jovic è sfortunato in penetrazione, la palla non entra e Larkin parte in contropiede, Lazic commette fallo giudicato antisportivo, e il Baskonia tocca il nuovo massimo vantaggio con lo stesso Larkin che ne approfitta dalla linea della carità, 29 a 19 quando siamo a poco più di 5’ di gioco nel secondo periodo. La Stella Rossa sembra trovare la giusta intensità con le giocate di Lazic e Jovic ma sono solo degli spauracchi e Larkin infila la tripla che riporta di nuovo a +10 gli ospiti. Il Vitoria sul finire di tempo continua ad avere il controllo della gara toccando anche il +13 ma concede due distrazioni agli avversari che ne approfittano dai liberi per riportare il gap alla cifra singola, si va al riposo con il Baskonia avanti 37 a 28.

Ripresa nel segno della Stella Rossa che prova a mettersi in ritmo mettendo maggiore intensità anche in difesa. Nei primi minuti il lavoro della squadra di Radonjic dà i suoi frutti ma il Vitoria, una volta assorbito lo shock, ricomincia a macinare gioco e Shengelia si muove bene sulla linea di fondo riportando a +11 i suoi. I padroni di casa sono duri a morire, Simonovic e Jenkins mettono a referto due triple consecutive e ridanno speranza ai propri compagni ma Vitoria esce dal time out con un break di 6 a 0. Shengelia in penetrazione sulla sirena sigla il 59 a 48 con cui si va all’ultima frazione.
La Stella Rossa non molla e ritenta ancora. Dopo vari tentativi sono Simonovic e Guduric a riportare a -5 i biancorossi. Vitoria va al time out di nuovo, nel tentativo di ritrovare concentrazione e placare le controffensive avversarie. In parte ci riesce anche se in realtà si segna poco da ambo i lati a causa della confusione nell’impostazione di gioco, questo chiaramente favorisce gli spagnoli che rosicchiano così secondi importanti e accompagnano il match alla fine. Vitoria espugna la Kombank Arena con il punteggio di 70 a 63.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy