EuroLega: colpaccio in Turchia della Stella Rossa

EuroLega: colpaccio in Turchia della Stella Rossa

La Stella Rossa porta in Serbia due punti pesantissimi conquistati in un match che, in avvio, li vedeva sotto di diversi punti

Commenta per primo!

GALATASARAY – STELLA ROSSA 83-85(30-17, 47-47, 67-69)

La Stella Rossa con una grande prova di carattere si impone su un campo difficile come quello di Istanbul: Simonovic e soci, come al solito, non si sono fatti intimorire dalla voce grossa avversaria in avvio e pian piano hanno fatto loro una partita che non li vedeva per nulla favoriti alla vigilia. Un buco nell’acqua, invece, è quello che ha fatto il Galatasaray: all’esordio casalingo europeo davanti al proprio pubblico, lotta ma non riesce a raccogliere i due punti.

LA CRONACA – Parte subito con il piede sull’acceleratore il Galatasaray che grazie alla coppia Tyus-Koksal porge un 16-3, nei primi 5′ di gioco, che dà il benvenuto alla Stella Rossa. Simonovic si carica i suoi sulle spalle e con un moto d’orgoglio li riporta a -6(19-13). Iniziano a farsi vedere anche gli esterni americani del Gala che continuano a battere sull’incudine Stella: Dentmon è mortifero col tiro da fuori(2/2 nel quarto) ed è lui a firmare il 30-17 allo scadere dei primi 10′.

Nel secondo quarto, i serbi entrano in campo con una aggressività difensiva maggiore che un po’ spiazza i padroni di casa: il parzialino di 5-0 nei primi due minuti non è un caso. La rimonta bianco-rossa prosegue ed ha il suo completo compimento a 4’54” sul 35-36: sono ben 14 i punti recuperati in poco più di 5 minuti. La Stella è in completo controllo del match mentre il Gala pare aver perso un po’ la bussola. Un minimo di reazione turca c’è ma il parziale del quarto di 17-30, che vale il 47-47, rimette tutto in equilibrio alla pausa lunga.

L’emorragia della squadra in rosso non si ferma: Kuzmic guida i serbi che volano a +8(50-58) a 6’40”, quando Ataman è costretto a chiamare timeout. La Stella Rossa, in questa frazione, è in dominio assoluto: i punti lasciati agli avversari nel periodo sono solo 3 e si tocca un vantaggio anche di 15 a 3’30”. Tuttavia, la chiave per la rimonta può essere Daye che, uscendo dalla panca, segna 7 punti nel break di 9-0 che infiamma tutto il palazzo. L’ex Pesaro è totalmente on fire: solo grazie ai suoi punti(15 in 3 minuti) il Gala torna a sul 67-69 a 10′ dalla fine.

I padroni di casa tornano avanti nel punteggi, sul 73-72, a 7′ dal termine: ora l’inerzia dell’incontro sembra essere tutta di marca turca. A confermare questa impressione arrivando due schiacciare dell’ex Cantù, Tyus, che a metà del quarto inchioda il 77-74. La squadra di Belgrado, ora, sembra essere un po’ sulle gambe: alcuni errori di stanchezza rischiano di far sfilare le chance di vittoria; ma si sa, i serbi hanno la pelle dura e a 2’53” sono a -1(81-80), nonostante la spia delle batterie lampeggi già da alcuni minuti. Una sciocchezza di Dentmon regala due punti facili a Jovic che riporta in vantaggio gli ospiti a 55″ dal termine. Daye si prende la responsabilità di vincere la partita ma il suo jumper, 3″ dalla fine, è fuori. Il rimbalzo è preda di Jovic che dalla lunetta chiude il match sul 83-85.

MVP BasketInside: Simonovic 23 (4/6 da 2, 4/6 da 3)

Galatasaray: Daye 24, Tyus 19, Dentmon 12

Stella Rossa: Simonovic 23, Jovic 14, Kuzmic 11

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy