EUROLEGA F4, SEMIFINALI: Real show, il Fenerbahce si arrende!

EUROLEGA F4, SEMIFINALI: Real show, il Fenerbahce si arrende!

informador.com.mx

REAL MADRID 96–87 FENERBAHCE ULKER (20-21, 35-14, 21-24, 20-28)

Come nel 2013, sarà Real Madrid-Olympiacos la finale di Eurolega. I blancos si guadagnano la possibilità di vendicare le recenti finali perse principalmente eruttando con un’intensità pazzesca nel secondo quarto, dove il parziale di 35-15 bastava a lasciare il Fenerbahce a una distanza da cui gli uomini di Obradovic non riuscivano più a risalire. Artefici primi del cambio di inerzia del Real Madrid non sono i soliti sospetti, bensì Andres Nocioni e Gustavo Ayon, mentre a ferita aperta arrivavano le triple di K.C. Rivers (17 con 4/4 dall’arco per lui) e Sergio Rodriguez ad annichilire il Fenerbahce, troppo permissivo in difesa nei momenti chiave e impreparato nel contenere la verve del Real. Ad aspettare i turchi ora ci sarà il CSKA nella finalina di Domenica.

Starting Five:

Real Madrid: S. Llull – J. Carroll – R. Fernandez – F. Reyes – G. Ayon

Fenerbahce Ulker: A. Goudelock – B. Bogdanovic – K. Sipahi – J. Vesely – L. Zoric

La Cronaca – Inizio trottante per il Fenerbahce, che sorretto da una cornice di pubblico imponente aggredisce subito il Real segnando il 2-6 al 3’. I blancos entrano in ritmo trovando linfa dal lavoro degli esterni, che si produce prima in una bomba di Sergio Rodriguez e poi tramite il solito morbidissimo piazzato di Carroll, che scrive l’11-8 del 5’. Di là Rodriguez segna la seconda tripla di serata, subito imitato da Bojan Bogdanovic, che permette ancora al Fenerbahce di comandare la contesa sul 14-15 del 7’. Il ritmo non accenna ad abbassarsi, Jan Vesely continua a volare più alto di tutti regalando un’altra vigorosa slam dunk all’incandescente tifo turco, che trova ancora il modo di esaltarsi, stavolta di fronte al buzzer-beater di fine primo quarto mandato a segno da Preldzic. La prima accelerazione significativa del match, però, è del Real, grazie al 9-0 timbrato Nocioni-Ayon, che porta il match sul 31-23 al 13’. Obradovic richiama i suoi, ma all’uscita dal timeout è ancora K.C. Rivers a trovare la retina con la bomba del 34-23. 14° punto di Ayon con un bel movimento in post, e sul 36-25 il Madrid trova il massimo vantaggio, che K.C. Rivers ancora dall’arco allunga sul 42-27, con il Fenerbahce che non riesce a serrare le viti difensive e rischia di veder già scivolare via il match al 16’. Altra rotazione offensiva fulminea del Real, spazio da vendere per Rodriguez e +15 sul 47-32 per il Real, mentre è sfida nella sfida il duello senza esclusione di colpi pepati tra Vesely e Ayon. Si va all’intervallo sul 55-35, con il Real capace di segnare 35 punti nel solo secondo quarto.

L’intensità si riduce nettamente al rientro in campo; il Fenerbahce aggiusta la difesa e prova lentamente a rosicchiare, mentre corre il 24’ quando Bogdanovic trova una raffinata tripla centrale a scrivere il 66-46, che assemblata a quella di Mahmutoglou costringe Laso a spendere un timeout, sul 67-51 del 26’. Vesely, che in questo momento ha davvero nelle gambe tutta la forza del mondo, schiaccia la frustrazione accumulata appendendosi al ferro del Real, mentre la distanza tra le due compagini rimane invariata, lasciando l’impressione di essere ormai invariabile. Ancora l’inaspettata asse Ayon-Nocioni produce un bel gioco sotto canestro, di là il Fenerbahce cerca di costruire trovando però di rado la realizzazione, mentre il popolo madrileno, in evidente fibrillazione, comincia a vedere la finale. Il Fenerbahce ricuce fino all’84-72 (36’) con l’arresto e tiro fulmineo di Goudelock, a cui però, inesorabile, segue la bomba di Llull, il cui messaggio implicito sembra essere “missione compiuta”. Mahmutoglou avvicina ancora il Fenerbahce sul -10, mentre il nervosismo accumulato a seguito dei tanti scontri al limite trova sfoga di tanto in tanto. L’ultimo minuto e mezzo è proprietà delle migliaia di voci madrilene, che scortano il Real fino alla sirena sul finale di 96-87. Terza finale di Eurolega consecutiva per i blancos!

TOP SCORER:

Real Madrid: Ayon 18, Rivers 17, Rodriguez 13

Fenerbahce Ulker: Goudelock 26, Vesely 20, Bogdanovic 12

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy