EuroLega – F4, SF: ultimo quarto leggendario di De Colo! Il CSKA rimonta il Real e vola in finale

EuroLega – F4, SF: ultimo quarto leggendario di De Colo! Il CSKA rimonta il Real e vola in finale

Incredibile partita a Vitoria. Il francese gioca gli ultimi 10 minuti della partita in modo pazzesco e consegna una vittoria in rimonta al CSKA.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

I Campioni d’Europa in carica del Real Madrid cercano uno storico bis, ma prima c’è d’affrontare il CSKA Mosca. Nella rivincita dello scorso anno, gli uomini di Itoudis tentano di centrare l’accesso alla finale dopo una serie di sconfitte dolorosissime. Arriva in forma il CSKA Mosca, con Rodriguez e De Colo al 100%. Recuperato Sergio Llull per i madrileni.

QUINTETTO REAL MADRID: Campazzo, Fernandez, Taylor, Randolph, Tavares.

QUINTETTO CSKA MOSCA: De Colo, Hackett, Clyburn, Kurbanov, Hunter.

Parte forte il Real Madrid. Il Pick & Roll con Tavares fa male alla difesa russa. Reagiscono i russi con il nostro Daniel Hackett, in quintetto e molto concentrato sin da subito. Tavares è un montagna invalicabile per il CSKA. I russi segnano pochissimo e non riescono ad entrare in area, esponendosi alle ripartenze madrilene. La tripla di Campazzo per il +6 Real Madrid costringe Itoudis a chiamare timeout a metà primo quarto. Al rientro in campo non cambia la situazione, anzi peggiora per i russi. Tavares continua a dominare sotto canestro e il Real Madrid prende il sopravvento oltre la doppia cifra di vantaggio. Nel finale ci pensa Sergio Rodriguez a riavvicinare i moscoviti, prendendo in mano la squadra e trascinandola sino al -4. Irriconoscibili sin qui sia Higgins che De Colo.

É un CSKA decisamente diverso quello che scende in campo nel secondo quarto. Sergio Rodriguez gioca come sa fare e in un amen si ritrova a 12 punti segnati. Il Real Madrid soffre la sfuriata del Chacho ma resiste avanti nel punteggio. Entrambe le squadre cercano di giocare ad alti ritmi, privilegiando questo tipo di gioco. Tanto equilibrio, anche grazie al CSKA che ha saputo reagire alla prima forte scossa data dal Real Madrid. Causeur e Thompkins trovano punti importanti dalla panchina per un Real Madrid che fatica a trovare la via del canestro ma che resta al comando dell’incontro. Stesso discorso per il CSKA che, eccezion fatta per un Rodriguez monumentale, fatica a segnare con altri interpreti, Higgins e De Colo su tutti. Si va al riposo lungo con i madrileni avanti di due lunghezze in una partita ancora tutta da giocare.

Il terzo quarto si apre con animi bollenti da entrambe le parti. Campazzo si prende più volte con Rodriguez e Will Clyburn è autore di un pazzesco poster in faccia a Walter Tavares. Tanta tensione, com’è normale che sia in una semifinale del genere, ma anche tanta qualità e un livello di pallacanestro altissimo. Facundo Campazzo entra finalmente in partita, segnando con un gioco da 3 punti il nuovo +6 Madrid. Rudy Fernandez si becca un evitabile tecnico che regala al CSKA 2 punti in un momento di netta difficoltà. É un fuoco di paglia quello russo. A metà terzo quarto, la tripla di Anthony Randolph segna il +11 Real Madrid e obbligatorio timeout per Itoudis. Incredibile intensità difensiva del Madrid in questo quarto, il quale ha aumentato di conseguenza la qualità offensiva. I madrileni sembrano avere il pallino del gioco in mano a 10 minuti dal termine, ma guai a sottovalutare le capacità dei russi.

Llull apre l’ultima frazione con un canestro e fallo che fa esplodere la tifoseria madrilena. Il CSKA resta attaccato alla partita con le unghie e con i denti, soffrendo ma non mollando. Il contropiede di De Colo porta i russi a -5, con un finale ancora tutto da giocare. All’improvviso, un paio di chiamate arbitrali scatenato il fini mondo. Laso è punito da un tecnico e il CSKA ritrova vita e morale. In pochissimo i russi sono di nuovo a -2  con 5 minuti da giocare. Sale in cattedra Will Clyburn. I 4 punti in fila dell’americano riportano il punteggio sulla perfetta parità. Jeff Taylor segna una preziosissima tripla per il Real Madrid, che non solo sblocca la squadra da quota 80, ma significa il nuovo +3. Finale pazzesco e con la tensione alle stelle. Partita indirizzata? Macché! Il CSKA si riavvicina subito e con De Colo si riporta addirittura avanti nel punteggio. I russi conducono di 2 lunghezze con 1 minuto scarso di partita da giocare. Ancora il francese si guadagna due preziosi liberi della lunetta. Incredibile finale, incredibile Nando De Colo in questo ultimo quarto. Imprese impossibili? Sergio Llull is in da house. 15 secondi al termine, sotto di 4, lo spagnolo segna una tripla di una difficoltà immensa e riporta il Madrid a -1. Higgins va dalla lunetta su fallo del Real Madrid. 2 su 2 dell’americano che sigilla la vittoria moscovita. Daniel Hackett si butta a rimbalzo come un leone sul tiro sbagliato di Llull ed è vittoria CSKA. I russi dopo numerose delusioni, tornano in finale!

 

 

CSKA MOSCA – REAL MADRID 95-90 (18-22, 21-21, 22-28, 30-17)

 

MVP BasketInside: Nando De Colo. Fantasma per 20 minuti. Sale di livello nel terzo quarto e gioca un’ultima frazione pazzesca. La vince quasi da solo nel finale, prendendosi tutte le responsabilità e i tiri pesanti. 23 punti e un eccezionale 13 su 14 ai liberi per il francese.

 

CSKA MOSCA: De Colo 23, Bolomboy, Peters 3, Ukhov, Rodriguez 23, Vorontsevich, Clyburn 18, Higgins 11, Hackett 3, Kurbanov, Hines 6, Hunter 8. All: Itoudis.

REAL MADRID: Causeur 18, Randolph 12, Fernandez 10, Campazzo 10, Reyes, Ayon 2, Carroll 5, Tavares 7, Llull 13, Deck 2, Thompkins 9, Taylor 3. All: Laso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy