Eurolega, Finale: Partita thrilling, l’MVP De Colo regala la vittoria al CSKA

Fenerbahce e CSKA si sono sfidate nella finale di Eurolega, alla ricerca del trionfo e del trono d’Europa come successore del Real Madrid.

FENERBAHCE ISTANBUL – CSKA MOSCA 96 – 101 dts (20-22, 10-28, 23-19, 30-14, 13-18)

La finale di Eurolega ha messo di fronte le due squadre che più di tutte le altre hanno meritato di partecipare all’atto conclusivo a Berlino. Dopo un primo periodo equilibrato, il CSKA di Itoudis ha preso il largo conducendo ampiamente nel corso dell’intera gara. Nell’ultimo parziale la squadra di Obradovic torna prepotentemente sotto grazie ad una grande difesa e a soluzioni offensive finalmente di alto livello. Non bastano i 40 minuti a decidere chi sale sul trono d’Europa, ma nel supplementare la classe di De Colo fa la differenza, vincendo anche il premio di MVP delle Final Four.

Il Fenerbahce parte con Sloukas, Bogdanovic, Datome, Kalinic e Vesely, mentre il CSKA risponde con De Colo, Higgins, Kurbanov, Vorontsevich e Hines. In un’atmosfera caldissima, con netta maggioranza di tifosi turchi, l’inizio di gara è incandescente, con i grandi giocatori delle due squadre pronti a prendersi il ruolo di protagonisti fin da subito. Datome a segno con un paio di canestri importanti, mentre dall’altra parte De Colo incanta la platea e dopo 4 minuti il CSKA è avanti 12-11. Il punteggio rimane in equilibrio, l’intensità su entrambi i lati del campo è elevatissima: dopo 10 minuti i russi conducono per 22-20. Nella seconda frazione le due squadre iniziano applicando una grande pressione difensiva che impedisce di trovare canestri facili: un libero di Udoh riporta il Fenerbahce in vantaggio, prima che un paio di giocate di De Colo e Teodosic valgano il +3 per la squadra di Itoudis, provocando il time-out immediato di Obradovic. Il play serbo della squadra russa è scatenato in questo parziale e dilata il margine: la tripla di De Colo vale poi il primo vantaggio in doppia cifra per il CSKA, sul 40-30 a 3 minuti dall’intervallo. Gli errori in sequenza di Vesely dalla lunetta impediscono alla squadra di tornare a contatto, anzi il +16 firmato Hines è il massimo vantaggio dei russi nella gara. L’ondata moscovita è inarrestabile, i cambi proposti dai turchi non danno gli effetti sperati e il tabellone recita un eloquente 50-30 alla pausa, con Teodosic e Higgins principali protagonisti della sfida.

La squadra di Obradovic prova a reagire fin da subito nel terzo quarto, ma il CSKA continua ad applicare una difesa asfissiante che porta alla stoppata di Vorontsevich su Vesely. La partita si innervosisce, con i turchi alla ricerca del parziale giusto per rimettersi in corsa ma lo stesso Vesely, con un 1/10 in lunetta, condiziona la squadra. I falli di squadra condizionano la difesa del Fenerbahce, che non riesce a esercitare una pressione tale da ricucire il divario. Teodosic è in serata di grazia, un paio di suoi canestri spingono il CSKA al +21. Sloukas e Dixon provano a riaccendere la fiammella della speranza con una serie di iniziative individuali, ma la squadra moscovita continua a trovare soluzioni eccellenti in attacco: due liberi di Udoh in chiusura di frazione fissano il punteggio sul 69-53. Il Fenerbahce continua a credere nella rimonta grazie ad una difesa efficace e ad una maggiore fluidità in attacco De Colo e Teodosic hanno 4 falli. I canestri di Udoh riportano i turchi a -10. Datome accorcia ulteriormente le distanze, Udoh stoppa De Colo e Antic segna il -6 a più di 4 minuti dalla fine, il CSKA ora è in grandissima difficoltà e Dixon con una tripla di incredibile difficoltà riporta la sua squadra ad un solo possesso di distanza. Ancora Dixon si inventa un grande canestro per il -1, De Colo rimette un possesso pieno tra le due squadre, prima che lo scatenato Dixon realizzi la parità a 81 provocando il time-out di Itoudis. De Colo sbatte contro la difesa, Hines commette fallo su Sloukas che fa 2/2 e dà il vantaggio al Fener, Khryapa pareggia a 2 secondi dalla fine. Il tentativo di Udoh è cortissimo: sarà overtime.

Sloukas apre il supplementare con una tripla nella bolgia della Mercedes-Benz Arena, Bogdanovic con un canestro pazzesco allo scadere dei 24” riporta il Fenerbahce in vantaggio dopo un parziale di 4-0 per il CSKA. De Colo in penetrazione segna il 91-88 per i russi, con Obradovic che ferma il gioco per riordinare le idee alla sua squadra. Un’invenzione di Datome per Udoh vale il -1, De Colo è glaciale in lunetta e Hines allunga a +5. Kalinic sbaglia una serie di soluzioni e un altro giro perfetto di De Colo in lunetta vale il +7. Dixon accorcia con una tripla praticamente impossibile e Itoudis chiama time-out. Teodosic è glaciale ma Datome segna una tripla immediata per rimettere un possesso solo tra le due squadre. De Colo non sbaglia ed il CSKA trionfa per 101-96. Oltre al francese (22), bene anche Teodosic (19) e Khryapa (10), mentre nel Fener i migliori sono stati Dixon (17), Datome (16) e Antic (16).

TABELLINI:

FENERBAHCE ISTANBUL: Hickman 5, Hersek n.e., Udoh 16+11 rimbalzi, Mahmutoglu, Antic 16, Bogdanovic 6, Sloukas 10, Ugurlu n.e., Vesely 7, Kalinic 3, Dixon 17, Datome 16

CSKA MOSCA: De Colo 2, Kulagin, Teodosic 19, Fridzon, Nichols, Jackson 8, Korobkov, Vorontsevich 11, Higgins 12, Khryapa 10, Kurbanov 4, Hines 15

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy