EUROLEGA, GIR. A: al Fenerbahce basta un quarto, Bayern travolto a Monaco

EUROLEGA, GIR. A: al Fenerbahce basta un quarto, Bayern travolto a Monaco

Commenta per primo!
Foto: repubblica.it

FC BAYERN MUNICH 67 – 84 FENERBAHCE ISTANBUL  (10-30, 20-20, 18-17, 19-17)

Il Fenerbahce di Gigi Datome risponde al Khimki – vittorioso ieri sera contro il Real Madrid – e conquista un altro importante successo esterno ai danni del Bayern Monaco, in una partita dominata in lungo e in largo fin dai primi istanti di gioco. Fossimo stati su di un ring anziché un parquet, infatti, qualcuno dalla panchina del Bayern avrebbe probabilmente gettato l’asciugamano in campo dopo i primi 10′ di gioco. Sì, perché nel primo parziale il Bayern Monaco è parso proprio questo: un pugile suonato, incapace di tenere la guardia alta e colpito a ripetizione da un avversario capace di sfoderare il suo intero repertorio, composto all’occasione da tiro da tre, rimbalzi e palle recuperate. Non sono bastati due timeout precoci a coach Pesic per evitare l’imbarcata: il 10-30 con cui si è chiuso il primo parziale è la sintesi perfetta di un no-contest, della spietata supremazia di un avversario arrivato in Baviera per fare bottino pieno. Protagonisti assoluti del match Bobby Dixon – 25 punti, di cui 16 nei primi 10′ – e il nostro Gigi Datome, autore di una prestazione a tutto tondo da 17 punti, 5 rimbalzi, 6 assist ed un paio di giocate da highlight. Per il Bayern, nonostante quattro uomini in doppia cifra, non vi è molto da salvare della serata: il girone A resta ancora apertissimo, a patto che il pugile ritrovi i suoi colpi.

I padroni di casa si presentano alla sfida senza il pezzo pregiato Dusko Savanovic, mentre dall’altra parte Obradovic può contare sul roster al completo fatta eccezione per l’assenza di Sloukas. Prima del match le squadre si raccolgono sul parquet per il minuto di raccoglimento in ricordo delle vittime degli attentati di Parigi.

I primi secondi di gara sono la fotografia del match: non è passato nemmeno mezzo giro di lancette gli ospiti si trovano già avanti 0-4, grazie alla rubata, con successiva trasformazione, di Veselj. Il Fenerbahce aggredisce gli avversari con straordinaria intensità e con Dixon e Datome allunga fino a 0-11. Coach Pesic prova a tamponare l’emorragia con un timeout, ma l’inerzia del match non cambia. Rimbalzi offensivi e recuperi consentono a Dixon di bombardare con facilità dall’arco, così che il folletto si ritrova con 4/4 da tre dopo soli 6′ di gioco (8-22). Thompson e Tayor trovano i primi punti per i bavaresi, ma è ancora Datome a schiacciare per il 10-30 su cui si chiude un primo quarto da incubo.

Subita la sfuriata, il Bayern prova a riorganizzarsi: difficile, tuttavia, quando la squadra avversaria tira con il 70% da 3 (7/10). Zipser prova a giocare con lucidità, ma il ritmo è sempre dettato dagli ospiti. La circolazione di palla dei gialloblu trova sempre l’uomo libero sul perimetro, ma le percentuali rientrano a livelli più umani. Bryant e Renfroe approfittano della situazione per riportare il gap sotto la ventina (27-44), ma il Fenerbahce torna presto in controllo e chiude metà gara sul 30-50.

Il terzo quarto vede l’estremo tentativo di rimonta dei padroni di casa, che risalgono con Djedovic e Taylor fino al -15 (43-58), salvo poi crollare, fisicamente e psicologicamente, sulla schiacciata imperiosa di Datome (46-65). L’ultimo parziale ha poco da raccontare e ben presto si trasforma nel personale allenamento di Pero Antic sul tiro dall’arco: esame passato discretamente, con il barbuto macedone a fissare un più che degno 3/7. All’Audi Dome finisce 67-84, tra i festeggiamenti della nutrita schiera di tifosi turchi sugli spalti.

FC BAYERN MUNICH: Rivers 10, Thompson 7, Seiferth ne, Renfroe 7, Micic 2, Djedovic 16, Zipser 10, Kovacevic ne, Gavel, Mayr 1, Taylor 10, Bryant 4.

FENERBAHCE ISTANBUL: Udoh 10, Mamatoglu 8, Antic 10, Bogdanovic ne, Yurtseven, Arna, Bayrak , Ugurlu 2, Vesely 8, Kalinic 4, Dixon 25, Datome 17.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy