EUROLEGA, GIR. A: il Fenerbahce mette la quinta, Strasburgo travolto ad Istanbul

EUROLEGA, GIR. A: il Fenerbahce mette la quinta, Strasburgo travolto ad Istanbul

Commenta per primo!

FENERBAHCE ISTANBUL  81-64  STRASBOURG  (22-14, 18-20, 21-13, 20-17)

Prosegue a pieno ritmo la marcia del Fenerbahce nel girone A: contro lo Strasburgo arriva la quinta vittoria consecutiva in questa regular season per gli uomini di coach Obradovic, che vendicano così la debacle patita nella gara di andata in Francia. Vittoria che garantisce ai turchi l’accesso alle Top16 con tre turni di anticipo e permette di allungare in classifica sul Khimki Mosca, sconfitto in casa dal Bayern Monaco. Tra le fila dei vincitori spicca l’ennesima prova maiuscola di Jan Vesely, grande protagonista con 20 punti frutto di un ottimo 9/11 al tiro. Bene anche l’altro lungo Udoh (15 pt, 6/8), mentre si prende una serata di pausa Luigi Datome, poco brillante e lasciato a lungo in panchina da Obradovic. Ancora rimandata, invece, la prima vittoria esterna per lo Strasburgo di coach Collet: il passivo accumulato lascia ai francesi la differenza canestri nello scontro diretto, ma tutti sanno che le battaglie da vincere per un posto nelle Top16 saranno ben altre.

Parte a rilento il Fenerbahce, che con tre perse nei primi 4’ si trova dover inseguire i più ordinati avversari (6-8). Proprio come sette giorni fa, però, è Dixon a suonare la carica con due triple consecutive che valgono il primo break del match (14-10). I tentativi dall’arco degli uomini di Collet si infrangono sul ferro (0/6) e così i padroni di casa possono concretizzare la superiorità nel pitturato con la coppia Vesely-Udoh (19-12). Il primo parziale si chiude sul 22-14.
Vesely e Datome portano il vantaggio in doppia cifra (26-14), ma Campbell accorcia con la prima tripla della serata (1/9). Gli ospiti attaccano il ferro con più convinzione in questo quarto e il Fenerbahce si trova in bonus con 7’ sul crono. Vesely fa la voce grossa sotto canestro (31-21), mentre Datome grazia gli avversari con un paio di errori non dei suoi. I gialloblu appaiono tuttavia in controllo e con Bogdanovic e Udoh trovano il massimo vantaggio al 18’ (40-27). Gli ultimi 2’ sono tutti di marca ospite: complice un Fenerbahce sprecone, dalla lunetta arriva un parziale di 7-0 che riapre completamente il match (40-34).

Il rientro sul parquet sembra sorridere ai turchi, che con un parziale di 8-2 ritrovano subito la doppia cifra di vantaggio (48-36). La reazione dello Strasburgo è però immediata e porta la firma dei migliori in campo Beabuois e Golubovic (48-41). La partita si scalda, entrambi i team cercano di colpire in transizione. Gli ospiti rientrano fino al -5 (52-47), poi è solo Fenerbahce: la difesa degli uomini di Obradovic non concede più nulla a Collins e compagni e si va all’ultima pausa su un rassicurante 61-47.
Mahmatoglu bissa la tripla in chiusura di terzo parziale e scrive di fatto la parola fine sul match. L’obiettivo – ma non troppo – delle due squadre si sposta sulla differenza canestri, con la squadra di coach Collet chiamata a difendere il +21 costruito nella gara in Francia. Missione riuscita, agevolata da Obradovic che, nel finale, manda in campo i giovani (Bogdanovic il più “anziano sul parquet). Finisce 81-64, tra gli applausi del pubblico

FENERBAHCE ISTANBUL: Udoh 15, Mahmatoglu 6, Antic, Bogdanovic 13, Yurtseven, Arna, Bayrak 1, Ugurlu 7, Vesely 20, Kalinic 6, Dixon 6, Datome 7.

STRASBOURG: Collins 14, Beaubois 14, Lacombe 7, Leloup 1, Campbell 3, Travis 6, Fofana, Golubovic 14, Weems 2, Duport, Howard 3.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy