EUROLEGA, GIR. A: rimonta nel segno de “La Marsigliese”, incredibile vittoria per Strasburgo

EUROLEGA, GIR. A: rimonta nel segno de “La Marsigliese”, incredibile vittoria per Strasburgo

Strasburgo – Stella Rossa: 78-75 (19-30; 34-52; 56-64)

Starting 5

Strasburgo: Weems – Collins – Beaubois – Leloup -Fofana

Stella Rossa: Miller – Jovic – Thompson – Simonovic – Zirbes

LA CRONACA: Dopo un weekend tremendo, la Francia decide di continuare: “the show must go on” e a Strasburgo non si possono non ricordare le vittime della strage parigine. Ma l’inizio è tutto per la Stella Rossa che in un solo giro di lancette si porta avanti 0-6 grazie all’ispiratissimo Miller, che spara due siluri terra-aria che danno il benvenuto al pubblico alsaziano accorso all’Arena Rhenus Sport. Collins sblocca il punteggio dalla lunetta per i suoi, ma Miller è gasatissimo e piazza la terza tripla su altrettanti tentativi. Beaubois e Leloup provano a ricucire lo strappo, ma ancora Miller, coadiuvato da Simonovic, allungano fino al 6-14 del 4′. Ancora Leloup, stavolta dall’arco, riduce ad un solo possesso il gap, ma ancora Miller (4/4 dall’arco al 7′), Simonovic e Goduric, dai 6,75m portano i viaggianti al massimo vantaggio dell’ 8′ (17-28). Campbell dalla lunetta riporta i francesi sotto la doppia cifra di svantaggio, ma Stimac fissa il punteggio del primo quarto sul 19-30. Il secondo quarto è un vero e proprio festival delle triple: se Leloup subisce fallo (convertendo però i 3 tiri liberi), Goduric e Simonovic da un lato, Campbell e Leloup dall’altro, regalano spettacolo al pubblico francese che, gasandosi, porta i suoi fino al -4 (32-36 al 13′). Ma qualche amnesia e qualche palla persa consente agli ospiti di allungare fino al 32-42 che costringe coach Collet al minuto di sospensione. Ma il liet motiv non cambia, la Stella Rossa continua la sua fuga, e un’inchiodata di Miller, seguita da 2 liberi di Zirbas fanno scappare gli ospiti fino al +18, con il quale poi andranno negli spogliatoi. Nel 3° quarto Miller ricomincia come aveva iniziato, ovviamente con una tripla; Campbell e Leloup danno un segnale di vita, ma i francesi riescono a portare il loro svantaggio solo fino al -14 (42-56 al 23′). Raonic decide di parlarci su, Simonovic gli “regala” una tripla alquanto fortunosa, che gioca con ferri e tabella, ma lo Strasburgo, mattoncino dopo mattoncina, prova a ridurre il margine di svantaggio; Miller sbaglia la sua prima tripla al 27′, con una forzatura al limite dei 24” e, dopo la tripla di Simonovic che porta gli ospiti sul +16 (46-62), parte la clamorosa rimonta dei francesi guidata da Beaubois e Leloup. I francesi chiudono il periodo addirittura sul -8 (56-64), la Rhenus Sports Arena si infiamma e la quarta frazione di gioco ricomincia con un bel canestro dalla media di Duport. Gli ospiti con 4 liberi consecutivi provano ad uscire dal momento difficile, ma Beaubois risponde con la stessa moneta; Collet prova con una difesa pressing, le frecce ospiti dall’arco sembrano essersi inceppate e ancora l’ex Dallas, con una rubata, vola in contropiede per il -1 (69-70).  Gli ospiti sono totalmente in palla, ancora qualche amnesia di troppo e Strasburgo completa una rimonta incredibile portandosi sul +3 con i contropiedi vincenti di Golubovic e Weems. Gli ospiti segnano solo dalla lunetta con Gudurovic, Beaubois replica allo stesso modo, ma le difficoltà offensive della Stella Rossa sono evidenti e Campbell, ancora con una rubata, si invola a canestro convertendo il “2+1” che regala il massimo vantaggio ai gasatissimi padroni di casa (78-72 al 38′).  I viaggianti però hanno ancora qualche energia da spendere, si riavvicinano (sempre e solo dalla lunetta), ma sul più bello Miller fa 1/2 (78-75); Leloup fallisce la tripla che avrebbe ammazzato la partita e Collet chiama timeout per registrare la sua difesa. Si materializza quindi il momento più bello e toccante della serata: durante il timeout il pubblico francese si alza in piedi ed inizia ad intonare l’inno nazionale transalpino. L’effetto è da brividi, la difesa finale di Strasburgo è unita come i suoi tifosi e Simonovic sbaglia così la tripla del possibile pareggio. Strasburgo, quindi, porta a casa una vittoria importantissima nel prosieguo della competizione, portandosi a quota 6 punti con il 50% di vittorie nel girone. La Stella Rossa, con soli 23 punti segnati nel 2° tempo, ha gettato alle ortiche una vittoria che al 20′ sembrava già ottenuta, compromettendo, così, il suo cammino verso la seconda fase.

MVP: la palma di MVP  va divisa tra Leloup e Beaubois. Il primo ha tenuto acceso il lumicino francese nelle prime due frazioni di gioco, quando erano le difficoltà a farle da padrona in casa Strasburgo; il secondo, invece, ha dato la scossa ai transalpini e li ha guidati ad una grandissima ed incredibile rimonta. La strana coppia ha realizzato 41 punti e ha scardinato quella che sembrava la difesa perfetta della Stella Rossa.

Tabellini. STRASBURGO: Collins 3, Beaubois 17, Lacombe 1, Leloup 24, Campbell 10 , Mushidi ne, Travis,  Fofana, Golubovic 13, Weems 4, Duport6. All. Collet

STELLA ROSSA: Rebic 2, Thompson 4, Simanic, Tejic ne, Simonovic 18, Nastic ne, Guduric 13, Jovic 4, Miller 23, Zirbes 9, Stimac 2. All. Raonic.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy