EUROLEGA, GIR. B: Gentile non basta, Milano cade anche a Limoges

EUROLEGA, GIR. B: Gentile non basta, Milano cade anche a Limoges

LIMOGES CSP  – EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 74 – 65 (19-21, 20-9, 17-16, 18-19)

Milano perde la quarta partita consecutiva in Eurolega sul campo di Limoges e vede complicarsi notevolmente il prosieguo della competizione, essendo all’ultimo posto nel girone al termine del girone di andata. Gli uomini di Repesa pagano una brutta serata al tiro ed in difesa, mentre i francesi vincono la partita grazie soprattutto ai canestri nei momenti decisivi di Boungou-Colo, autore di 18 punti e 28 di valutazione, nonchè MVP della partita.

Limoges parte in quintetto con Westermann, Diawara, Boungou-Colo, Payne e Traore mentre Milano risponde con Lafayette, Gentile, Jenkins, McLean e Lawal. L’inizio di partita è molto combattuto, con Limoges che prova fin da subito a mettere la partita sui binari giusti: un primo break porta i francesi sull’11-6 grazie a un grande Ali Traore, prima che le iniziative di Gentile riavvicinino i suoi sul -1 a metà frazione. Gli ospiti si appoggiano molto su un Alessandro Gentile fin da subito in grande spolvero che, con l’aiuto di Jenkins, dà il primo vantaggio a Milano. Le due squadre ribattono colpo su colpo, trovando il canestro con regolarità: un gran canestro in chiusura di quarto di Gentile fissa il punteggio sul 21-19 ospite dopo i primi 10 minuti di gioco. La seconda frazione si apre con l’EA7 che si affida al talento di Gentile, mentre Limoges gioca di squadra e riesce a costruire buoni tiri: la tripla di Schaffartzik vale il nuovo vantaggio per il Limoges e Repesa è costretto a chiamare time-out per riordinare le idee dei suoi sia in attacco che in difesa. Il secondo periodo gira sul 31-27 per i padroni di casa, con Milano che fatica a trovare soluzioni alternative a Gentile, che sta creando tutti i canestri per sè e per i suoi compagni. Gli ospiti sono in rottura prolungata col canestro e non trovano alcuna soluzione efficace: una tripla di Boungou-Colo vale il +6 Limoges, accentuando il momento di grande difficoltà della squadra di Repesa, costretto ad un altro time-out per provare a far reagire i suoi. Schaffartzik e Diawara aumentano ulteriormente il divario tra le due squadre: due liberi di Barac accorciano e il punteggio all’intervallo è 39-30 per i padroni di casa.

Limoges ricomincia nel terzo quarto giocando con tranquillità e trovando buone soluzioni al tiro, mentre Milano continua a faticare enormemente a segnare, forzando molte conclusioni e non riuscendo a ricucire il divario. I padroni di casa, nonostante le già 16 palle perse, mantengono un vantaggio rassicurante sull’EA7, con il punteggio che a metà terza frazione recita 46-37 Limoges: Repesa deve nuovamente interrompere il gioco perché la sua squadra sta forzando troppe soluzioni in attacco e non trova quasi mai il canestro con facilità. Un canestro da 3 di Daniels permette a Limoges di mantenere la doppia cifra di vantaggio a 2 minuti dalla fine del terzo quarto, con Milano che non riesce a trovare soluzioni per uscire dalle proprie difficoltà: la terza frazione si chiude con i francesi avanti 56-46. Due canestri di Will Daniels in apertura di ultima frazione dilatano il margine sul +14 per Limoges: le iniziative di Gentile riescono a tenere in partita Milano, che rimane comunque in grandissima difficoltà e non riesce a diminuire il gap con i francesi. A 5 minuti dalla fine Limoges è ancora a +10, anche se Milano ha alzato l’intensità difensiva prima che Boungou-Colo segni un’altra tripla che dà nuovamente il +13 ai suoi. A 3 minuti dalla fine due liberi di Gentile portano lo svantaggio degli ospiti sotto la doppia cifra dopo molti minuti: Traore e Simon mantengono invariato il divario sugli 8 punti anche se manca poco più di 1 minuto alla fine. Un tiro da 3 di Boungou-Colo chiude la partita a 40 secondi dalla fine: finisce 74-65 per i francesi. Per Limoges sono decisive le prestazioni di Boungou-Colo (18), Traore (15) e Schaffartizk (14), autori dei canestri nei momenti decisivi della gara. Per l’EA7, in una partita in cui molti giocatori sono stati insufficienti, si salvano Alessandro Gentile (19, ma con 7/20 al tiro) e McLean (10).

TABELLINI:

CSP LIMOGES: Schaffartzik 14, Wojciechowski n.e., Daniels 9, Gatens, Westermann 6, Payne 2, Boungou-Colo 18, Traore 15, Diawara 8, Zerbo 2, Diallo n.e.

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO: McLean 10, Lafayette 3, Gentile 19, Amato n.e., Cerella n.e., Magro n.e, Cinciarini 3, Jenkins 5, Hummel 6, Barac 6, Lawal 6, Simon 7

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy