EUROLEGA, GIR. B: l’Olympiacos è più forte delle assenze e sbanca Zagabria

EUROLEGA, GIR. B: l’Olympiacos è più forte delle assenze e sbanca Zagabria

CEDEVITA ZAGABRIA – OLYMPIACOS PIREO 70 – 83 (24-21, 16-20, 16-23, 14-19)

L’Olympiacos vince una gara molto importante in trasferta sul campo di un Cedevita Zagabria che veniva da tre vittorie consecutive ed occupava la seconda posizione del gruppo. Dopo 15 minuti molto equilibrati, è arrivato il break decisivo dei greci a cui i padroni di casa non hanno saputo porre rimedio. Per la squadra di Atene, in cui mancavano Spanoulis, Printezis e Young, con Lojeski non entrato nel secondo tempo, decisivo Othello Hunter autore di 19 punti e 21 di valutazione: è lui l’MVP della partita.

Mrsic parte con Babic, Gordic, White, Bilan e Arapovic in quintetto, mentre l’Olympiacos risponde con Mantzaris, Lojeski, Papapetrou, Agravanis e Milutinov, viste le assenze annunciate di uomini importanti del quintetto (Spanoulis, Printezis, Young). Le due squadre partono molto forte, trovando canestri con continuità anche dalla lunga distanza: a metà frazione di una gara gradevole il punteggio è 13-10 per i padroni di casa. Il Cedevita prova a creare un primo break tra le due squadre, anche grazie alle alte percentuali al tiro di questo inizio: soprattutto grazie alle iniziative di Othello Hunter, però, gli ospiti riescono a tornare a contatto. La tripla di Pullen fissa il punteggio sul 24-21 per il Cedevita dopo i primi 10 minuti. Il secondo periodo vede una situazione di estremo equilibrio tra le due squadre, tanto che a metà quarto il divario è sempre di tre punti: Hunter, già a quota 11, sta tenendo l’Olympiacos a contatto nella gara, dando poi il vantaggio ai suoi sul 36-35 con un alley-oop assistito da Mantzaris. Si susseguono numerosi cambi di leadership nella gara da parte di entrambe le squadre, con il punteggio che all’intervallo recita 41-40 per gli ospiti.

Il terzo periodo inizia con l’Olympiacos in grado di trovare canestri con continuità che, uniti a una grande difesa, permettono alla squadra ospite di allungare fino al +10 con due triple consecutive di Athinaiou, provocando il time-out di Mrsic. Il Cedevita è in grossa difficoltà offensiva contro la difesa dei greci ed a metà frazione il punteggio è 55-45 per la squadra del Pireo. L’Olympiacos spreca una serie di occasioni per allargare ulteriormente il divario e così i croati, grazie ad un innalzamento dell’intensità difensiva e buone iniziative offensive, si avvicinano: un appoggio di Babic e un altro canestro da 3 di Athinaiou fissano il punteggio sul 64-56 ospite al 30′. Il divario tra le due squadre oscilla tra i 6 e gli 8 punti in apertura di ultima frazione, con i padroni di casa che non riescono a riavvicinarsi nonostante il grande sforzo che stanno mettendo in campo. Due triple di Mantzaris danno il nuovo +11 all’Olympiacos a metà periodo: il Cedevita non riesce più a trovare la via del canestro e due iniziative di Strawberry segnano il 79-64 a poco più di 3 minuti dalla fine che costringe Mrsic ad interrompere il gioco. I canestri di Pullen provano a far riavvicinare i suoi, ma il tempo a disposizione ormai è troppo poco per sperare in una rimonta: finisce con la vittoria dell’Olympiacos per 83-70. Per i greci, molto bene Hunter (19) e Papapetrou (16), mentre tra le fila del Cedevita i più brillanti sono stati Pullen (13) e White (12).

TABELLINI:

CEDEVITA ZAGABRIA: Pullen 13, White 12, Katic n.e, Babic 10, Zganec 2, Walker 5, Musa 3, Bilan 10, Mazalin n.e., Gordic 9, Zoric, Arapovic 6

OLYMPIACOS PIREO: Hunter 19, Papapetrou 16, Strawberry 8, Tsairelis 4, Toliopoulos n.e., Milutinov 2, Mouratos n.e., Agravanis 11, Mantzaris 12, Hackett, Lojeski 2, Athinaiou 9

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy