EUROLEGA, GIR. B: McLean è regale, Milano vince con l’Efes

EUROLEGA, GIR. B: McLean è regale, Milano vince con l’Efes

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO – ANADOLU EFES ISTANBUL 88 – 84 (23-21, 21-25, 22-19, 22-19)

L’Olimpia Milano coglie un succeso importante per continuare ad alimentare le speranze di passaggio alla seconda fase. La squadra di Repesa, pur priva dell’infortunato Gentile, gioca una partita di grande cuore e sostanza, battendo l’Efes. A fine gara, i tifosi inneggiano a Jasmin Repesa, artefice della vittoria. L’MVP della partita è un sontuoso Jamel McLean, autore di 26 punti e 36 di valutazione.

Repesa, con Gentile assente, sceglie Cinciarini, Jenkins, Simon, McLean e Barac, mentre l’Efes risponde con Heurtel, Korkmaz, Diebler, Saric e Dunston. Milano inizia subito forte in difesa e trova buone soluzioni in attacco: dopo poco più di 2 minuti il punteggio è 7-5 ed Ivkovic chiama subito time-out. La partita è molto equilibrata: i padroni di casa sono guidati da un grande Cinciarini, ma i troppi errori ai liberi tengono l’Efes a contatto. Il ritmo delle due squadre in attacco si abbassa e si trovano canestri con maggiore fatica: al termine del primo periodo il punteggio è 23-21 per Milano, con percentuali al tiro alte per entrambe le squadre. 5 punti consecutivi di McLean in apertura di seconda frazione spingono Milano al +7: la tripla di Lafayette vale il primo vantaggio casalingo in doppia cifra e costringe Ivkovic a fermare nuovamente il gioco. McLean è l’assoluto dominatore della prima metà del secondo quarto, con 10 punti nel parziale, e ancora Lafayette da 3 dà il +17 a Milano. Heurtel è l’unico dell’Efes che riesce a rispondere alle iniziative dei padroni di casa, prima che un black-out offensivo di Milano ed un paio di canestri da 3 riavvicinino gli ospiti sotto la doppia cifra di svantaggio. Anche difensivamente la squadra di Repesa fatica a contenere le iniziative dei turchi: un canestro di Dunston poco prima della sirena dà il vantaggio all’Efes sul 46-44 dell’intervallo.

L’inizio di terzo quarto vede ancora grande equilibrio tra le due squadre: Simon fissa la parità a 51 dopo 3 minuti. Numerosi errori da entrambe le parti tengono il punteggio quasi inchiodato, con il parziale che vede l’Efes avanti 54-53 dopo 5 minuti di gioco. Il bonus raggiunto da tutte e due fa sì che ci siano molti tiri liberi con cui le squadre mantengono la situazione di estremo equilibrio nel punteggio: McLean in contropiede riporta Milano sul 62 pari a 2 minuti dalla fine del periodo, con Ivkovic che ferma il gioco per riordinare le idee dei suoi giocatori. Un canestro di Lafayette in contropiede sulla sirena dà il vantaggio a Milano sul 66-65 prima di iniziare il quarto quarto. Milano apre l’ultima frazione con un parziale di 6-0 in poco più di 1 minuto che infiamma il pubblico del Forum e provoca il time-out dell’Efes, ora sotto di 7 punti. Un gioco da 4 punti di Diebler riavvicina i turchi, poi Heurtel è costretto ad uscire dopo essersi infortunato su un tentativo da 3. Nessuna delle due squadre è in grado di creare un break decisivo, tanto che a metà periodo il punteggio è 76 pari dopo il canestro di Dunston che costringe Repesa al time-out. Il canestro di Hummel dà il nuovo +2 a Milano a meno di 4 minuti dalla fine: la squadra di Repesa è in bonus, quindi l’Efes ha a disposizione più possibilità di andare in lunetta nel finale. Una schiacciata di McLean vale l’84-81 a 2 minuti dalla fine: il quinto fallo di Dunston manda Lafayette in lunetta che dà il +5 ai padroni di casa. Simon recupera la palla sul successivo possesso: Granger va in lunetta a 25 secondi dalla fine e riduce il divario a un possesso pieno. Saric esce per 5 falli e Cinciarini firma il +4. Brown sbaglia da 3, con Hummel che segna 1 solo libero. Brown fa 1/2 e Milano vince la partita 88-84. Per Milano benissimo McLean con 26 punti e Simon con 17, mentre per l’Efes i migliori sono stati Batuk con 17 punti e Saric con 15.

TABELLINI:

EMPORIO EA7 ARMANI MILANO: McLean 26, Lafayette 15, Amato n.e, Cerella 2, Magro n.e., Cinciarini 7, Jenkins 4, Hummel 5, Barac 12, Simon 17

ANADOLU EFES ISTANBUL: Tyus 1, Balbay n.e., Brown 3, Osman, Batuk 17, Saric 15, Korkmaz 3, Granger 9, Heurtel 12, Diebler 13, Kosut n.e., Dunston 11

Fotogallery a cura di Claudio Degaspari

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy