EUROLEGA, GIR. B: Milano, addio all’Eurolega con sconfitta e fischi contro il Limoges

EUROLEGA, GIR. B: Milano, addio all’Eurolega con sconfitta e fischi contro il Limoges

Commenta per primo!

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO – CSP LIMOGES 69 – 77 (19-20, 41-48, 54-66)

In un Forum molto più vuoto del solito, ma comunque ben coperto “in relazione alla partita”, Milano dà l’addio all’Eurolega con una sconfitta, per 69-77, contro il Limoges. L’Olimpia gioca la classica gara da distratta, causa inutilità, e di fatto è come se non scendesse nemmeno in campo. Gli unici due positivi per gli uomini di Repesa sono Cerella e Simon, quanto meno proattivi, mentre tra le fila francesi ottime prestazioni dal trio coloured Boungou-Colo, Daniels e Zerbo. Milano torna ora a concentrarsi sul campionato (domenica, vs Brindisi) mentre in Europa l’appuntamento è per inizio Gennaio in Eurocup.

QUINTETTO BASE MILANO: Cinciarini, Jenkins, Simon, Macvan, Barac
QUINTETTO BASE LIMOGES: Westermann, Payne, Wojciechowski, Daniels Zerbo

CRONACA – Avvio di gara piuttosto equilibrato e con un ritmo estremamente basso: a testimoniarlo è il punteggio, ossia 8-9 dopo 6′ di gioco. Limoges si affida soprattutto ai punti di Daniels, che mette decisamente in difficoltà Macvan; l’Olimpia invece viene presa per mano da Simon e Jenkins, ma è soprattutto con Cerella che riesce ad “accendersi”: 19-20 al termine del primo quarto.

Dopo la presenza di Daniels nel primo quarto, è Boungou-Colo nel secondo a trascinare i suoi al massimo vantaggio toccato sul +8 (21-29 al 13′). Milano resta totalmente assonnata, ad eccezione come detto del solito Cerella, unico a battersi con continuità. Time-out per Repesa ed effetti più che palliativi per l’EA7, che nel giro di 1 minuto e poco più piazza un 8-0 di break, guidata da Simon (28-29). Sempre il croato ad essere il più incisivo per i biancorossi, mentre tra i francesi si sveglia Schaffartzik: 2 triple di fila e +5 ospite. Milano si riavvicina, ma Boungou-Colo torna a segnare: all’intervallo è 41-48.

L’avvio di secondo tempo dell’Olimpia è imbarazzante: 2 canestri concessi con disinvoltura e 2 perse per incomprensioni: il (coraggioso) pubblico del Forum si spazientisce ed inizia a fischiare. Limoges tocca anche la doppia cifra di vantaggio (+10, 46-56 al 23′). Il prosieguo della gara è uno strazio per chi vi assiste ed un monologo francese in campo: i gialloverdi muovono bene il pallone e trovano con regolarità canestri facilissimi. Nell’ultimo minuto del terzo quarto, Boungou-Colo arriva a 19 punti e porta a +14 i suoi, prima che al 30′ il punteggio dica 54-66.

Nulla di nuovo sotto il sole in avvio di quarta frazione: noia, equilibrio, Zerbo e B.-Colo per i francesi, Simon e Cerella per Milano. Limoges cerca lo strappo decisivo, rimanendo sulla doppia cifra di vantaggio. La difesa di Jenkins e Cerella riapre però la gara, dimezzando lo svantaggio e portando Milano ad avere più volte in mano la palla per il -4 o -5, ma fallendo sempre. Dopo 1000 tentativi, è Simon a trovare il -5, ritoccato a -4 dal libero di Barac. Negli ultimi istanti di gara però i liberi di Zerbo e B.-Colo chiudono la partita. Il finale è 69-77 per Limoges.

BASKETINSIDE MVP: NOBEL BOUNGOU-COLO

TABELLINI:
MILANO: 
McLean 9, Lafayette 6, Cerella 10, Macvan 15, Magro 0, Pecchia n.e., Cinciarini 4, Jenkins 4, Barac 7, Simon 14. 

LIMOGES: Schaffartzik 9, Wojciechowski 0, Daniels 7, Gatens 0, Westermann 9, Payne 6, Camara 2, Boungou-Colo 21, Diawara 7, Zerbo 16.

Fotogallery a cura di Claudio Degaspari

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy