EUROLEGA, GIR. B: Milano fa e disfa, ma si salva! Baskonia k.o. a fatica

EUROLEGA, GIR. B: Milano fa e disfa, ma si salva! Baskonia k.o. a fatica

Commenta per primo!

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO – LABORAL KUTXA VITORIA 78 – 76 (17-23, 38-36, 61-46)

Un’Olimpia dai mille volti prima fatica, poi domina ed infine patisce le pene dell’Inferno contro un Laboral Kutxa mai domo: il finale dice 78-76 per l’EA7. Gli uomini di Repesa toccano anche il +20 nel corso dell’ultimo quarto, sul 70-50, ma si vedono risucchiati dai canestri di James e Bourousis nel finale, fino al -3 degli ultimi 30”. Bene McLean, Simon e Gentile, ma la corrente alternata dei 40’ ha rischiato di compromettere seriamente anche i momenti di grande basket mostrati dall’Olimpia.

QUINTETTO BASE MILANO: Cinciarini, Jenkins, Gentile, McLean, Macvan
QUINTETTO BASE VITORIA: Causeur, Adams, Hanga, Tillie, Planinic

CRONACAAdams spara subito la tripla, ma l’avvio è tutto di Gentile: 4 punti, 1 rimbalzo e un assist in 2’. Reagisce bene la squadra di Perasovic, che con i punti di Hanga e Causeur piazza un 2-10 per l’8-13 ospite al 5’. L’ingresso di un Barac impacciato “agevola” il pick ‘n roll basco, che ritrova anche l’ex di turno Bourousis (applauditissimo dal Forum): il Laboral Kutxa tocca anche il +7, ma Hummel tiene a contatto i suoi. In chiusura di tempo James e lo stesso Bourousis fissano il punteggio sul 17-23 del 10’.

L’avvio di secondo quarto porta 2 punti di pregevole fattura di Causeur ma anche 2 perse banali dell’EA7: Repesa chiama subito time-out. Il Baskonia è a +8 vs un quintetto piuttosto sperimentale milanese: basta il rientro del solo Gentile ed arrivano 5 punti da Simon (su assist del casertano) e di Lafayette: 22-25 al 14’ e “minuto” di Perasovic. L’Olimpia prova la rimonta, ma l’imprecisione al tiro ed un paio di non-fischi su 2 infrazioni di passi di Bourousis rallentano la rincorsa: a 2’ e mezzo dall’intervallo è comunque -2 sul 29-31. È il rientrante (dopo 2 falli) McLean a dare il vantaggio ai suoi  al 19’: a metà gara, poi, il risultato dice 38-36.

Lay-up di Gentile, persa per 24” ospite e inchiodata di McLean: Milano parte con la faccia cattiva e scappa a +6 (42-36, time-out Perasovic). Altre 2 difese super per i Repesa-boys che scappano a +12: break 10-0 in 4’, 48-36. James scuote i suoi, ma l’Olimpia appare in controllo: Macvan segna da 2 e sforna due bijoux per altrettante triple per Jenkins per la fuga EA7 sul 56-42 al 26’. Basta un calo di intensità difensiva (e di precisione offensiva) ed i baschi si “riavvicinano”, ma a fine terzo periodo è 61-46 per i biancorossi.

3’ di una Milano bruttina e anche qualcosa di più non sono sufficienti al Baskonia per rientrare totalmente in partita: il parziale dice 2-4 e l’Olimpia ringrazia, facendo scorrere il tempo. Gli ospiti sparacchiano malamente sia da 2 sia da 3, mentre 2 assist di Gentile per l’appoggio di Barac e la tripla di Cianciarini possono di fatto sigillare l’incontro (68-50 al 36’). James e I.Diop sono gli ultimi a tirare i remi in barca e portano il Laboral Kutxa a -13, poi -10 con la tripla di Hanga. Le mani spagnole si scaldano e Blazic da 3 fa -7 (70-63 a 1’ e mezzo). È McLean a smuovere il punteggio milanese, ma le difficoltà contro il pressing  basco continuano: ennesima persa ed altri 2 per Blazic che fa -5 a 47” dalla fine. Time-out Repesa, ma al rientro altra persa e canestro di James per il -3. Simon e Lafayette fanno 4/4 dalla lunetta, Bourousis altrettanto ed è sempre -3, ma con 5” alla fine. Ancora Lafayette dalla lunetta la chiude sul 78-76 dopo la tripla sulla sirena di Bourousis.

BASKETINSIDE MVP: KRUNOSLAV SIMON

TABELLINI:
MILANO:
McLean 13, Lafayette 8, Gentile 12, Amato n.e., Cerella 0, Macvan 6, Cinciarini 3, Jenkins 10, Hummel 10, Barac 4, Lawal 0, Simon 12. Coach: Repesa.

VITORIA: James 13, M.Diop n.e., Causeur 6, Planinic 6, Hanga 5, Bourousis 13, Blazic 11, I.Diop 8, Tillie 3, Kangur 4, Adams 7, Corbacho 0. Coach: Perasovic.

Fotogallery a cura di Claudio Degaspari

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy